#TBT Throwback Thursday in Serie: Alla riscoperta di… Brothers & Sisters su Disney+

brothers and sisters
- Pubblicità -

#TBT – Throwback Thursday in serie: Alla (ri)scoperta di… Brothers & Sisters

Nuovo appuntamento con la rubrica di Dituttounpop che fa un tuffo nel passato, dedicata alla riscoperta di drama e comedy più o meno “storici”, ma anche del passato recente, che arrivano in catalogo sui vari servizi streaming o anche piccole grandi chicche seriali e che quindi potrete recuperare con delle belle maratone di binge watching. Stavolta tocca a Brothers & Sisters.

Brothers & Sisters: una tipica famiglia americana contemporanea, o forse no

brothers & sisters

- Pubblicità -

Dopo il ritorno dello scorso appuntamento restiamo in casa ABC ma facciamo un salto di un decennio con Brothers & Sisters, presente nel catalogo di Star il nuovo brand all’interno di Disney+. La serie è andata in onda dal 2006 al 2011, cancellata dopo cinque stagioni con in mezzo una sciopero degli sceneggiatori, e nonostante tutto ha un finale abbastanza puntuale. Si tratta di un family drama puro, condito dall’elemento soap tipico della rete, che col tempo forse ha preso un po’ troppo il sopravvento sulle altre tematiche, motivo per il quale il creatore Jon Robin Baitz abbandonò le redini dello show dopo la stagione inaugurale.

Brothers & Sisters voleva raccontare una tipica numerosa famiglia americana ma ancorarla fortemente al presente, attraverso le idee politiche, la quotidianità e l’eterogeneità dei suoi membri. Ci riuscì abbastanza, soprattutto nelle prime stagioni, per poi virare appunto un po’ troppo sull’elemento soap misto a colpi di scena, figli illegittimi (legati all’elemento familiare della trama) e così via.

Siamo in California e William Walker, patriarca di una numerosa famiglia, muore inaspettatamente al compleanno di sua figlia Kitty; ora i suoi cinque figli devono riunirsi per far fronte a numerosi problemi. Kitty vive da anni a New York e, grazie al successo del suo programma radiofonico, ottiene un lavoro in televisione a Los Angeles, ma nello stesso momento il suo fidanzato le propone di sposarlo e di rimanere a New York. Tommy aiuta sua sorella Sarah a sistemare gli affari dell’azienda di famiglia, che si ritrova ora in una grave situazione finanziaria; inoltre Sarah, moglie e madre, deve anche occuparsi del suo traballante matrimonio, mentre Tommy sta cercando di costruirsi una sua famiglia con la giovane moglie Julia. Kevin, avvocato, è gay e single, in cerca di una relazione stabile. Infine Justin, il più piccolo dei fratelli, vive una vita allo sbando per via del trauma psicologico provocatogli dall’aver partecipato alla guerra in Afghanistan.

I cinque fratelli sono supportati dalla matriarca Nora Walker, una donna forte e coraggiosa che si è occupata di crescere i suoi figli mentre sosteneva il business del marito. Suo fratello, Saul Holden, socio del cognato nell’azienda di famiglia, è il “comandante in seconda” che sostituisce Nora quando questa è troppo impegnata per occuparsi della famiglia. Tutti loro stanno per scoprire che, sotto l’apparenza di famiglia idilliaca, si celano alcuni segreti che minacciano di distruggerla.

I Walker sono una famiglia tanto disfunzionale quanto unita, che voleva raccontare la contemporaneità attraverso le storie dei fratelli e delle sorelle del titolo. Purtroppo col passare delle stagioni si è un po’ perso questo intento ma molti dialoghi sono rimasti interessanti, poetici e attuali. Il cast scelto veniva da grandi successi televisivi e cinematografici e vederlo tutto insieme nella stessa serie non poteva che essere una gioia per gli occhi.

Sally Field, qui per la prima volta in una serie tv nei panni della matriarca Nora, grazie a questo ruolo vinse l’Emmy e lo Screen Actor Guild come miglior attrice e la serie stessa ottenne il favore dei GLAAD Media Awards dedicati alle tematiche LGBTQ+ per ben tre anni.

Nonostante il calo e gli abbandoni del cast via via negli anni, rimane una delle serie del periodo d’oro di ABC che affrontava non solo il rapporto fra genitori e figli, ma soprattutto quello tra i fratelli e le sorelle del titolo.

Il cast

Dave Annable è Justin Walker
Sally Field è Nora Holden-Walker
Calista Flockhart è Kathrine “Kitty” Walker
Balthazar Getty è Thomas “Tommy” Walker
Rachel Griffiths è Sarah Walker-Whedon
Sarah Jane Morris è Julia Walker
John Pyper-Ferguson è Joe Whedon
Matthew Rhys è Kevin Walker
Ron Rifkin è Saul Holden
Patricia Wettig è Holly Harper
Rob Lowe è Robert McCallister
Emily VanCamp è Rebecca Harper
Maxwell Perry Cotton è Cooper Whedon
Luke MacFarlane è Scotty Wandell
Luke Grimes è Ryan Lafferty
Gilles Marini è Luc Laurent

- Pubblicità -