Dituttounpop > TV > Alessandro Borghese 4 Ristoranti a Ravenna domenica 7 gennaio

Alessandro Borghese 4 Ristoranti a Ravenna domenica 7 gennaio

Alessandro Borghese 4 Ristoranti arriva a Ravenna alla ricerca del miglior ristorante del centro storico della città dei mosaici, crocevia di storia tra romani e bizantini. In questo nuovo episodio in onda domenica 7 gennaio su Sky Uno, on demand e in streaming su NOW (prossimamente su Tv8), Alessandro Borghese arriva nella Romagna lontana dal glamour della costa.

Le regole che hanno reso Alessandro Borghese 4 Ristoranti un cult della televisione
italiana restano immutate: quattro ristoratori, che condividono un aspetto o una caratteristica comune, si sfidano a colpi di gusto e originalità per aggiudicarsi il titolo di migliore in una determinata categoria e ottenere l’agognato e inconfondibile “dieci” dello chef. Ciascun ristoratore invita nel proprio locale gli altri tre pretendenti accompagnati da chef Alessandro Borghese, che non rinuncia alla sua scrupolosa ispezione nella cucina del locale per assicurarsi che gli elevati standard della ristorazione vengano rispettati senza tralasciare alcun dettaglio.

Alessandro Borghese 4 Ristoranti a Ravenna

La nuova puntata della produzione Sky Original realizzata da Banijay Italia ci portano alla scoperta di una Romagna lontana da movida e piadine. L’antica capitale bizantina, che conserva ancora oggi un patrimonio di mosaici unico al mondo, è una meta imperdibile tanto per gli amanti dell’arte quanto della buona cucina. L’inconfondibile spirito romagnolo, infatti, conquista tutti i visitatori e distingue questa terra da tutte le altre.

L’antica città, infatti, vanta anche un’importante storia gastronomica, in parte dovuta alla sua posizione a cavallo tra il mar Adriatico e la Pianura Padana, che garantisce una grande varietà di piatti tipici: dalle tagliatelle al ragù ai passatelli, dal coniglio al piccione, dalla saraghina al castrato, alla pasta fresca – spesso ripiena – che è una vera e propria istituzione. Fra trattorie ruspanti, location chic, locali antichi e osterie che strizzano l’occhio al futuro, chef Alessandro Borghese eleggerà il miglior ristorante nel centro storico di Ravenna.

Il Piatto Special a Ravenna

Il piatto special della puntata di 4 Ristoranti a Ravenna su cui dovranno sfidarsi i ristoratori sono i cappelletti al Ragù. I “cugini” degli altrettanto celebri tortellini. Questa pasta all’uovo tagliata a quadrati, ripiena di formaggio e a forma di cappello, da secoli è al centro di un gustoso dibattito: con quale ripieno farcirli e con quale ragù accompagnarli?

I 4 Ristoranti a Ravenna

I 4 ristoranti in gara sono “Antica Bottega di Felice” di Roberto, “Trattoria Al Cerchio” di Letizia, “Corte Cabiria” di Luciano e “Ristorante Al Cairoli” di Attilio.

“Antica Bottega di Felice” con Roberto: ristorante rustico con bottega specializzata in salumi e formaggi tipici, è una location accogliente e genuina, anche grazie alla famigliarità del servizio. Roberto è il titolare assieme alla moglie Eritrea. Lei lavora in cucina, mentre lui accoglie i clienti. Il ristorante propone una cucina tipica romagnola per riportare sulla tavola “la cucina della nonna” grazie a semplicità e genuinità.

“Trattoria Al Cerchio” con Letizia: questa tradizionale trattoria romagnola, fondata nel 1944, ancora oggi mantiene lo spirito e i sapori della vecchia Romagna, con una location semplice e accogliente. Letizia è la titolare: cresciuta all’interno del locale aperto dai genitori, porta avanti con fierezza e passione l’attività di famiglia occupandosi della sala. Questa giovane mamma e imprenditrice è sensibile, docile e genuina.

“Corte Cabiria” con Luciano: aperto nove anni fa con un nome che richiama il territorio e Fellini, nasce dall’unione con il Cabiria Wine Bar, vecchio locale per aperitivi. In questo ex pollaio il tempo sembra essersi fermato: un’ampia vetrata illumina la sala interna, arredata con gusto ed eleganza. Luciano è l’addetto alla sala, un uomo sempre alla ricerca di nuovi stimoli, che si definisce “un po’ acido e rompi scatole”. La cucina proposta, sia di carne che di pesce, è mediterranea con forti richiami alla tradizione romagnola.

“Ristorante Al Cairoli” con Attilio: aperto nel 2016 all’interno di un’ex cappelleria di cui conserva tutt’ora le vetrine. Sorge in una delle vie più caratteristiche del centro. Arredato con mobili vintage dal sapore british, il locale è curato e presenta tavoli ben distanziati per garantire intimità ai commensali. Bolognese di nascita e adottato da Ravenna, dopo un vero e proprio cambio di vita, oggi Attilio è titolare e gestore della sala del ristorante. Assieme alla moglie ha anche brevettato un cioccolatino a forma di cappelletto detto “e Caplèt”.

Le puntate precedenti della nona stagione

Nelle restanti puntate andrà in SardegnaGoriziaLuccaMonzaMantova.