Maniac Cop, HBO e Canal+ ordinano una serie di Nicolas Winding Refn

Maniac Cop

Maniac Cop, HBO e Canal+ ordinano la serie tratta dall’omonimo franchise cinematografico, diretta da Nicolas Winding Refn e John Hyams.

HBO ha ordinato la serie Maniac Cop, un progetto televisivo tratto dall’omonimo film del 1983, prodotta da Nicolas Winding Refn e John Hyams. La serie andrà in onda su HBO nel Nord America e su Canal+ che ha già acquisito i diritti della serie per il mercato francese.


Si tratta della prima produzione televisiva della byNWR Originals, la casa di produzione indipendente costituita da Refn come costola produttiva del suo sito web NWR.com (Refn aveva già prodotto, tramite gli Amazon Studios, la serie Too Old To Die Young, disponibile su Amazon Prime Video). La serie sarà diretta dallo stesso Refn e Hyams.

Ambientata a Los Angeles, Maniac Cop racconta la storia seguendo il punto di vista di numerosi personaggi, dal poliziotto al criminale comune. La storia parte quando un killer in divisa inizia a scatenare il caos nelle strade di Los Angeles, causando paranoia che poi porterà a disordini sociali, il tutto mentre la città cerca di risolvere il mistero dello “sterminatore in blu”: è un essere umano o un essere sovrannaturale?

Il franchise di Maniac Cop è sempre stato un progetto a cui Refn teneva particolarmente. Inizialmente era stata annunciata la produzione di un film per il cinema, nel Festival di Cannes del 2019. Il film sarebbe stato finanziato dalla Vendian Entertainment e Hyams si sarebbe occupato della regia del film, con un’uscita al cinema prevista nell’estate del 2017. Il film poi non è stato realizzato e il progetto si è trasformato in una serie tv.

Refn, oltre a occuparsi della regia di alcuni episodi, sarà anche showrunner della serie. Tra i produttori della serie figurano: Nick Hall, Lene Borglum, Frederic Fiore, Alex Gayner, Efe Cakerel e William Lustig. La serie verrà proposta ai mercati internazionali dalla Logical Pictures durante il MIPCOM.

Altre notizie del giorno

  • Holly Hunter interpreterà Sally Yates nella miniserie di CBS TV Studios tratta dal libro dell’ex direttore FBI James Comey (qui i dettagli). La Yates era un procuratore, che dopo è diventata Vice Procuratore Generale degli Stati Uniti durante la presidenza Obama. La donna è stata poi confermata come Procuratore Generale degli Stati Uniti dall’amministrazione Trump, ma è rimasta in carica solo per 10 giorni dall’inaugurazione, perchè non considerata una persona di fiducia.
  • Colin Woodell entra nel cast della serie The Flight Attendant, attualmente in sviluppo per HBO Max, con Kaley Cuoco nei panni della protagonista (qui la trama). L’attore interpreterà Buckley, un attore non professionista e esperto di whiskey, cosa che affascina molto Cassie (Cuoco).
  • Wayne Brady entra nel cast della terza stagione di Black Lightning, dove interpreterà Tyson Sykes, un soldato della seconda guerra mondiale che diventerà un super soldato dopo che si è sottoposto a un esperimento governativo che gli ha conferito una forza straordinaria, agilità, intelligenza e abilità nel combattimento. Dopo la guerra, Sykes ha preferito andare in Markovia (uno stato che esiste nel mondo DC Comics), piuttosto che tornare in america.
  • Britt Robertson, Kristoffer Polaha, Austin Basis e Reggie Austin entrano nel cast di Little Fires Everywhere di Hulu. La Robertson interpreterà Rachel, la tata assunta dai Richardson, così che Elena possa continuare a lavorare. Polaha sarà Austin, un giornalista che coprirà la storia dell’affidamento tra la famiglia di bianchi, McCullough e la madre biologica Bebe Chow. Basis sarà il preside Peters.

Nuovi Progetti:

  • BRON Studios si occuperà del remake in inglese della serie francese Dix Pour Cent, conosciuta in Italia con il titolo Chiama il mio agente (la serie è disponibile su Netflix). La serie verrà scritta, diretta e prodotta da John Morton. La serie francese racconta di un’agenzia di agenti parigina che ha difficoltà a trattenere i suoi clienti e l’intera azienda a galla dopo la morte del suo fondatore. La particolarità della serie sta nel fatto che ha visto come guest-star attori del mondo dell’intrattenimento francese interpretare loro stessi, come clienti della società.
  • Amazon Studios ha acquistato i diritti del libro The Ninth House di Leigh Bardugo, con la stessa autrice che si occuperà della sceneggiatura dell’adattamento televisivo. Il libro è ambientato in una sorta di Yale (noto college americano privato), dove società segrete custodiscono segreti magici, e dove ci sono fantasmi che vivono nel campus. Il libero uscito negli Stati Uniti l’8 ottobre, ha già venduto 350 mila copie ed è stato consigliato anche da Stephen King in un suo tweet.
  • FOX ha messo in sviluppo un drama con agenti FBI donne, prodotto da Jen Klein e Todd Harthan per 20th Century FOX Tv. La serie, ancora senza titolo, racconta la storia di due donne, agenti FBI a Manhattan, e si ispira alle storie realizzate dal giornalista Doug Stanton, che ha intervistato donne nelle forze dell’ordine. Questi agenti devono cercare di bilanciare le loro vite personali con un lavoro molto complicato.
  • La 1212 Entertainment ha acquistato i diritti del libro House of Salt and Sorrows per realizzarne un adattamento televisivo. Joshua Long e Roberto Grande si occuperanno della serie. Il libro racconta la storia di una famiglia reale con 12 sorelle che ogni notte vengono catapultate in un mondo incantato fatto di serate di galà e celebrazioni senza fine. Quando una delle sorelle muore misteriosamente, le altre si uniranno per scoprire una maledizione che affligge la loro famiglia, cosa che li porterà a scontrarsi col padre e la loro matrigna.
  • CBS ha messo in sviluppo una comedy dal titolo The United States of Al prodotta da Chuck Lorre con David Goetsch e Maria Ferrari per Warner Bros. TV. La serie è una comedy che racconta il rapporto d’amicizia tra Riley, un veterano della marina che cerca di abituarsi nuovamente alla vita normale e Awalmir (Al), un interprete afgano che a lavorato con l’unità di Riley durante il suo periodo in Afganistan.
  • NBC ha messo in sviluppo Wildfire, una serie scritta da Hilary Winston per Sony Pictures Tv. La serie prende spunto dagli incendi estivi che si sono verificati in California la scorsa estate. Racconterà la storia di questo incendio che colpirà la piccola comunità di Whispering Bells (in California), alcuni abitanti sono sopravvissuti, altri no. Ma il vero pericolo, però, sta nei segreti che tutta la città nasconde sotto la superficie.