Amici 17 – Il discorso di Emma Marrone ad Amici: “Il nostro mestiere è trasformare le cose brutte in bellezza”

- Pubblicità -

Il discorso di Emma Marrone ad Amici che parla delle vendite del suo ultimo album e poi aggiunge per i ragazzi: “Il nostro mestiere è trasformare le cose brutte in bellezza”

La quarta puntata del serale di #Amici 17 è stata popolata da numerosi ospiti e da un grande ritorno, Emma Marrone. L’artista salentina, oltre ad essere ospite della serata, con diversi duetti con i ragazzi, è stata anche la protagonista di alcuni momenti che verranno ricordati.

Il primo momento ha riguardato l’intervento di Geppi. La comica ha parlato di Emma e mentre usciva di scena si è sentita dire: “Mi aspettavo che notassi la quantità di ex fidanzati che ci sono in studio. Potrei giocare alle figurine: ce l’ho, ce l’ho, manca…”, riferendosi ovviamente a Stefano De Martino e a Marco Bocci. Geppi ha prontamente risposto: “Vorrei far notare che quella che trovano dopo di te la sposano. A volte va bene, a volte no”. Emma ha continuato: “Ho fatto una battuta, magari de me*da, però era una battuta”. Geppi, andandosene: “Maria io ti avevo salvata, però Emma è così, la verità trionfa”.

- Pubblicità -

Amici 17: Il discorso di Emma Marrone ad Amici sulle vendite del suo album.

Subito dopo la cantante, per consolare il ballerino Bryan, ha ammesso che le vendite del suo ultimo disco non sono andate bene aggiungendo parole molto significative per lui, ma anche per gli altri:

“Sto dicendo una cosa molto forte.  Qualche mese fa è uscito il mio disco. Per quanto mi riguarda il disco più importante della mia carriera. Ci ho lavorato per due anni senza pensare al resto del mondo. Perché la cosa più importante per me era portare a casa quel disco fatto in quel modo. Perché era il mio modo e perché a 34 anni ho preso coraggio e la volontà di fare questo mestiere ma di farlo con coerenza e con verità.  Mi aspettavo grandi cose perché questo secondo me è il disco più bello e più importante della mia carriera, eppure questo disco non ha raggiunto i numeri che tutti si aspettavano, da subito.

Viviamo in un Paese in cui se non vendi non vali. E questa è una cosa molto brutta….non per me…..ma per l’arte in generale. Ti dico anche che è facile fare questo mestiere quando tutti sono dalla vostra parte. E’ molto più difficile essere artisti invece quando il vostro fianco è scoperto e tutti vogliono infilzarvi. Voi quella cosa non dovete permetterla. 

E’ li che dovete dimostrare di essere veramente artisti e sfoderare il vostro sorriso migliore, perché la gente vuole vedervi crollare. Il nostro mestiere è trasformare le cose brutte in bellezza..sempre. Anche quando tutto sta crollando, anche quando tutti vi dicono che non sta andando bene….che state fallendo…..è proprio lì che dovete essere artisti. 

Si è artisti fino in fondo, non solo quando le cose non vanno bene. Sorridi….sorridi…..Questa deve essere la tua risposta…sorridere sempre, perché state facendo la cosa più bella del mondo e perché avete la possibilità di avere un sogno e state provando a realizzarlo. Pensate a chi non ha sogni e si sveglia la mattina. Sempre a palla”.

 

- Pubblicità -