Le migliori serie tv del 2020: quelle nuove e le veterane… secondo noi

migliori serie tv

Il 2020 delle serie tv: le migliori* nuove e vecchie serie tv dell’anno – La Top 10. *Secondo noi

La fine dell’anno è sempre periodo di bilanci, e nonostante questo sia stato un anno da dimenticare sotto diversi aspetti, quello che non è mancato è l’intrattenimento. Un settore che mai come quest’anno è stato importante. Un settore che è stato ampiamente condizionato dagli effetti della pandemia, attraverso lo stop delle produzioni, con stagioni più corte del previsto o addirittura contenuti interi rimandati al 2021.

Il 2020 è stato l’anno del debutto di Disney+ in Italia, il servizio streaming del colosso Disney. Negli Stati Uniti, invece, sono arrivati due nuovi servizi streaming: HBO Max di WarnerMedia e Peacock di Comcast/Universal. Il 2020 in Italia è stato l’anno in cui i canali, almeno quelli a pagamento, e le piattaforme hanno rilasciato contenuti in lingua originale con sottotitoli, a causa della chiusura dei centri di doppiaggio durante la prima ondata. Un aspetto rivoluzionario per un paese che si affida al doppiaggio, anche se è stata più una necessità temporanea e che difficilmente si ripeterà.

Insomma, è stato un anno straordinario, ed è arrivato il momento di fare un bilancio. Anche quest’anno abbiamo deciso di separare le novità dell’anno dalle serie già in onda da anni, e abbiamo creato due Top10 che rappresentano una somma di preferenze di tutta la redazione. Eccole:

Le migliori* nuove serie tv del 2020 – *Secondo Noi

  1. The Undoing (HBO – Sky Atlantic 2021)
  2. Normal People (BBC – Starzplay)
  3. Perry Mason (HBO – Sky Atlantic)
  4. Un volto, due Destini (I Know This Much is True) (HBO – Sky Atlantic)
  5. Ted Lasso (Apple TV+)
  6. Unorthodox (Netflix)
  7. Upload (Amazon Prime Video)
  8. Hunters (Amazon Prime Video)
  9. Dispatches From Elsewhere (AMC – Amazon Prime Video)
  10. ZeroZeroZero (Sky Atlantic)

Le veterane – Sempre secondo Noi

  1. The Crown 4 (Netflix)
  2. The Mandalorian 2 (Disney+)
  3. This Is Us 4/5 (NBC – Fox Italia)
  4. The Good Fight 4 (CBS All Access – TIMVISION Inedita)
  5. Westworld 3 (HBO – Sky Atlantic)
  6. The Boys 2 (Amazon Prime Video)
  7. Sex Education 2 (Netflix)
  8. L’Amica Geniale 2 (Rai 1)
  9. The New Pope (Sky Atlantic)
  10. Ramy 2 (Hulu – Starzplay)

Le menzioni d’onore

Quelle sopra, essendo un espressione di quattro top10 di ogni membro della redazione ha prodotto degli “scarti” che non ce l’hanno fatta. Ma sono solo “scarti” tecnici, dettati da una votazione nostra interna, ma non per questo meno meritevoli. Ogni serie ha uno speciale “endorsement” da parte di uno o più membri della redazione.

Quella che segue non è una classifica:

  • Gangs Of London (Sky Atlantic): una Londra torbida e oscura fa da sfondo a una serie potente con al centro la più classica delle dinamiche di potere familiare e tra gang. Le scazzottate coreografate come fossero scene da musical sfiorano la perfezione. La maestria degli inglesi è insuperabile. (Riccardo Cristilli)
  • We Are Who We Are (Sky Atlantic): perchè la serie dimostra come si possa trattare l’adolescenza senza lagne e banalità, come si possa realizzare una produzione di qualità capace di parlare tutte le lingue del mondo trattando temi importanti con delicatezza e potenza. (Riccardo Cristilli)
  • High Fidelity (Hulu – Starzplay): trasformare il libro in una serie tv, ribaltandone la location (da Londra a New York) e il protagonista principale, poteva essere rischioso, invece si è rivelata una grande opportunità. Zoe Kravitz è irresistibile nei panni di Rob, la New York che fa da sfondo è più hipster che mai (tra nuove tendenze e gentrificazione) e la musica riveste un ruolo d’onore (qui la recensione). (Giorgia di Stefano, founder di TvTips)
  • La Regina degli Scacchi (Netflix): la serie è senza dubbio una delle serie più significative di quest’anno: magnetica e capace di tenere incollati allo schermo, come da tempo non accadeva con una serie originale Netflix. Sorretta da una sceneggiatura solida e convincente, vanta una regia fluida e intrigante e un lavoro certosino a livello di costumi e scenografia. Una storia di riscatto e di rivincita interpretata da una sublime Anya Taylor-Jo (qui la recensione). (Giorgia di Stefano e Davide Allegra)
  • After Life 2 (Netflix): Ricky Gervais torna con le caratteristiche che avevano fatto la fortuna della prima stagione: una storia cinica ma dal cuore grande, uno stuolo di personaggi adorabilmente strambi che popolano il paesino inglese dove vive e lavora il suo Tony dopo la perdita della moglie. Nei nuovi episodi Tony ricade nella spirale della depressione e inizia anche a bere: ci sarà nuovamente speranza o non ha nessun senso vivere senza l’amore della propria vita? Bisognerà piangere e ridere con lui e con i comprimari, che acquistano più spazio in queste nuove puntate, per scoprirlo. (Federico Vascotto)
  • The Flight Attendant (HBO Max – Inedita in Italia): proprio a fine anno arriva una novità in streaming con Kaley Cuoco, un dramedy che riesce a fondere perfettamente l’anima da comedy surreale e quella del thriller sfociando in un prodotto godibile, equilibrato, mai scontato e ben recitato. (Davide Allegra)
  • Lovecraft Country (HBO – Sky Atlantic): Una serie non per tutti ma che sotto il manto di “raccolta di racconti” dal registro e tono diverso e apparentemente non fluido nasconde un lavoro tentacolare di messaggi, tematiche, personaggi, leggende: in primis ovviamente l’orrore, tanto quello dal fascino soprannaturale quanto quello ben più pericoloso del razzismo tutto umano. (Federico Vascotto)

N.B.

*L’asterisco che dovrebbe esistere in ogni articolo di questo tipo. Il secondo noi sta ad indicare che queste non sono le migliori serie tv del 2020 in assoluto. Nello specifico sono le migliori serie TRA QUELLE CHE NOI ABBIAMO VISTO NEL 2020. Sarebbe un po’ presuntuoso da parte nostra diffondere una classifica delle migliori in assoluto. E’ abbastanza ovvio che non abbiamo visto tutte le serie tv che sono state prodotte nel mondo nel 2020, ed è altrettanto ovvio che sono le top10 frutto di opinioni personali, in fondo la serialità è soggettività. Probabilmente nell’etere in cui vivono quelle che non conosciamo o che non abbiamo visto, ce ne sarà qualcuna che merita un posto in quella classifica.

Ah… questa classifica è nata grazie alle preferenze di persone UMANE che compongono la redazione: Davide Allegra, Federico Vascotto, Riccardo Cristilli e Giorgia Di Stefano (founder di TVTips, l’app che vi consiglia le serie tv da guardare). Quindi se non siete d’accordo prendetevela con loro, ovunque… anche sui loro social.