Voglio vivere in Italia, su laF i nuovi viaggi dei couchsurfers Simone e Anna

Voglio vivere in Italia su laF dal 3 ottobre

Udine, Brescia, La Spezia, Cuneo, Macerata e Perugia, sono le nuove tappe del viaggio di “Voglio vivere in Italia”, produzione originale laF canale 135 di Sky realizzata da EiE Film in onda da giovedì 3 ottobre 2019 alle ore 21.10 in prima tv assoluta.

I couchsurfers e travellers Simone & Anna (Simone Chiesa e Anna Luciani) tornano a bordo del loro camper rosso, armati di zaino e videocamera, con l’obiettivo di riscoprire la provincia italiana attraverso il punto di vista originale e inedito di alcuni abitanti molto speciali: gli stranieri che hanno scelto di viverci e realizzare qui i loro sogni.

Il viaggio riparte dalla città friulana di Udine, toccandone alcuni dei luoghi più significativi, dalla Loggia del Lionello e Piazza Libertà al celebre Castello fino ai dintorni con la fortezza di Palmanova, Patrimonio dell’Umanità Unesco. A fare da ciceroni a Simone & Anna in questo percorso persone con storie ed origini diverse, ma accomunate dall’amore per l’Italia.

Tra questi: Claudia Gandin, venezuelana laureata in architettura trasferitasi nel Friuli 10 anni fa insieme ai genitori e al figlio; Eugene Magina, ballerino e coreografo nato in Kenya, arrivato qua per amore e che ora collabora con Time For Africa, una Onlus che si occupa di cooperazione e volontariato per far fronte al crescente divario di disuguaglianze nei confronti del Sud del Mondo; il bosniaco Goran Boncina, proprietario di un negozio di dischi in centro; ed ancora, Idris Rustami, un informatico afghano che ha raggiunto l’Italia a piedi, impiegandoci oltre un mese di marcia, e che a Udine ha trovato nuove opportunità grazie all’associazione “Ospiti in Arrivo”.

Il viaggio prosegue con la puntata dedicata a Brescia e a raccontarla a Simone & Anna sono la vietnamita Kim e i suoi figli, Betty e Andrea, con cui ha aperto una sartoria dove si riciclano tessuti e materiali di scarto per la creazione di stoffe eco-sostenibili; il greco Atanasio Vlachodimos, arrivato 22 anni fa per studiare medicina, oggi coinvolto in un progetto che ha l’obbiettivo di formare stranieri residenti a Brescia, affinché possano raccontare alle diverse comunità il patrimonio artistico e culturale della città nella propria lingua madre; ed ancora, il palestinese Iyas Ashkar che ha aperto un ristorante in centro dove propone una cucina palestinese rivisitata e il noto dj francese Jean Luc Stote, patron della celebre Festa della Musica, che dopo una lunga e variegata carriera continua a spendere le sue energie nella promozione della musica indipendente, in particolare quella del territorio bresciano.

Le 6 puntate da 30 minuti ciascuna saranno poi disponibili su Sky OnDemand oltre che su SkyGo in mobilità. A seguire alle 22:10 i reportage di Incredibili viaggi in treno