- Pubblicità -

Serie tv sulla Regina Elisabetta, The Crown su Netflix è ciò che vi serve

Data:

- Pubblicità -

Serie tv sulla Regina Elisabetta, The Crown è l’unica che vi serve per conoscere la sua storia.

La regina Elisabetta II è morta, l’annuncio è arrivato nella serata dell’8 settembre 2022, con un comunicato stampa di Buckingham Palace dopo ore di apprensione da parte dei sudditi, ma di tutto il mondo. Le televisioni del mondo si sono già attivate per seguire gli eventi, ma la Regina Elisabetta è stata protagonista, insieme alla sua famiglia della cinematografia americana, ma di recente anche di una grossissima serie tv. The Crown.

The Crown è sicuramente una delle migliori serie tv di Netflix, e a mani basse sicuramente la serie tv più completa per conoscere la storia della regina Elisabetta. La serie svolge un lungo viaggio nella Monarchia, usando i Windsor, per raccontare il peso della corona e le responsabilità che questa comporta. The Crown probabilmente è l’unica serie tv che vi serve per conoscere gli eventi principali della vita della Regina Elisabetta e dei suoi famigliari.

- Pubblicità -

Poi, se da questa necessità, scoprite una serie tv che è anche recitata divinamente, scritta altrettanto bene e con una produzione imponente e costosa, tanto meglio. The Crown si trova su Netflix in abbonamento, sono già disponibili 4 stagioni da 10 episodi, e se ne stanno realizzando altre due che saranno le ultime.

The Crown, la serie sulla regina Elisabetta su Netflix

La caratteristica di The Crown è che vista la lunga storia della Regina Elisabetta, ben 70 anni di Regno, il cast di tutta la serie cambia ogni due stagioni per essere più accurati nella rappresentazione dei protagonisti, nelle loro diverse età.

Nella prima stagione la regina Elisabetta è interpretata da Claire Foy, che ci introduce in questo universo da quando è diventata Regina dopo la morte del padre Giorgio VI, fino al 1955, coprendo tutti gli anni di Governo di Wiston Churchill.

Per la seconda stagione il cast non cambia e la storia continua e si coprono gli anni che vanno dal 1956 e il 1964. Tra questi si citeranno eventi come la Crisi di Suez nel 1956, il pensionamento del Primo Ministro Harold Mcmillan, e la nascita dei figli più giovani della regina, Andrew nel 1960 e Edward nel 1964. Tra i personaggi illustri della stagione John F. Kennedy e Jackie Kennedy.

Nella terza stagione cambia completamente il cast e Olivia Colman presta il volto alla Regina Elisabetta, si coprono gli anni dal 1964 and 1977. Tra gli eventi la Guerra Fredda fino alla corsa allo spazio, sullo sfondo l’esuberanza degli anni Sessanta e la lunga ripresa degli anni Settanta. La Famiglia Reale si deve adattare ad un mondo nuovo, più libero ma al tempo stesso molto più turbolento.

Nella quarta stagione, stesso cast, si andrà a coprire il periodo che va dal 1977 al 1990. In questa stagione la regina Elisabetta stanno cercando la sposa più adatta per il principe Carlo, che a 30 anni è ancora celibe. Di certo non sarà Camilla. La nazione inizia a risentire dell’impatto delle politiche di divisione introdotte da Margaret Thatcher. Nella stagione viene introdotta Lady Diana Spencer (Emma Corin).

La quinta e sesta stagione e la pausa

La quinta stagione di The Crown arriverà a novembre su Netflix e inaugurerà il nuovo cast della serie con in particolare Imelda Staunton nei panni della Regina, Dominc West in quelli di Carlo e Senan West in quelli di William, Elizabeth Debicki è la nuova Diana. I dettagli sono scarsi ma la quinta stagione dovrebbe arrivare fino ai primi anni ’90 lasciando per la sesta stagione la fine anni ’90 e gli anni 2000 basti pensare che sono stati scelti gli attori che interpreteranno William e Kate.

Peter Morgan autore della serie si augura che la produzione della serie si fermi per rispetto della morte della Regina, un desiderio che sarà sicuramente esaudito per una serie le cui riprese sono iniziate qualche settimana fa. Al momento non è chiaro se la sceneggiatura sarà modificata per inserire la morte, Morgan aveva sempre detto che la serie non sarebbe arrivata alla contemporaneità e probabilmente questo sarà rispettato. Sinceramente ci auguriamo che il funerale non diventi un momento di fiction.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Redazione" in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.
- Pubblicità -