Viva RaiPlay, gli ospiti di Fiorello del 15 novembre

Vivia rai play

Viva RaiPlay alla prova dello streaming senza la tv. Fiorello in streaming su RaiPlay il 13/14/15 novembre

Dopo l’esperimento Tv+Streaming tra 6 milioni all’esordio, scesi però intorno ai 5 milioni dopo poche puntate in una sola settimana, Viva RaiPlay si prepara allo streaming solitario.


Dal 13 novembre Fiorello con il suo Viva RaiPlay sarà solo in streaming con un appuntamento alle 20:30 da 50 minuti naturalmente sempre disponibile come è normale per un qualcosa in streaming. Nella storica sede di Rai Radio di via Asiago 10, a Roma, Fiorello porterà in scena un varietà completamente innovativo fatto di contaminazioni e diversificazioni di stili, idee e linguaggi.

Gli ospiti di Giovedì 15 novembre

Negramaro, Ermal Meta e Luciano Spinelli faranno compagnia a Fiorello nell’appuntamento di Viva RaiPlay di venerdì 15 novembre.

Clicca qui per i video della puntata del 14 novembre

Gli ospiti di giovedì 14 novembre

Calcutta, Levante e Gabry Ponte sono gli ospiti annunciati da Rosario Fiorello per la puntata di giovedì 14 novembre di Viva RaiPlay.

Clicca qui per i video della puntata del 13 novembre

Tanti gli ospiti famosi che interagiranno con lui, dai grandi nomi del mondo della musica e del cinema fino alle giovani star del web. Con Rosario Fiorello ci saranno il maestro Enrico Cremonesi, Danti, gli Urban Theory, i Gemelli di Guidonia e l’amatissimo Vincenzo Mollica, che presta la voce ad un divertente personaggio.

Come Vedere Fiorello di Viva RaiPlay

La domanda che tutti si staranno ponendo ora è come vedere Viva RaiPlay?

Ma naturalmente su RaiPlay, cliccando su questo link, si arriva direttamente sulla pagina del programma e si può riprodurre le puntate trasmesse da Rai 1 e anche quelle in arrivo dal 13 novembre con appuntamento mercoledì, giovedì e venerdì e sempre disponibili. E questo sarà possibile sempre, in ogni momento e su ogni device attraverso l’app di RaiPlay da scaricare su AppStore o su GooglePlay (occhio che naturalmente se non state sotto wifi consuma i giga).

Un’altra modalità sono ovviamente le clip, utili anche per la condivisione social, colonna portante dello show.

L’applicazione di Rai Play si trova anche nelle Smart Tv, nelle chiavette e box connessi a internet, come Fire Stick, e una volta scaricati basta registrarsi per accedere a tutta l’offerta. Nel week-end Radio 2 proporrà alle 11 “Il meglio di VivaRaiPlay” per completare questo aspetto multi-piattaforma.

Per qualsiasi dubbio la Rai ha attivi diversi strumenti di supporto:
• il numero verde 800.93.83.62
avrà per la prima un tasto dedicato esclusivamente a richieste relative a RaiPlay
• il modulo di contatto ScriveR@i disponibile al seguente link https://contactcenter.rai.it/app/scriverai
• il Contact Center RaiPlay all’indirizzo e-mail supporto@rai.it

RaiPlay, lo streaming Rai (ri)parte da Fiorello. Ecco come funziona

Fiorello e Viva RaiPlay un successo annunciato?

Una media di 6 milioni di spettatori alle 20:30 su Rai 1 (momento di massimo ascolto tv, post Tg1) con 17,5 milioni di contatti netti (fonte Auditel) per Fiorello, ma un successo anche sul web secondo i dati che fornisce la Rai che parla di 2,5 milioni di utenti nuovi e  10,2 milioni da utenti “di ritorno”, con il 67% di traffico generato dall’app. Sono stati 1,1 milioni gli utenti registrati, con visualizzazioni complessive dell’app, quindi utenti curiosi, cresciuti del 72%, addirittura un +188% nella fascia 45-54 anni gli utenti meno abituati allo streaming.

Certo anche qui dobbiamo dire quello che si dice anche per Netflix su queste pagine, quando i numeri sono proprietari è difficile fare un’analisi serena e avere un riscontro concreto. Per ora però l’operazione di portare la vecchia tv (perchè quella di Fiorello oggi nel 2019 al netto di tutto è vecchia tv) in streaming funziona perchè ha destato curiosità sull’oggetto streaming anche a chi non si era mai avvicinato.

L’importante ora è veicolare questi utenti sugli altri contenuti Rai, per far capire loro che è possibile rivedere vecchie puntate ma anche quello andato in onda ieri. La tv non muore, la tv si trasforma e RaiPlay è parte di questa trasformazione. Certo nel Regno Unito l’app di iPlayer di BBC è stata inserita su Sky Q accanto a Netflix, chissà forse un giorno anche RaiPlay finirà lì.