Grey’s Anatomy 18 come finisce? il caos regna sovrano nell’episodio 400!

grey's Anatomy calendario serie tv
- Pubblicità -

Grey’s Anatomy 18 attenzione SPOILER, ecco come finisce la stagione con un drammatico e caotico episodio 400 ma la serie avrebbe bisogno di un reset

Questo articolo contiene Spoiler sul finale di stagione di Grey’s Anatomy 18, episodio numero 400 di tutta la serie che prepara a una nuova stagione 19 che non è stata annunciata come l’ultima. Se sei capitato/a qui per caso è il momento di andarsene, a questo link trovi i dettagli sulla programmazione italiana della serie, con la puntata finale prevista o il 22 giugno se sarà rispettato il doppio episodio americano trasmesso ieri 26 maggio, o il 29 se gli episodi 19 e 20 saranno suddivisi su due settimane.

Dopo l’avvenuta avvertenza entriamo nel dettaglio dell’episodio 400 di Grey’s Anatomy e l’unica reazione possibile è “what a mess!” che rende meglio l’idea di “che casino!”. L’episodio 20 della stagione 18 che era anche il 400° di tutta la serie lascia gli spettatori e la serie nel caos più totale. Un episodio che conferma la pigrizia ormai raggiunta da questa serie che nemmeno prova più a fare qualcosa ma si lascia trascinare dagli eventi, senza nemmeno organizzarli ma con un montaggio caotico e con incursioni che sembrano avulse dal resto.

Come finisce Grey’s Anatomy 18?

Se ci dovessimo basare su quello che abbiamo visto, sembrerebbe che metà del cast stia per lasciare la serie. Nell’ultima puntata di stagione, il programma di specializzandi viene chiuso nonostante tutti i tentativi di Bailey di salvarlo. Ma giustamente la persona incaricata di giudicare fa notare a Miranda Bailey come siano diventati troppo una famiglia e nessuno rispetta più alcuna gerarchia, gettando l’ospedale nel caos (ancora questa parola che ritorna). Così Meredith fa un’operazione impossibile in una giornata con una forte crisi di disponibilità di sangue, contravvenendo all’obiezione di Richard Weber, delegato della fondazione Fox nell’ospedale.

Chiuso il programma, gli specializzandi fanno i bagagli e lasciano il Grey-Sloane. Saputo che il cancro di Catherine è in remissione, la vediamo andar via sorridente con Richard e scopriamo da Jackson, in vista con April per salvare l’ospedale e stare con la madre, che hanno deciso di prendersi un periodo sabbatico. Owen e Teddy scappano prima che la polizia li arresti dopo che il marito di una soldatessa li ha denunciati visto che non volevano dargli medicinali per aiutarla a morire. Bailey si licenzia per preservare la propria salute. Così l’unica che voleva andar via, Meredith, resta accettando la richiesta di Jackson di diventare capo ad interim di Chirurgia.

E fa sorridere come la vicenda di Meredith sembra corrispondere a quella di Ellen Pomepo, entrambe bloccate in un posto dove palesemente vorrebbero non stare. Ma per senso del dovere, per salvaguardare posti di lavoro, entrambe restano, almeno finchè non siano altri a staccare la spina. Meredith sembra spingere Nick a tornare in Minnesota anche se la puntata si chiude proprio con lei che lo richiama (e se dovessimo scommettere diremmo che Nick resta).

Un bagno di sangue?

Al momento non ci sono segnali di una diaspora di attori di questo tipo. Probabile che si sia voluto chiudere la stagione in modo drammatico trovando poi il modo di riportare tutti all’ovile. Magari qualcuno tornerà non proprio nel primo episodio ma è difficile immaginare una stagione 19 praticamente rivoluzionata. Per chi resta, però, solo note positive. Amelia ritrova Kai e chiede scusa a Link, che recupera nel frattempo il suo rapporto con Jo, rientra anche la breve crisi tra Winston e Maggie.

Uno spinoff per Jackson e April?

Ad arricchire la puntata 400 c’è stato anche l’atteso ritorno di Jackson e April che, confermando l’autogestione che regna in Grey’s Anatomy, rivediamo in una scena iniziale introdotta e poi fugacemente un paio di altre volte, cruciali per la gestione dell’ospedale. Anche se la scena che tutti aspettavano arriva verso fine episodio quando vediamo Jackson e April baciarsi in ascensore (ah quante ne hanno viste quegli ascensori).

Subito i fan sui social sono tornati a invocare uno spinoff sulla coppia. Tra fondazione Fox da gestire e la loro vita di materiale ci starebbe ma sembra più un’ipotesi da fanta-tv. Sia perchè se avessero voluto farlo era da proporlo questa stagione o al massimo all’inizio della prossima, ma anche perchè Shonda Rhimes è impegnata a rispettare l’accordo con Netflix e forse Shondaland non può sviluppare serie per altri network, ma anche perchè Jesse Williams non sembra intenzionato a impegnarsi con un’altra serie da generalista. Resterà nella mente dei fan Japril Anatomy?

Più che uno spinoff la serie avrebbe bisogno di una bella sistemata. Di una struttura di stagione non costruita su ospitate, su incursioni a sorpresa ma su una narrazione più coesa e meno costruita a blocchi. Avrebbe bisogno di puntate costruite non sul minutaggio da dare agli attori ma su storie da raccontare. E non bastano a tenere in piedi la baracca le puntate “tematiche” in cui vengono affrontati temi socialmente rilevanti. Grey’s Anatomy avrebbe bisogno di essere accompagnato a un degno finale. Oggi difficile da immaginare.

- Pubblicità -
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it