Accordo Sky-WarnerMedia: HBO e i film Warner Bros arrivano su Sky, nuove co-produzioni

HBO e Sky

HBO resta su Sky ufficiale l’accordo con WarnerMedia. I film Warner Bros su Sky

Update 30 ottobre: dopo le indiscrezioni di ieri (che trovate qui sotto) adesso è ufficiale, Sky ha rinnovato l’accordo con WarnerMedia, sembra per altri 5 anni quindi fino al 2025. I canali Sky europei, Italia compresa, continueranno ad avere l’esclusiva sulle produzioni HBO ma l’accordo si estende anche ai film Warner Bros ampliando così il catalogo dei contenuti a disposizione dei clienti a partire dal gennaio 2021. L’accordo include anche un maggior numero di contenuti on demand di Cartoon Network e Boomerang.


Questo accordo più ampio conferma Sky come partner d’eccellenza per i produttori di contenuti e proprietari di diritti in Europa, e come piattaforma di altissimo livello per raggiungere i 24 milioni di utenti in sette paesi europei.

Sky e Warner Media, inoltre, hanno esteso la loro pluriennale partnership con un nuovo accordo che prevede la coproduzione di Sky Studios e HBO Max su un maggior numero di contenuti originali. Grazie al rapporto di lungo corso con HBO, Sky Studios lavorerà inoltre con il team HBO Max di WarnerMedia alla produzione di contenuti premium e scripted per i clienti Sky e HBO in Europa e nel mondo come parte dell’accordo pluriennale di coproduzione.

L’accordo sembra riguardare film Warner dal 2021, il proseguimento di quanto avviato con HBO e le co-produzioni che non saranno più solo per HBO (come Chernobyl per esempio) ma con HBO Max vista la sovrapposizione tra i due aspetti. Al momento non dovrebbero essere comprese le serie originali HBO Max e altre serie tv Warner Bros che probabilmente saranno oggetto di trattative separate.

HBO ordina la serie House of The Dragon e scarta il prequel di Game of Thrones con Naomi Watts


 

Pare che HBO e Sky stiano per estendere il loro rapporto di distribuzione di contenuti in Europa anche negli anni a venire. Le due aziende, secondo Deadline, sono in trattative per estendere l’attuale accordo di distribuzione grazie al quale Sky Atlantic trasmette tutte le serie tv di HBO nei paesi in cui opera (Italia, Regno Unito, Germania e Austria).

L’accordo attualmente in vigore è stato rinnovato nel 2015 e dovrebbe scadere nel 2020 e includerebbe anche il pilot del prequel di Game of Thrones con Naomi Watts, che HBO ha già girato in Irlanda quest’anno. Ma non includerebbe gli altri spinoff che ancora sono nella fase di sviluppo della sceneggiatura.

Secondo Deadline, l’accordo che si sta negoziando in questo periodo includerebbe anche alcune serie tv originali che HBO Max sta sviluppando. In precedenza, alcuni rumors volevano che WarnerMedia (la società madre di HBO) avrebbe distribuito il suo servizio streaming con l’ausilio di Sky nei territori europei in cui opera. Ma pare che questa opzione sia stata scartata a favore di un rilascio delle sue serie sui canali Sky Atlantic europei.

Questa notizia, se confermata, mette in luce i limiti del servizio streaming HBO Max, che di fatto diventa un servizio non esportabile nei mercati in cui WarnerMedia ha un accordo con Sky (Regno Unito, Italia, Germania e Austria). Quindi con il rinnovo dell’accordo è molto probabile che HBO Max arriverà in Europa solo nei mercati in cui HBO già opera: nei paesi scandinavi, alcuni dell’Europa dell’est e la Spagna. Nei mercati in cui opera Sky invece sarà Sky Atlantic a trasmettere le serie originali di HBO e HBO Max.

Un altro elemento a favore di questo meccanismo di esportazione è il fatto che HBO Max ha già venduto i diritti internazionali di alcune serie, come la romantic comedy Love Life i cui diritti sono stati acquisiti da Lionsgate al MIPCOM (Lionsgate è proprietaria del servizio streaming Starzplay).

Una strategia molto coerente da parte di HBO, che negli anni passati non ha mai lanciato un canale lineare o in streaming nei paesi europei in cui ha già un accordo con Sky, questo per dare più valore all’accordo con quest’ultima. E questo, se l’accordo verrà confermato, sarà il motivo per cui il servizio streaming HBO Max non arriverà in Italia.

La partnership tra Sky e HBO sappiamo che non si ferma solo a un mero accordo di distribuzione di contenuti. Le due aziende nel 2017 hanno siglato un accordo di co-produzione che ha portato nei nostri schermi serie tv come Chernobyl e altre serie tv in arrivo come Caterina La grande che debutterà su Sky Atlantic il prossimo 1 novembre.

La notizia del rinnovo dell’accordo tra Sky e HBO non è ancora ufficiale, ma è probabile che venga confermata nelle prossime settimane, se non oggi, quando WarnerMedia presenterà ufficialmente il servizio streaming HBO Max. Stay tuned.