Il capo HBO parla del mondo di Game of Thrones: “non abbiamo un numero definito di serie in mente”

Ascolti Game of Thrones

HBO e HBO Max al TCA Casey Bloys traccia le linee del futuro che passano inevitabilmente per Game of Thrones

La presenza di Casey Bloys all’incontro virtuale del TCA dedicato a HBO e HBO Max ha portato l’attenzione dei presenti sul futuro dell’universo di Game of Thrones – Il Trono di Spade. Chi meglio del Chief Content Officer del canale e della piattaforma può fare chiarezza sul successo più grande di HBO.

E Bloys non si è tirato indietro rivelando come ad aprile a due anni dalla fine di Game of Thrones inizieranno le riprese dell’attesa House of the Dragon creata da George R.R. Martin, Ryan Condal e Miguel Sapochnik. “Siamo eccitati dalla collaborazione con Miguel e Ryan” con Bloys che spera di ricevere il vaccino in tempo per poter visitare il set della serie.

HBO inizialmente stava lavorando a 5 idee per portare avanti il mondo di Game of Thrones dopo la sua fine, di queste una è arrivata al pilot che poi però non è stato ordinato. Oggi sembra che il canale stia tornando a lavorare alla saga ma con un approccio diverso con idee più decise e individuando subito gli obiettivi come una serie animata e un prequel legato alle novelle di Martin Tales of Dunk & Egg oltre a House of the Dragon.

Ragioniamo intorno aree da sviluppare ed è proprio da questi ragionamenti che è nato il prequel. Devo essere aspetti che abbiano una logica. Il mondo di Martin è così ampio e quello che più è interessante è che non solo è vasto ma c’è anche una sorta di mappa da seguire complessiva. Quindi quello che è interessante è che House of the Dragon ha una storia che ti porta direttamente a Game of Thrones, costellata da piccole altre ramificazioni, con altre storie da raccontare” ha spiegato Bloys.

Ovviamente il capo HBO e HBO Max non si è sbilanciato in numeri potenziali di serie legate a Game of Thrones da realizzare “il numero è la qualità […] non ho un numero in mente l’obiettivo è lavorare con persone che credono nella serie e abbiano storie da raccontare“. Bloys non ha rivelato nomi con cui stanno iniziando a lavorare ma secondo alcune indiscrezioni ci sarebbe Bruno Heller.

Il progetto animato di Game of Thrones per HBO Max è ancora in una fase embrionale, ci sono state conversazioni con alcuni autori ma ancora nulla di concreto. “Non ho mai ragionato in termini di dire ‘dobbiamo avere tre serie o dobbiamo fare una serie anima’ ma di fare quello che vogliono fare gli sceneggiatori“.