Recensione Four Weddings and a Funeral dal 27 febbraio su Starzplay

Four Weddings and a funeral

Recensione Four Weddings and a Funeral, la serie scritta e prodotta da Mindy Kaling dal 27 febbraio su Starzplay

Da giovedì 27 febbraio su StarzPlay sarà disponibile Four Weddings and a Funeral, una nuova serie tv ancora inedita in Italia e rilasciata da Hulu negli USA in estate. Il titolo sicuramente vi è familiare, è una miniserie che rivisita in chiave moderna il film del 1994 che in Italia è uscito con il titolo “Quattro Matrimoni e un Funerale“.

Una storia semplice, ma con un team produttivo esperto di comedy. La serie infatti è prodotta da Mindy Kaling, attrice e produttrice che abbiamo conosciuto in The Mindy Project o il film E Poi c’è Katerine, prodotti un po’ di nicchia. La serie è scritta da Mindy Kaling e Matt Warburton. Partiamo dal trailer in italiano:

Four Wedding and a Funeral, la trama

La serie racconta di Maya, una giovane responsabile della comunicazione della campagna elettorale per un senatore di New York, che riceverà l’invito al matrimonio della sua migliore amica del college che adesso vive a Londra. Maya quindi lascerà la sua vita persona e professionale e viaggerà per Londra per riconnettersi con i suoi vecchi amici, ma alla fine finirà nel bel mezzo di una crisi personale. Maya conoscerà nuove persone, i vecchi rapporti inizieranno a vacillare, ci saranno scandali politici, scappatelle e ovviamente ci sono anche quattro matrimoni… e un funerale.

Recensione Four Wedding and a Funeral –  I nostri commenti

Four Wedding and a Funeral sicuramente è un ibrido tra un qualcosa di molto semplice e accessibile a tutti e un qualcosa più di nicchia. E’ una miniserie, composta da 10 episodi, che mischia il classico drama da relazioni, alla parte un po’ più “edgy” che è tutta rappresentata dalle battute e riferimenti nascosti pronunciati dai protagonisti. La serie sicuramente spicca per alcune peculiarità, quei dettagli che sicuramente faranno impazzire i pochi conoscitori della tv britannica (mi riferisco alle storyline sullo show Love Island, un programma a là Temptation Island, considerato un “must watch” nel Regno Unito) e i continui riferimenti a serie tv o a eventi reali, tutti da scoprire e da cogliere. La serie è edgy perchè trasforma una storia vecchia più vent’anni in un contesto moderno, multiculturale, caratterista che rende interessanti le dinamiche personali dei protagonisti.

E’ sicuramente un buon intrattenimento, con cui divertirsi e passare 10 ore gradevoli, soprattutto per chi segue questo genere. Alla fine è un coming of age di relazioni, rapporti umani, anche se un po’ troppo annacquato per i miei gusti, per questo motivo avrei difficoltà a consigliarlo considerata la mole di serie tra cui scegliere, ma qui entriamo in un territorio inesplorato: il gusto personale. Voto 6.5 Davide Allegra.

Four Wedding and a funeral

Four Weddings and a Funeral è una miniserie cui approcciarsi avendo bene in mente due cose: non è un remake ed è di Mindy Kaling. Il primo aspetto è fondamentale per evitare di fare i paragoni e i confronti. Del film anni ’90 ha solo il titolo e la struttura con i 4 matrimoni e il funerale, ma i personaggi sono diversi e l’approccio è diverso. Perchè l’approccio è quello di Mindy Kaling molto contemporaneo, pieno di riferimenti pop meta-televisivi e meta-cinematografici e infuso di quella sua passione per le commedie romantiche che già aveva consegnato alla protagonista di The Mindy Project (che poi era lei). Un omaggio alle commedie romantiche non privo di difetti (ogni tanto allunga il brodo e nella parte centrale si perde per arrivare a situazioni che erano chiare già da tempo) ma resta un prodotto piacevole, divertente, leggero con cui trascorrere 10 ore sotto le coperte. Voto 7 Riccardo Cristilli

Il Cast

  • Nathalie Emmanuel è Maya;
  • Rebecca Rittenhouse è Ainsley Howard;
  • Nikesh Patel è Kash;
  • John Reynolds è Duffy;
  • Guz Khan è Basheer;
  • Sophia La Porta è Zara;
  • Harish Patel è Haroon;
  • Zoe Boyle è Gemma
  • Brandon Mychal Smith è Graig;