ZeroZeroZero, la recensione dei primi due episodi della nuova serie originale di Sky Atlantic

zerozerozero - foto di scena

ZeroZeroZero, la serie di Stefano Sollima e tratta dal libro di Roberto Saviano, dal 14 febbraio su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv

L’ambiziosa serie tv originale di Sky, ZeroZeroZero si prepara a debuttare a partire da venerdì 14 febbraio su Sky Atlantic, con i primi due episodi degli otto previsti. La serie prodotta è da Cattleya, parte di ITV Studios, e Bartlebyfilm,  e debutterà il 14 febbraio su Sky Atlantic e NOW TV dalle 21.15.


ZeroZeroZero sarà poi disponibile on demand e con Sky Q satellite anche in 4K HDR. La serie è diretta da Stefano Sollima e tratta dal libro “ZeroZeroZero” di Roberto Saviano, edito da Feltrinelli. Partiamo dal trailer:

ZeroZeroZero, la trama

La serie segue il viaggio di un carico di cocaina, dal momento in cui un clan della ‘Ndrangheta decide di acquistarlo fino a quando viene consegnato e pagato. Attraverso le storie dei suoi personaggi, ZeroZeroZero getta luce sui meccanismi con cui l’economia illegale diventa parte dell’economia legale e su come entrambe siano collegate a una spietata logica di potere e controllo che influenza le vite e le relazioni delle persone.

I cartelli messicani che gestiscono la produzione di droga, le organizzazioni criminali italiane che ne amministrano la distribuzione in tutto il mondo e gli uomini e le donne d’affari americani che, al di sopra di ogni sospetto, controllano la quantità apparentemente infinita di denaro coinvolta in questo giro di affari.

ZeroZeroZero racconta cosa succede quando uno degli ingranaggi di questo immenso meccanismo si rompe proprio mentre una massiccia partita di cocaina viene spedita dal Messico verso l’Europa. Un’epica lotta per il potere si scatena coinvolgendo tutti i livelli di questa gigantesca piramide criminale, dallo spacciatore all’angolo della strada fino al più potente boss della malavita organizzata internazionale: i loro introiti e le loro stesse vite sono in pericolo.

La recensione in anteprima dei primi due episodi

La forza delle serie action americane e internazionali si fonde con il gusto per il racconto tipicamente italiano, con quella voglia di approfondire i personaggi, di costruire identità forti su cui si sono poggiati i grandi prodotti seriali di Sky da Romanzo Criminale a Gomorra fino a Il Miracolo. ZeroZeroZero è un ulteriore salto in avanti di una produzione che non è più dell’Italia che magari poi arriva all’estero ma che è direttamente una produzione internazionale con solidi basi italiane.

Le prime due puntate ci portano subito nel vivo dell’azione. La formula scelta è quella del teaser che ci porta nel cuore di quello che succederà nella puntata, poi la sigla e poi lo svolgimento narrativo con una scelta sequenziale che aggiunge lo sfasamento temporale alla costruzione per linee narrative diverse. Tre storie si intrecciano: quella di chi vuole comprare (la Ndrangheta), chi vuole vendere (i narcos) e chi deve agevolare questa transazione (i broker americani). Tre mondi, ma in fondo tre famiglie perchè la natura primaria dei rapporti interpersonali è fondata sulla dinamica familiare che si adatta alle situazioni.

Nella ndrangheta il vecchio boss vive rintanato e il giovane nipote ha la villa affacciata sullo stretto di Messina, i broker sono una famiglia di imprenditori americani e in Messico l’esercito è una declinazione diversa della dinamica familiare. Quando non viviamo nella famiglia siamo spinti in una perdizione che ci conduce all’estremo e ci porta a cercare consolazione altrove.

Due puntate da non perdere che fanno da prologo a quello che succederà nelle successive 6.

ZeroZeroZero, il cast

  • Gabriel Byrne è Edward Lynwood. Gestisce una prestigiosa società di navigazione, ma la vera fonte della sua ricchezza e del suo potere è il traffico di cocaina. Edward gestisce la sua società con la figlia Emma, tuttavia trascorre la maggior parte del suo tempo con il figlio minore Chris cercando di tenerlo il più lontano possibile dall’azienda di famiglia per via della sua grave malattia genetica;
  • Andrea Riseborough è Emma Lynwood figlia di Edward Lynwood, Emma, è alla guida dell’imponente impero finanziario di famiglia;
  • Dane DeHaan è Chris Lynwood che affetto da una malattia genetica terribilmente
    degenerativa che è destinata a ridurlo l’ombra di se stesso. Dopo aver conseguito una serie di lauree e aver sviluppato una visione del mondo distorta dal suo status economico, Chris passa la maggior parte del tempo a intrattenere suo padre e ad occuparsi del bellissimo giardino della tenuta di famiglia a New Orleans;
  • Harold Torres è Manuel Contreras. Manuel è un uomo che mette la sua vita nelle mani di Dio lasciando che sia Lui a guidarlo in tutto quello che fa. È un sergente dell’esercito messicano ed è il responsabile sul campo di un team di forze speciali che affronta la guerra al narcotraffico che affligge il suo paese;
  • Adriano Chiaramida è Don Minu La Piana, il capo dei capi della ‘Ndrangheta. Da anni vive rintanato in un bunker sottoterra nascosto tra i monti della Calabria, in Aspromonte, da cui gestisce i traffici della sua immensa organizzazione;
  • Giuseppe De Domenico è Stefano La Piana, il nipote di Don Minu La Piana. Proprio per via del suo legame di sangue con il boss è uno dei pochissimi uomini di fiducia che fanno parte della sua cerchia interna. Stefano ha avuto la fortuna studiare all’estero, imparare le lingue e le dinamiche di un mondo totalmente diverso da quello in cui è cresciuto;
  • Francesco Colella;
  • Tcheky Karyo.

Come vedere la serie

In onda il venerdì sera dalle 21:15 con doppio episodio su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv. Gli abbonati da più di 3 anni con Sky Cinema possono vedere gli episodi on demand con qualche giorno di anticipo.

I numeri della serie

Girata in 3 continenti (America, Europa, Africa), in 5 paesi lontanissimi fra loro (Italia, Messico, Marocco, Louisiana e Senegal) e in 6 lingue (inglese, spagnolo, italiano, francese, wolof e arabo), coinvolgendo oltre mille persone di troupe, più di diecimila comparse, con 148 giorni di riprese per un viaggio on the road in otto episodi. Una serie che è chiusa e un eventuale seguito potrebbe essere solo in formato antologico.

Credits

ZeroZeroZero è una serie creata da Stefano Sollima e dagli head writers Leonardo Fasoli (Gomorra – La Serie, Maltese – Il romanzo del Commissario) e Mauricio Katz (The Bridge, Niño Santo). Il primo episodio si basa sul trattamento degli stessi Fasoli e Sollima con Stefano Bises e Roberto Saviano. Max Hurwitz (Hell on Wheels, Manhunt: Unabomber) e Maddalena Ravagli (Gomorra – La Serie, Maltese – Il romanzo del Commissario) completano il team di scrittura.

La regia è di Stefano Sollima, Janus Metz (Borg McEnroe, True Detective) e Pablo Trapero (Mondo grua, The clan).

Credit Foto: Stefania Rosini, Patti Perret, Rosa Hadit, Sky Italia

loading...