The Watcher e Mostro rinnovate da Netflix, Ryan Murphy re delle antologie

Il Signore dell’antologia colpisce ancora. Ryan Muprhy in due mesi ha sbancato Netflix con The Watcher e Mostro Dahmer La vera storia di Jeffrey Dahmer dando finalmente un senso al mega accordo firmato con la piattaforma mettendo a tacere i critici. Grazie ai numeri di visualizzazioni registrati dalle due serie tv, entrambi i progetti sono stati rinnovati in modo del tutto inaspettato visto che si trattava di due miniserie.

Per quanto riguarda Mostro che nella prima stagione ha raccontato la vicenda del serial killer Jeffrey Dahmer, sono state ordinate ben due stagioni che racconteranno ovviamente due altri famosi killer, ma non sono stati anticipati i soggetti. Non è invece chiaro se The Watcher 2 sarà un proseguimento della prima stagione o se anche questo diventerà un’antologia in qualche modo. Ryan Murphy e Ian Brennan hanno fatto di nuovo centro con quella formula “limitata” che impedisce di sbrodolare, come capitato in passato a Murphy.

L’entusiasmo di Netflix per Dahmer e The Watcher

Bela Bajara, capo Global Tv Netflix non può che gongolare per questo rinnovo definendo Murphy e Brennan “abili narratori capaci di catturare il pubblico di tutto il mondo“. In questo modo Netflix potrebbe legarsi al team Murphy anche oltre la scadenza dell’accordo in essere un po’ come fatto da FX che continua a rinnovare American Horror Story, Crime Story, Feud.

Dahmer – Monster: The Jeffrey Dahmer Story su Netflix vede Evan Peters nei panni del famoso serial killer, la serie in 10 episodi è raccontata dal punto di vista delle vittime, sottolineando anche l’indifferenza e l’incompetenza della polizia che ha permesso a Dahmer di sfuggire più volte alla cattura.

The Watcher con Naomi Watts e Bobby Cannavale è ispirata a una storia vera e racconta le vicende di una famiglia che si trasferisce nella loro casa dei sogni ritrovandosi in un incubo tra strani vicini e misteriose lettere di un “osservatore” che controlla la casa.

Riccardo Cristilli
Riccardo Cristilli
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it