House of The Dragon probabilmente andrà in onda nel 2022 – HBO al TCA

House of the Dragon

House of The Dragon, il presidente HBO sul prequel di Game of Thrones, l’anno di debutto previsto e le motivazioni dello scarto del pilot con Naomi Watts. HBO al TCA

HBO e tutta WarnerMedia (la casa madre che include anche altri canali come TNT/TBS/TruTV e la casa di produzione Warner Bros), hanno invaso il TCA Winter Press Tour di Pasadena. Non potevano mancare domande e risposte legate alla nuova serie nell’universo di Game of Thrones, House of the Dragon, ordinata da HBO qualche mese fa.


Il presidente di HBO, Casey Bloys ha detto che ci vorrà tempo per realizzare la serie: “credo che andrà in onda nel 2022,” ma è ancora presto per stabilire la data esatta. Bloys ha anche parlato delle decisioni prese negli ultimi mesi sulle serie nell’universo di Game of Thrones, quindi sia sull’ordine diretto a serie di House of Dragon, che della cancellazione del pilot con Naomi Watts scritto da Jane Goldman.

Su House of The Dragon, progetto creato da George R.R. Martin e Ryan Condal, Bloys ha rivelato: “stanno iniziando a scrivere [le sceneggiature, ndr]“. La serie è sceneggiata da Ryan Condall ed è ambientata 300 anni prima degli eventi di Game of Thrones, e racconterà la storia della casata dei Targaryen, gli antenati di Daenerys.

Bloys ha anche precisato che il processo di casting non è ancora partito: “è una produzione molto complicata“, ha precisato, ed è normale se consideriamo che non si sono ancora sceneggiature pronte per la serie, e che i due showrunner della serie, Condal e Miguel Sapochnik (che ha diretto episodi di Game of Thrones) hanno iniziato adesso a lavoraci.

e gli altri spinoff e sequel?

Gli altri tre spinoff che HBO stava sviluppando insieme al prequel, sono attualmente in pausa, che potrebbe diventare definitiva se la produzione di House of the Dragon andrà bene. “Stiamo lavorando per portare House of the Dragon in onda, è la priorità al momento“, ha detto Bloys. “Non ci saranno ulteriori ordini [riferendosi agli altri progetti nel mondo di Game of Thrones, ndr]. Poi mai dire mai, magari in futuro, ma per adesso non ci sono piani a riguardo, ci stiamo concentrando tutti su House of the Dragon.

Ma House of the Dragon non è l’unico progetto che aveva ricevuto un ordine da parte di HBO. Il canale infatti aveva ordinato il pilot scritto da Jane Goldman, che è stato girato e nel cast aveva Naomi Watts, ma poi non è stato ordinato a serie. Ecco perchè:

Nel processo di sviluppo, alcuni progetti riescono, altri no,” ha detto Bloys a Deadline. “Una delle cose belle che Jane [Goldman] è riuscita fare è superare la sfida di creare personaggi da zero… il pilot era ambientato 8000 anni prima della serie madre, quindi ha richiesto più creatività, era una grossa scommessa. Una delle cose positive di House of The Dragon invece è che c’è già del testo, c’è un libro quindi per noi è stato più facile capire che direzione avrebbe preso la serie.

Sui motivi che l’hanno portato a scartare il pilot, Bloys dice: “Jane ha fatto un ottimo lavoro, aveva tra le mani una grossa sfida e non c’è nulla in particolare che mi fa dire: ‘ah quella cosa non ha funzionato’, nella sua totalità era piuttosto slegato. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo deciso di sviluppare tanti progetti su Game of Thrones. Saremmo stati fortunati se avessimo realizzato un pilot e fosse stato perfetto… Ma nel processo di sviluppo, come sapete, si deve continuare a provare per trovare la cosa giusta. E anche in questo caso valgono queste regole.