X Factor 9 Luca Tommassini: “X Factor 9 avrà molte sorprese: dal palco colorato alla promozione del Made in Italy”.

0
X Factor 9 Luca Tommassini

X Factor 9 Luca Tommassini: “E’ un palco che fa gola pure ai cantanti più famosi: sarà molto colorato e sarà un palco di alberi, tramonti. Simon Cowell ci ha invitati ad andare a Londra per rinnovare il format originale quindi siamo molto contenti. Promuoveremo il Made in Italy perché X Factor è anche un modo per aiutare “noi artisti” ad emergere”.

[adsense]

Fattore-T-Luca-TommassiniLuca Tommassini, ballerino di successo internazionale, coreografo, regista e oggi direttore artistico di “X Factor”, il talent show più cool della televisione italiana, ci ha parlato durante la conferenza stampa, delle novità che quest’anno ci saranno sul palco.

Impegnatissimo tra spettacoli in giro per il mondo e impegnato adesso nella promozione del suo primo libro, Fattore T. L’inafferabile scintilla del talento pubblicato da Mondadori, in cui racconta, attraverso le sue esperienze passate cos’è il talento per lui, Luca è, per X Factor Italia, “l’uomo del destino” (cit.) colui che decide tante cose e sopratutto decide cosa va sul palco:

“E’ l’occasione giusta per svelare quello che non si vede. Il palcoscenico di X Factor sembra  molto semplice ma nasconde tutta una serie di effetti che io vado a scovare in giro per il mondo….cerco di creare con Eliana Guerra e con tutta la squadra il palco delle meraviglie. E’ un palco che fa gola pure ai cantanti più famosi…. c’è Giorgia che mi ha detto ad avercelo un palco del genere mentre una volta ho incontrato Carmen Consoli in aeroporto e mi ha ringraziato perché mi ha confidato sta imparando tanto guardando X Factor”. 

[ad id=’26035′]

Luca ha promesso che quest’anno assisteremo a molte novità, a partire dai molti colori che potremmo vedere sul palco:

“E’ un palco che vuole essere molto colorato, un palco di alberi, tramonti. Siamo stati molto bianco neri per gusto, per stile, per scelta, per essere molto grafici per essere essenziali. Ma quest’anno abbiamo voglia anche di ottimizzare nel lavoro fatto negli anni, di investimento non economico, ma di investimenti di sforzo di voglia di essere nuovi, avant-garde”.

Luca, il rapporto con i ragazzi e i giudici.

“Devo dire che i giudici insieme alla squadra di Eliana hanno fatto un lavoro eccezionale e io rimango sbalordito anche da ragazzi sedicenni…molto giovani. Ne ho fatti dieci di X Factor, due in Spagna e otto in Italia e quindi quando conosco i ragazzi, rimango ogni anno sempre più sorpreso perché questi ragazzi hanno un fuoco e sono molto attenti, hanno molto gusto e qualche anno fa non era così. Ringrazio i giudici perché hanno creato delle squadre molto interessanti e credo che questa cosa si può dire…non sappiamo chi vincerà mentre in alcune edizioni precedenti si fiutava. Bisogna vedere come va e questo rende tutto il lavoro più interessante”

Luca, Simon Cowell e la volontà di X Factor Italia per promuovere il Made in Italy di giovani artisti.

“E’ il palco, sicuramente, penso fra i più innovativi al mondo. E’ noto il fatto che Simon Cowell ci ha convocati a me ed Eliana per farci un sacco di domande. E’ stato piacevole….ci ha invitati ad andare a Londra per rinnovare il format originale quindi siamo molto contenti”.

Per quanto riguarda il lato fashion, Luca ci ha tenuto a sottolineare che mai come quest’anno si darà molto spazio al Made in Italy:

“E’ un palco che avrà molte sorprese: c’è un fatto molto interessante. Molto spesso sono proprio i designer, gli artisti, fotografi, grafici…ci sono tantissimi giovani che ci chiedono di mettere le cose in scena ed è anche un modo per aiutare “noi artisti” ad emergere. Sul lato fashion, dell’immagine del look, abbiamo deciso di usare tutto il Made in Italy giovane, quindi non daremo più il palco ai grandi nomi ma soprattutto a grandi designer italiani del Made in Italy. E’ una bella occasione”

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".