Watchmen dal fumetto DC arriva la serie tv di Damon Lindelof. Da non perdere

watchmen

Watchmen su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv in contemporanea con HBO dal 21 ottobre in versione sottotitolata dal 28 in versione doppiata

Watchmen alle 3 del mattino e alle 21:15 del 21 ottobre

Un potenziale cult ha bisogno della contemporanea mondiale. Ecco così che dal 21 ottobre nel doppio formato 3 del mattino e prima serata arriva su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv (disponibile On Demand) in versione originale con sottotitoli Watchmen , serie HBO prodotta da Warner Bros e ispirata all’omonimo albo DC Comics.


Reduce dalle esperienze “cult” di Lost e The Leftovers, Damon Lindelof ha deciso di cimentarsi con un materiale ostico, già di culto nel mondo dei fumetti e già passato per un adattamento cinematografico contestato dai fan. Proprio per questo Lindelof ha spiegato che la sua serie tv non sarà un adattamento ma una produzione che parte dalla vicenda raccontata da Alan Moore nel 1986, collocata nel medesimo universo narrativo e presentata ai fan dell’omonima graphic novel di culto e a un pubblico tutto nuovo.

La serie segue un gruppo di “supereroi” estremamente umani, alle prese con problemi personali e questioni etiche. Una storia inedita, che ha luogo qualche decennio dopo le avventure del Dottor Manhattan e degli altri controversi supereroi e che vede protagonisti personaggi vecchi e nuovi, interpretati da un cast di stelle di prima grandezza. Se Jeremy Irons interpreta un personaggio già noto ai fan delle tavole di Moore e Gibbons, Regina King guida il cast prestando voce e volto alla detective Angela Abar, della polizia di Tulsa, Oklahoma.

La Trama

Un mondo all’apparenza simile al nostro ma che non potrebbe essere più diverso, in cui l’America ha vinto la Guerra in Vietnam e Robert Redford è Presidente degli Stati Uniti, questo lo scenario da cui parte Watchmen. Un mondo in cui per combattere il crimine le forze dell’ordine sono costrette a nascondere la loro identità e i supereroi sono considerati alla stregua di criminali.

Tre anni dopo la cosiddetta Notte Bianca, un sanguinoso attacco ideato e messo a segno dai suprematisti bianchi contro le forze dell’ordine e le loro famiglie, i poliziotti sono costretti a coprirsi il volto con delle bandane gialle per proteggere la loro identità, mentre il Settimo Cavalleria, il gruppo terroristico dietro la strage i cui membri indossano maschere raffiguranti le “macchie” di Rorschach, vive nascosto nell’ombra.

Legati da quel tragico avvenimento, Angela Abar e Judd Crawford, il capo della polizia di Tulsa, uniranno le forze per investigare su una sparatoria che potrebbe preludere a una nuova ondata di attacchi ad opera dei suprematisti. Intanto, Laurie Blake fredda e distaccata agente dell’FBI dal passato glorioso, arriva in città per indagare su un altro macabro caso di omicidio.

Le Prime Impressioni

Quando c’è la qualità si vede subito. Qualità nel cast, nel racconto, nella costruzione della struttura narrativa. Una qualità che permette di superare anche quei limiti di conoscenza della materia di chi non ama i fumetti.

Attraverso l’uso del fumetto che concede la libertà di puntare all’estremo senza travalicare la distopia, Watchmen racconta la deriva del contemporaneo costruita sulla paura di tutto ciò che non si conosce, che non si comprende. In questo Lindelof è maestro nel costruire la tensione sul mistero e l’ignoto, spesso non sai quello che succede in una sua serie, molti elementi non hanno un significato immediato ma come simbolo per qualcosa di diverso. E proprio per questo Watchmen funziona. Voto 7 Riccardo Cristilli

Per me la serie dell’anno. Non ero così gasato post visione dopo Westworld. Un applauso per come Lindelof è riuscito, nonostante ciò che abbia dichiarato nei mesi precedenti all’uscita, a rispettare enormemente il materiale fumettistico di partenza per destrutturarlo e farlo proprio, utilizzando una struttura seriale e una sceneggiatura di alto livello che ricordano moltissimo il suo (capolavoro incompreso) The Leftovers, provocando straniamento nello spettatore. Questo è più evidente dal terzo episodio, merito anche dell’interpretazione sopraffina di Jean Smart, oramai abituata ai “supereroi d’autore” dopo Legion. NB: potrebbe destabilizzare chi non conosce minimamente il materiale di partenza (fumetto o film che sia). Voto 9 Federico Vascotto

Watchmen Il Cast

  • Regina King è la Detective Angela Abar/Sister Night
  • Don Johnson è il Capo della polizia Judd Crawford
  • Tim Blake Nelson è Wade/Looking Glass
  • Louis Gossett Jr. è Will Reeves
  • Jessica Camacho è Pirate Jenny
  • Tom Mison
  • Andrew Howard è Red Scare
  • Jeremy Irons è Adrian Veidt
  • Jean Smart è Laurie Blake
  • Yahya Abdul-Mateen II è Cal Abar
  • Jacob Ming-Trent è Panda
  • James Wolk è il Senatore Keene
  • Robert Redford è il Presidente Robert Redford