Succession la seconda stagione si fa ancora più corale. Ecco perchè è imperdibile

succession

Succession la famiglia Roy torna su Sky Atlantic e Now Tv con le sue lotte di potere

Appuntamento imperdibile per gli appassionati seriali: da mercoledì 9 ottobre su Sky Atlantic e Now Tv torna Succession con la sua seconda stagione. E per stare belli tranquilli e sereni durante la visione sappiate che la serie HBO è stata già rinnovata per una seconda stagione.

Dimenticate gli eccessi giovanili, i draghi, i mostri, gli zombie, la serie consigliata dall’algoritmo o dall’influencer di turno (che il più delle volte non l’ha nemmeno vista), con Succession vince la serialità con la S maiuscola.

La trama

Succession racconta la storia della famiglia Roy, guidata dal patriarca ottantenne Logan Roy fondatore di una mega compagnia internazionale, proprietari di parchi giochi, canali tv, giornali. La ricerca del successore e il futuro dell’azienda sono il motore di tutte le vicende che animeranno la serie tv.

La seconda stagione riparte dagli eventi con cui si è conclusa la prima con Logan alle prese con la scelta del suo successore ma soprattutto con i suoi figli e gli altri che gravitano intorno alla famiglia che hanno mire sempre più forti ma con il timore di questa figura patriarcale e dittatoriale che incombe.

Perchè Succession è da vedere

Succession è la forza della parola applicata al linguaggio seriale. Non è un film diviso in episodi, non è un soggetto che a fatica viene percorso e suddiviso in mille rivoli. Succession si costruisce e si alimenta puntata dopo puntata. Ogni 50-60 minuti ci sono novità, svolte, situazioni che si evolvono come è lecito aspettarsi da una serie tv.

Una serie tv fortemente teatrale, costruita anche sui momenti che non appaiono sullo schermo, sui controscena, sulle figure di contorno che escono dall’ombra per assurgere al ruolo di protagonisti. Una famiglia potente ma proprio per questo formata da tante deboli unità, ciascuno con la voglia di emergere ma la paura di scontentare chi controlla tutto il potere: Logan Roy. Nessuno si mette contro il padrone.

Ma ogni personaggio ha a sua volta un altro padrone cui rispondere e che non vuole scontentare e nella somma delle insicurezze chi riesce a mostrare un pizzico di confidenza in più potrebbe riuscire a emergere. Ma non è da escludere che anche lì si nasconda un piano misterioso.

Il potere va alimentato, va costantemente mantenuto con la forza delle relazioni, con la forza stessa del potere. Tutto può crollare in un istante per una scalata, per uno scandalo, per un affare saltato. Bisogna sempre guardare avanti, andare oltre. Ma chi riuscirà a prevalere?

Succession è un drama ma la componente comico-satirica è fondamentale per la riuscita di una serie che potremmo quasi identificare come una sorta di soap opera d’autore alto-borghese.

Come vedere Succession in Italia?

La seconda stagione di Succession arriva in Italia quando manca un solo episodio alla sua conclusione negli USA su HBO. La serie è in onda con due episodi a settimana il mercoledì dal 9 ottobre su Sky Atlantic, in streaming su Now Tv, in mobilità su Sky Go (servizio incluso per gli abbonati Sky), disponibili in On Demand dal giorno del rilascio, con la prima stagione presente su Sky Box Sets.

Il cast

  • Brian Cox  – Logan Roy il patriarca
  • Kieran Culkin – Roman Roy il terzo figlio
  • Jeremy Strong – Kendall Roy
  • Alan Ruck – Connor Roy il primo figlio
  • Sarah Snook – Siobhan “Shiv” Roy la figlia più piccola
  • Hiam Abbass – Marica Roy la terza moglie di Logan
  • Nicholas Braun – Greg Hirsch nipote di Logan figlio di suo fratello Ewan Roy
  • Natalie Gold – Rava Roy moglie separata di Kendall
  • Matthew Macfadyen – Tom Wamsgans fidanzato di Shiv
  • Peter Friedman – Franck Vernon COO della Waystar Royco
  • Scott Nicholson – Colin amico di Logan
  • J. Smith-Cameron – Gerri Killman consigliera di Royco
  • Eric Bogosian – Gil Eavis politico candidato presidente
  • Holly Hunter – Rhea