Social Distance Netflix lavora a una serie da quarantena con l’autrice di Orange is the New Black

kohan
Mandatory Credit: Photo by Charles Sykes/Invision/AP/Shutterstock (10347536gf) Jenji Kohan attends the final season premiere of Netflix's "Orange Is the New Black" at Alice Tully Hall, in New York NY Netflix's "Orange Is the New Black" Final Season Premiere, New York, USA - 25 Jul 2019

Social Distance Jenji Kohan lavora a una serie tv sulla quarantena da girare a distanza

Jenji Kohan, creatrice e produttrice di Orange is the New Black e GLOW, sta lavorando a Social Distance, una serie antologica su questo periodo di quarantena che sarà realizzato per Netflix.

La chiusura delle produzioni stimola la creatività e allora in attesa di capire se e quando si riprenderà a girare e soprattutto in che modo il COVID-19 impatterà le storie e le produzioni, Kohan con il suo gruppo di lavoro Hilary Weisman Graham, Diego Velasco, Tara Herrmann e Blake McCormick, fanno un passo avanti, pensando a una serie da quarantena.

Il dubbio se introdurre quanto successo in questi mesi nelle diverse serie tv, se e come trarne storie da raccontare ci accompagnerà per lungo tempo. Nessuno ha una soluzione più adeguata di un’altra. Certo viene da chiedersi se, una volta “tornati liberi” gli spettatori di tutto il mondo abbiano voglia di rivivere quanto trascorso o se non preferissero tornare alla normalità anche seriale.

Social Distance è una serie tv che sarà sviluppata totalmente a distanza, un prodotto sicuramente nuovo. Il cast e tutto lo staff (comunque ridotto basti considerare che non serviranno tecnici, truccatori e simili) lavorerà in sicurezza nelle loro case. Gli sceneggiatori non si incontreranno mai e Velasco si occuperà della regia da remoto.

Non ci sono indicazioni sulla trama nè sul cast di Social Distance, ma essendo stata presentata come un’antologia probabilmente racconterà singole storie in ogni episodio, storie casalinghe da quarantena.

Il nostro lavoro” hanno spiegato i produttori “è quello di rappresentare la realtà e in questa nuova, bizzarra realtà stiamo tutti sperimentando, cercando nuove forme di connessioni, mentre rimaniamo a distanza.” L’ispirazione, come hanno spiegato, arriva proprio dalla quotidianità dai racconti personali di chi sta vivendo insieme ma separati. “Speriamo che Social Distance possa aiutare le persone a sentirsi unite“.

In precedenza Ben Silverman e Paul Lieberstein hanno annunciato lo sviluppo di una serie comedy lavorativa su un capo che chiede allo staff di interagire virtualmente per tutto il giorno per mantenere la produttività stando a distanza, mentre il team di All Rise ha realizzato una puntata speciale creata a distanza.