American Crime Story: Impeachment Clive Owen sarà Bill Clinton

Clive Owen in una serie apple tv

American Crime Story: Impeachment Clive Owen sarà Bill Clinton

Forse era uno tra i casting più attesi: scoprire chi presterà corpo e volto a Bill e Hillary Clinton per American Crime Story: Impeachment terzo capitolo della saga di Ryan Murphy.


Adesso sappiamo intanto chi sarà Bill Clinton: Clive Owen. 

L’attore nominato all’Oscar per Closer, al cinema recentemente in Gemini Man, protagonista in tv in The Knick di Cinemax, prossimamente sarà anche accanto a Julianne Moore nella miniserie Apple Lisey’s Story prodotta da J.J. Abrams.

La miniserie in teoria dovrebbe debuttare negli USA su FX il 27 settembre del 2020, in streaming su HULU nel nuovo spazio appena creato FX on Hulu e in Italia su Fox Crime che finora ha sempre trasmesso la serie. Ma la data potrebbe cambiare perchè le riprese sono slittate da febbraio a marzo. Una modifica spiegata recentemente da Murphy perchè sto dirigendo Prom con Meryl Streep, Nicole Kidman e James Corden. Inoltre Sarah Paulson ha bisogno di un paio di mesi per calarsi nei panni di Linda Tripp. Quindi ancora non abbiamo una data. 

Linda Tripp è la donna che registrò le conversazioni di Monica Lewinsky e ebbe quindi un ruolo cruciale nel caso della richiesta di messa in stato d’accusa del Presidente Clinton. La serie, naturalmente è ambientata negli anni ’90 ed è scritta da Sarah Burgess e prodotta dalla squadra di Murphy composta da Nina Jacobson, Brad Simpson, Brad Falchuk e la stessa Paulson oltre che Monica Lewisnky.

Beanie Feldstein sarà Monica Lewinsky e Annaleigh Ashford sarà invece Paula Jones. Come i precedenti capitoli di American Crime Story, anche Impeachment è tratto da un libro, nello specifico da A Vast Conspiracy: The Real Story of the Sex Scandal That Nearly Brought Down a President scritto da Jeffrey Toobin, già autore del libro usato per la prima stagione incentrata sul caso OJ Simpson.

American Horror Story 10 potrebbe essere l’ultima e riunirà diversi attori, Hollywood a maggio. Parla Ryan Murphy

American Crime Story non si fermerà qui, nonostante l’accordo di Ryan Murphy con Netflix, ma difficilmente vedremo un capitolo dedicato al caso Katrina, da tempo in lavorazione e che forse non si farà mai. “Ci abbiamo lavorato per un anno. La cosa migliore di American Crime Story è che lo facciamo solo se possiamo farlo al meglio. Impeachment lo stiamo facendo perchè Sarah Burgess è una grande autrice che ha realizzato una grande sceneggiatura. Quella di Katrina, era una storia complicata da sviluppare. Ma mai dire mai, anche se penso che ormai siamo andati oltre. Ci sono 4-5 idee in ballo per Crime Story ma Katrina non c’è.