HBO Max: prezzi, data di lancio negli Stati Uniti e le nuove serie tv ordinate

HBO Max

HBO Max, prezzo, data di lancio negli Stati Uniti e i nuovi progetti ordinati dal servizio streaming WarnerMedia.

Ieri nella sede di Warner Bros a Burbank (in California) è stato presentato il nuovo servizio streaming HBO Max del conglomerato WarnerMedia, società che include canali come HBO, TNT, TBS e molti altri, più lo studio televisivo e cinematografico Warner Bros. Le informazioni che seguono riguardano esclusivamente il mercato americano, sui mercati internazionali le informazioni sono scarse e in Italia probabilmente il servizio non arriverà in seguito alla conferma dell’accordo con Sky (leggi qui i dettagli).


HBO Max debutterà negli Stati Uniti a maggio 2020 a un prezzo di 14.99$ al mese, costo ormai previsto da tutti gli analisti che corrisponde al costo della sola HBO sottoscritta in streaming o come canale premium di un abbonamento via cavo. La strategia del servizio streaming è chiara: offrire più contenuti ai già abbonati a HBO e ai circa 10 milioni di clienti di AT&T (la società di telefonia e provider televisivo via satellite, e società madre di Warner Media) completamente gratis, sfruttando il passaparola per ottenere dai 75 ai 90 milioni di abbonati in USA, Europa e America Latina entro il 2025.

I Contenuti di HBO Max negli Stati Uniti

Se vogliamo la strategia che HBO Max ha messo in atto per rimpolpare il suo catalogo dal primo giorno del lancio è identica a quella adottata da Disney. Ossia quella di raccogliere contenuti dalla vasta libreria di titoli in-house, che include film e serie tv che vengono direttamente da Warner Bros, le serie tv di HBO e programmi di tutti gli altri canali dell’universo WarnerMedia.

Nella presentazione il responsabile del servizio streaming, Kevin Reilly, ha rivelato che gli originali HBO Max (che alcuni saranno prodotti insieme a Sky Studios), verranno rilasciati settimanalmente.

A seguire trovate un video di presentazione, per curiosità personale, visto che Italia probabilmente il servizio non arriverà, almeno nell’immediato futuro:

J.J. Abrams e la sua Bad Robot

Tra le novità seriali annunciate ieri segnaliamo che HBO MAX è in trattative con J.J. Abrams per la produzione di un indefinito numero di progetti. Abrams era presente alla presentazione a Burbank, dopo aver rinnovato il suo mega accordo di produzione proprio con Warner Bros.

Per HBO il mega produttore sta già producendo il sci-fi/fantasy drama Demimonde di cui HBO ha ordinato solo il pilot, e che racconterà di una battaglia contro una forza mostruosa e oppressiva.

HBO ordina la serie House of The Dragon e scarta il prequel di Game of Thrones con Naomi Watts

Raised By Wolves

HBO ha anche “rubato” la serie Raised by wolves di Ridley Scott. La serie inizialmente è stata sviluppata dal canale TNT (canale nella galassia WarnerMedia), ma verrà rilasciata da HBO Max.

La serie scritta da Aaron Guzikowki racconta di due androidi – Padre e Madre – che avranno il compito di allevare due bambini umani in un pianeta senza vita. Quando la quiete della colonia umana verrà minacciata da divergenze religiose, gli androidi capiranno che controllare il modo di pensare degli umani è un compito molto difficile. La prima stagione sarà composta da 10 episodi e vedrà Travis Fimmel di Vikings nei panni del protagonista.

Greg Berlanti produrrà una serie su Lanterna Verde e Strange Adventure per HBO Max, leggi qui

Tre comedy prodotte da Elizabeth Banks, Issa Rae e Mindy Kaling

HBO Max ha anche ordinato direttamente a serie tre comedy da tre produttori di alto profilo. La prima è DC Super Hero High, una comedy prodotta da Elizabeth Banks che racconta di un gruppo di studenti che frequentano un collegio per ragazzi con poteri. Questi ragazzi cercheranno di vivere le loro vite da teenager con il peso che prima o poi diventeranno dei supereroi leggendari.

La serie tratta da Dune, romanzi di Frank Herbert, leggi qui

La seconda comedy è Rap Sh*t (titolo provvisorio) prodotta da Issa Rae (Insecure), che racconta la storia di un gruppo rap di Miami che cerca di sfondare nel mondo della musica.

College Girls (titolo provvisorio) invece è prodotta da Mindy Kaling, che si occuperà delle sceneggiature e sarà showrunner della serie. La serie, in 13 episodi, racconterà la storia di tre diciottenni e coinquiline al college Evermore in Vermont. La serie racconterà la loro vita fatta di contraddizioni e sbagli ormonali, che le renderà piacevoli ma allo stesso tempo odiose.

Il sequel di Gossip Girl, leggi qui

L’accordo con The CW

L’accordo tra HBO Max e il canale in chiaro The CW è stato annunciato qualche settimana fa, e ieri è stato rivelato qualche dettaglio. In seguito alla conclusione dell’accordo con Netflix, The CW distribuirà le sue serie prodotte da Warner Bros su HBO Max, e l’accordo parte con le novità della stagione: Batwoman e Katy Keene, lo spinoff di Riverdale.

Durante la presentazione di HBO Max è stato rivelato che l’accordo tra le due aziende (che in parte fanno parte dello stesso conglomerato visto che il 50% di The CW è in mano a Warner Bros) comprende 10 serie tv del canale, che corrisponde a un arco temporale di 4-5 anni se consideriamo che Warner Bros riesce a produrre due o tre serie l’anno per The CW.

Le serie tv parte dell’accordo arriveranno su HBO Max trenta giorni prima del debutto della stagione successiva su The CW. Ciò significa che il canale terrà per se i diritti streaming stagionali fino a settembre 2019, e fino a quella data le serie saranno disponibili sui siti e app di The CW, per poi approdare su HBO Max.

Lo spinoff di Grease, leggi qui.