Recensione Nos4a2 stagione 1: un teen drama mascherato da drama soprannaturale

Rinnovi e cancellazioni serie tv

Recensione Nos4a2 stagione 1: la serie tratta dal romanzo di Joe Hill, un teen drama mascherato da drama soprannaturale.

Nos4a2 è una nuova serie soprannaturale prodotta dal canale americano AMC, e distribuita nel mondo da Amazon Prime Video, dove è interamente disponibile da venerdì 7 giugno. La serie è tratta dall’omonimo romanzo di Joe Hill (pseudonimo di Joseph Hillstrom King, figlio di Stephen King), che figura tra i produttori della serie, Jami O’Brien invece è la showrunner. Recensione nos4a2.

Il titolo: Nos4a2 che per noi italiani può sembrare un acronimo, in realtà in inglese si pronuncia Nosferatu, omaggio al noto vampiro del film muto del 1922.

Nos4a2, la trama

La serie racconta la storia di Vic McQueen, una ragazza che scopre di avere un dono che le permette di trovare cose e persone che si sono perse. La ragazza non sa che questo dono potrebbe essere la sua arma per sconfiggere Charlie Manx (Zachary Quinto) una sorta di criminale con poteri soprannaturali che rapisce i bambini nutrendosi della sua anima, con la promessa di portarli a Christmasland.

Recensione Nos4a2 – I nostri commenti

Nos4a2 si propone come una serie soprannaturale, e citando Nosferatu si piazza immediatamente all’interno del genere horror, o almeno è quello che ci si aspetta. La serie però non è un horror ed è chiaro già dai primi due episodi in cui impariamo a conoscere Vic McQueen, una ragazza con un’infanzia difficile passata a guardare i suoi genitori litigare. La madre è una donna delle pulizie, il padre un alcolizzato, e insieme a loro vive in questa città fuori dal mondo che non le permette di essere quello che vuole, un’artista, una città da cui Vic vuole scappare.

L’introduzione del suo personaggio è molto lunga, infinita. Siamo invasi da così tanti dettagli sulla sua vita, che a volte anche gli autori hanno anche perso il filo, e il risultato è che in gran parte della stagione non si fa altro che raccontare la stessa cosa. Vic è quella ragazza che ha avuto poche possibilità nella vita, ma che prima o poi si riscatterà e diventerà l’eroina della nostra storia. La serie quindi è un teen drama, con gli amici ricchi, le feste, l’alcol, le cotte, le dichiarazioni d’amore, i triangoli, insomma tutti i clichè del genere in una serie soprannaturale che non ha ritmo.

Charlie Manx, il grande cattivo della serie interpretato benissimo da Zachary Quinto, è un personaggio costruito su di lui, eccessivo, sopra le righe ma che stona in questo universo fatto di problemi adolescenziali. Charlie Manx per la serie è un elemento di disturbo un nemico da distruggere. Un personaggio necessario alla serie per posizionarla nel genere soprannaturale, necessario perchè altrimenti nessuno avrebbe visto la serie. I suoi momenti all’interno di ogni episodio all’inizio sono così brevi e interessanti che ti spingono a continuare per conoscere di più su questa entità e sulla tanto nominata Christmasland, una delusione anche quella.

Nos4a2 è come quell’horror di bassa qualità che racconta la solita storia di ragazzi perseguitati da una forza demoniaca in una casa. La differenza sta nel fatto che quel tipo di film almeno prova a creare la suspance, prova a farti saltare dalla sedia, anche senza riuscirci, ma almeno c’ha provato. Nos4a2 invece non ci prova neanche, perchè non è quello il suo obiettivo. Si limita a raccontare una storia a modo suo, e non si prende neanche la briga di spiegarne le fondamenta, le regole del gioco. L’elemento soprannaturale è come un jolly, vale tutto, una carta da usare nei momenti in cui l’eroe ha bisogno di una fuga. Si trova la soluzione a quel problema, aggiungendo un dettaglio della mitologia mai rivelato prima e si va avanti. E’ comodo così.

Nos4a2 avrà il pregio di incuriosire lo spettatore, ma lo fa con l’inganno. Passi il tempo a pensare alla serie che vorresti, piuttosto che alla serie che stai guardando, è quasi una tortura psicologica. La serie chiude con un finale aperto, ma considerando la quantità di storia che hanno lasciato in sospeso il rischio di ritrovarci una seconda stagione, se mai la ordineranno, uguale alla prima è molto alto. Forse sarebbe un quesito da porre al famoso sacchetto delle tessere di Scarabeo. Voto 5.5 Davide Allegra.

Non aggiungerò molto altro a quanto detto da chi mi ha preceduto. Anzi mi risulta difficile avere un’opinione oggettiva su una serie da cui mi aspettavo una cosa finendo per ritrovarmi davanti a tutt’altro.

NOS4A2 sicuramente non è un prodotto brutto. La qualità della “manifattura” (se mi passate il termine) si nota, ma è la sostanza a mancare. Vedere NOS4A2 è come andare a mangiare a un ristorante di lusso specchiarsi nella sua bellezza e uscire con la fame, è come comprare un mazzo di fiori finti, quando poi ti avvicini non ha odore. Perchè scegliere di fare un prodotto così concentrato sulla storia di un’adolescente quando hai tra le mani un cattivo con le fattezze di Zachary Quinto, dei bambini vampiri e uno stralunato Olafur Darri Olafsson? Voto 5 Riccardo Cristilli

Il cast

  • Ashleigh Cummings è Vic McQueen
  • Olafur Darri Olafsson as Bing Partridge
  • Jahkara J. Smith è Maggie Leigh
  • Ebon Moss-Bachrach è Chris McQueen
  • Virginia Kull è Linda McQueen
  • Zachary Quinto è Charlie Manx
  • Karen Pittman è Angela Brewster
  • Rarmian Newton è Drew
  • Darby Camp è Haley Smith
  • Ashley Romans è Tabitha Hutter

Il trailer