Recensione Years and Years: la miniserie inglese che racconta un futuro terribile con gli occhi del presente

years and years

Years and Years su StarzPlay la miniserie acclamata dalla critica mondiale dal 5 marzo in streaming. Ecco perchè è da non perdere

Arriva su StarzPlay da giovedì 5 marzo Years and Years una miniserie in 6 episodi creata da Russell T. Davies per HBO e BBC che lo scorso anno ha conquistato la critica per un racconto politico, umano e personale sulla deriva futura dell’umanità.


Partiamo dal trailer della serie, che ricordiamo avevamo già inserito tra le migliori novità del 2019 (qui).

La trama

Manchester 2019, conosciamo la famiglia Lyons riuniti intorno alla nonna matriarca Muriel. Daniel è in procinto di sposarsi con Ralph, Stephen con la moglie Celeste si preoccupano per i propri figli, Edith è lontana da tempo persa dietro l’ennesima battaglia umanitaria da inseguire e Rosie costretta su una sedia a rotelle e mamma single, è sempre alla ricerca di un nuovo compagno. La serie in 6 puntate seguirà la deriva del mondo, tra crisi umanitarie, finanziarie, ecologiche e nucleari attraverso gli occhi di questa famiglia metronomo dei cambiamenti. Sullo sfondo l’ascesa nell’agone politico di Vivienne Rook che esordisce con u F*** durante un dibattito, dicendo che non le interessa nulla della situazione israelo-palestinese e finisce per fondare il partito populista dei 4*.

Le Nostre Opinioni

Con Years and Years è amore a prima vista. Un prodotto seriale in sei episodi capace di catturare lo spettatore alla ricerca di un racconto costruito sulla forza della parola, accompagnato da immagini potenti e travolgenti. La serie è uno schiaffo in faccia a tutti noi che in modo più o meno consapevole giriamo lo sguardo rispetto a tutto quello che ci succede intorno, incapaci di impegnarci a meno finchè la questione non ci tocchi da vicino.

Ma non bisogna fare l’errore di immaginare Years and Years come una serie solo politica. Costruita attraverso le dinamiche della famiglia Lyons la serie è dotata di una profonda umanità capace di commuovere ed emozionare lo spettatore e se viene da piangere in alcuni momenti, per tristezza, rabbia o frustrazione, si può farlo tranquillamente. Russell T. Davies è riuscito a creare un equilibrio perfetto cui si perdonano anche alcune derive un pò fanciullesche di descrizione del futuro ma che sono funzionali al racconto che si vuole portare avanti. Perchè Years and Years ha anche momenti leggeri, ironici come solo gli inglesi sanno fare. Una miniserie assolutamente da non perdere. Voto 9.5 (perchè la perfezione non esiste) Riccardo Cristilli


Nell’arco di sei episodi scopriremo 15 anni della vita dei componenti di una famiglia: gioie e dolori, il tutto con uno sfondo segnato da cambiamenti politici, sociali e culturali che influenzano la vita di queste persone. Si potrebbe considerare una distopia, ma in realtà è un futuro verosimile, un po’ accessoriato da licenze di sceneggiatura che servono a fare arrivare il messaggio in modo chiaro e semplice, come un pugno nello stomaco. Years and Years è una serie da guardare, da ascoltare dialogo dopo dialogo, è una critica alla società moderna e allo stesso tempo una lettera indirizzata a tutti noi per far risvegliare quel briciolo di umanità che si trova sepolto in ognuno di noi. Voto 9.5 Davide Allegra.

Il Cast di Years and Years

  • Emma Thompson: Vivienne Rook, controversa e carismatica politica
  • Rory Kinnear: Stephen Lyons, analista finanziario che vive a Londra emblema dell’uomo medio-borghese
  • T’Nia Miller: Celeste Bisme-Lyons, contabile e moglie di Stephen
  • Russell Tovey: Daniel Lyons, assistente sociale che si occupa di immigrazione
  • Jessica Hynes: Edith Lyons, attivista politica
  • Ruth Madeley: Rosie Lyons, la sorella con la spina bifida, madre single di due figli, lavora nella mensa scolastica
  • Anne Reid: Muriel Deacon, la nonna matriarca
  • Dino Fetscher: Ralph Cousins, marito poi ex di Daniel
  • Lydia West: Bethany Bisme-Lyons, figlia di Celeste e Stephen
  • Jade Alleyne: Ruby Bisme-Lyons, figlia di Celeste e Stephen
  • Max Baldry: Viktor Goraya, immigrato ucraino di cui si innamora Daniel
PANORAMICA RECENSIONE
Riccardo Cristilli
9.5
Davide Allegra
9.5
Articolo precedenteItalia’s Got Talent 2020 il Golden Buzzer di Federica Pellegrini (video)
Articolo successivoItalia’s Got Talent 2020 i finalisti
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Chi Siamo" sopra nel menù, o in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.