Recensione A Discovery of Witches 2, la serie fantasy che torna su Sky e NOW TV

a discovery of witches 2

Recensione A Discovery of Witches 2, la serie fantasy sul tema dell’integrazione torna con la seconda stagione dal 16 gennaio su Sky Atlantic e NOW TV

Dopo la buona prima stagione, A Discovery of Witches – Il manoscritto delle streghe torna su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV dal 16 gennaio 2021 con due nuovi episodi a settimana. Il fantasy drama a tinte gotiche targato Sky Original, tratto dalla saga best seller di Deborah Harkness, la Trilogia delle anime.

Ancora protagonisti Teresa Palmer (Knight of Cups, La battaglia di Hacksaw Ridge) e Matthew Goode (Stoker, A Single Man, Downton Abbey), che hanno incantato il pubblico con la loro storia d’amore impossibile nei panni di Diana Bishop e Matthew Clairmont e che ritroveremo nascosti nella Londra elisabettiana a seguito del loro viaggio nel tempo. Intanto è già in cantiere una terza stagione.

A Discovery of Witches 2, la trama

Nella scorsa stagione abbiamo imparato a conoscere la giovane accademica appassionata di alchimia che aveva scelto di rinnegare la sua natura di strega e l’affermato genetista nonché affascinante vampiro vecchio 1500 anni. Abbiamo seguito la loro battaglia per potersi amare malgrado il divieto di relazioni tra le specie.

Nei nuovi episodi, i nemici ormai sono ovunque e Diana e Matthew dovranno rimanere uniti malgrado le loro paure, gelosie e tutti gli ostacoli che si troveranno davanti per riuscire a tornare nel presente.

Nel cast arrivano Tom Hughes (Victoria, Red Joan) nei panni del demone Christopher ‘Kit’ Marlowe, leggendario poeta e scrittore; James Purefoy (Roma, The Following, Sex Education) che interpreta Philippe de Clermont, fondatore della Congregazione, patrigno di Matthew e leader immortale a capo della dinastia di vampiri de Clermont; e Adelle Leonce (Delitti in Paradiso, Black Mirror), nella serie Phoebe Taylor, una ragazza determinata e coraggiosa che comincerà a conoscere il mondo delle creature dopo un incontro inaspettato.

A Discovery of Witches – Il manoscritto delle streghe, una serie Sky Original diretta da Juan Carlos Medina, è stata adattata dalla scrittrice Kate Brooke, che della serie è anche produttore esecutivo insieme ai cofondatori della Bad Wolf Production Jane Tranter, Julie Gardner, Lachlan MacKinnon e la stessa Deborah Harkness.

Recensione A Discovery of Witches 2, Episodi 1-4

a discovery of witches 2

L’innovazione della prima stagione di A Discovery of Witches era stato inserire il tema sociale e attuale dell’integrazione attraverso le varie specie soprannaturali (streghe, vampiri, demoni) che popolano il nostro mondo sotto ai nostri occhi senza che ce ne accorgiamo. Le stesse specie sono a rischio di estinzione e bisogna correre ai ripari.

La seconda stagione “rebootta” leggermente la storia con lo stratagemma del viaggio nel tempo, complici i poteri in evoluzione di Diana, facendo ciò che spesso si fa alla fine di una serie e non all’inizio per andare a ripescare vecchi protagonisti morti o dimenticati. L’atmosfera della Londra elisabettiana ovviamente giova a una serie che parla di streghe e creature magiche, mettendoci addirittura Christopher Marlowe per strizzare l’occhio alla letteratura e, sebbene sia forse una scelta un po’ più “canonica” rispetto al genere, apprezziamo comunque la commistione di storie fatta in questa prima metà di stagione.

Non manca l’elemento avventuroso della quest alla ricerca del famigerato Libro della Vita che pervade il viaggio di Diana e Matthew. Unica pecca forse l’incentrarsi troppo sulla loro storia d’amore à là The Vampire Diaries rispetto alla scorsa stagione, e il personaggio di Teresa Palmer che vorrebbe essere più indipendente ma effettivamente non ci riesce con Matthew Goode vicino (che rimane un perfetto e carismatico Matthew Clairmont).

Ciliegina sulla torta la nuova sigla che sostituisce il ripetitivo voiceover precedente.

Voto 7,5 per mantenere l’interesse sulla trama pur cadendo in schemi narrativi più tipici del genere magico che racconta

Il cast

Ecco il cast british della serie fra volti noti e new entry:

  • Diana Bishop (Teresa Palmer), strega e storica di ruolo all’Università di Oxford.
  • Matthew Clairmont (Matthew Goode), vampiro e professore di biochimica all’Università di Oxford.
  • Marcus Whitmore (Edward Bluemel), progenie vampira di Matthew e suo collega di laboratorio.
  • Satu Järvinen (Malin Buska), strega finlandese in grado di controllare i quattro elementi e membro della Congregazione
  • Miriam Shephard (Aiysha Hart), vampira e collega di Matthew e Marcus
  • Peter Knox (Owen Teale), stregone di alto grado e membro della Congregazione
  • Sarah Bishop (Alex Kingston), strega e zia di Diana
  • Emily Mather (Valarie Pettiford), strega e compagna di Sarah
  • Gerbert d’Aurillac (Trevor Eve), antico vampiro e membro della Congregazione
  • Ysabeau de Clermont (Lindsay Duncan), madre di Matthew e moglie di Philippe
  • Christopher ‘Kit’ Marlowe (Tom Hughes), leggendario poeta e scrittore nonché demone amico di Matthew
  • Philippe de Clermont (James Purefoy), fondatore della Congregazione, patrigno di Matthew e leader immortale a capo della dinastia di vampiri de Clermont
  • Phoebe Taylor (Adelle Leonce), una ragazza determinata e coraggiosa che comincerà a conoscere il mondo delle creature dopo un incontro inaspettato