Home Prime Video Wolf Like Me su Prime Video una serie deliziosa da non lasciarsi...

Wolf Like Me su Prime Video una serie deliziosa da non lasciarsi scappare – La recensione

- Pubblicità -
Wolf Like me
(Photo by: Mark Rogers/Peacock)

Recensione Wolf Like Me, serie tv in streaming su Prime Video con Josh Gad e Isle Fisher

Recensione Wolf Like Me – Venerdì 1° Aprile su Prime Video in streaming arriva Wolf Like Me una piccola grande serie, una frase abusata ma che calza alla perfezione per questa serie in 6 episodi da 25-28 minuti, ma originale, dolce, sorprendente e ben recitata. Elementi rari recentemente.

- Pubblicità -

Protagonisti di Wolf Like Me sono Isla Fisher e Josh Gad, la serie è diretta e creata da Abe Forsythie, produzione Endeavour Content e Made Up Stories (quelli di Frammenti di Lei e Big Little Lies), girata in Australia e ambientata ad Adelaide. Nel nostro piccolo con questa recensione di Wolf Like Me proveremo a convincervi a guardarla, tanto in fondo basta una serata. Al centro la storia di due persone che si incontrano per caso e sarà proprio il “caso” a decidere le loro sorti, mentre uno sconvolgente segreto viene alla luce (qui la scheda completa con tutti i dettagli).

- Pubblicità -

Wolf Like Me, dolcemente complicati

La serie tv disponibile in Italia su Prime Video Wolf Like Me è una di quelle serie tv che difficilmente vengono scelte mentre stai decidendo cosa guardare. Non ha “stelle” di primo piano, non ha una trama apparentemente convincente. Potrebbe essere scambiata per una banale commedia romantica. Ma è una di quelle serie tv che finisci in fretta dopo averla iniziata. E non solo perchè dura poco.

- Pubblicità -

Senza voler svelare la ragione delle fughe continue di Mary (anche se tra il trailer e il titolo qualcosa si intuisce), questa commedia delicata, ha nell’elemento “misterioso” l’allegoria dei fardelli della vita. Quel bagaglio di esperienze sia positive che negative spesso bloccano il nostro agire. Almeno finchè non arriva qualcosa, uno stimolo esterno a scuoterci. Come succede a Gary e Mary, due anime diversamente fragili e dolcemente complicate.

Josh Gad dona anima e delicatezza al suo Gary, un vedovo bloccato nella cura della figlia, l’ultimo ricordo rimasto dell’amore perduto. L’incontro fortuito con Mary (una meravigliosa Isla Fisher capace di cambiare l’emozione con un movimento di sopracciglia) fa uscire tutti dal rifugio emotivo in cui si erano infilati. E alla fine della continua corsa verso l’ignoto, la serie ci spinge a gettarci oltre le apparenze, a fidarci della fragilità degli altri per superare le proprie. Voto 7.5 Riccardo Cristilli

- Pubblicità -

Wolf Like Me un amore prima vista

Sulle note di Fortress, canzone strepitosa dei Queens of the Stone Age, tema portante della serie per il significato che porta con sé, già alla fine del primo episodio potreste  innamorarvi di Wolf Like Me, un vero e proprio gioiellino. “Beati quelli che hanno crepe, perché lasciano entrare la luce” – diceva Groucho Marx – e questa citazione introduce lo spettatore alla serie: la storia è quella di Gary e Mary, due anime alla deriva, due persone con un gigantesco bagaglio emotivo alle spalle, entrambi con uno zaino di pietre sulle spalle, da tanto, troppo tempo.

Due persone che hanno quasi paura a sfiorarsi, per non intaccare uno le fragilità dell’altra. Nel mezzo, la piccola Emma, figlia di Gary, rimasta orfana troppo presto (per quanto non esista un’età per questo, un presto o un tardi intendo) e incapace di reagire e aprirsi all’affetto di suo padre e degli altri. Un piccolo mondo, quello di questi tre personaggi, che viene scosso quando un segreto riguardo Mary viene a galla.

E qui sta la genialità della serie: un elemento fantasy irrompe in una delle dramedy più interessanti di questo periodo, senza però intaccare minimamente la credibilità della storia.
Tutto è molto armonico, credibile seppur “fantastico”, l’ironia pervade i 6 episodi senza rubare spazio alla delicatezza di una storia davvero gradevole ed emozionante.
Valore aggiunto, una colonna sonora molto interessante che calza a pennello alla serie.
Forse saremo in pochi a consigliarvela supportandola in questo modo, forse non ci vedrete ciò che ci abbiamo visto noi, eppure ci ha conquistato da subito, un vero colpo di fulmine.
Voto 7.5 – Giorgia Di Stefano

É da vedere se…

Wolf Like Me potrebbe essere la tua scelta ideale se ti sono piaciute serie come Wilfred, Dead Like Me, ma anche Pushing Daisies per il suo gusto di raccontare un amore impossibile. Per il resto vi consigliamo di scaricare l’app gratuita di TV Tips e di usare la funzione “Match” con la quale potete scoprire la prossima serie da guardare, con consigli legati ai vostri interessi.

 

- Pubblicità -