A+E Networks Upfronts: Damien si sposta su A&E, annunciati due nuovi progetti Roots e War and Peace

0
damien

E’ periodo di Upfronts e la città di New York si riempie ogni giorno di vertici dei vari network pronti ad annunciare le novità per impressionare i pubblicitari. Ma non parliamo solo dei “big five” che ogni anno monopilizzano i media, giustamente, vista la notorietà dei loro progetti, ma in questo periodo anche i canali via cavo presentano le loro novità, e ieri era il turno del gruppo A+E Networks che comprende, tra gli altri: History, Lifetime e A&E. Vediamo nel dettaglio i nuovi progetti annunciati:

[adsense]

Damien, il sequel di Omen si sposta da Lifetime a A&E

E’ già notizia vecchia che Lifetime ha ordinato il sequel del horror The Omen (Il presagio) dal titolo Damien scritta da  Glen Mazara (The Walking Dead). Durante gli Upfronts arriva l’annuncio che la serie non andrà in onda su Lifetime, ma su A&E. Ma non è finita qui, perchè la serie che prima vantava di un ordine di 6 episodi con lo spostamento ne guadagna altri 4, che portano il totale di episodi della stagione a dieci. Damien seguirà la vita da adulto di Damien Thorn, che sarà interpretato da Bradley James (Merlin), il bambino del film del 1976 che è cresciuto all’oscuro delle forze sataniche che vivono intorno a lui. Già dall’annuncio da parte di Lifetime si pensava che la serie fosse un po’ fuori genere per un canale che ha tra i punti forti Devious Maids e che quindi ha un target femminile, invece A&E sembra essere il canale più adatto a trasmettere la serie, forte del successo di Bates Motel, che non a caso è anche un adattamento di un film.

Damien è attualmente in produzione a Toronto, e nel cast, insieme a Bradley James, troviamo Barbara Hershey, Omid Abtahi e Megalyn Echikunwoke.

Roots, in onda contemporaneamente su History, Lifetime e A&E

Il gruppo A+E Networks annuncia Roots, una serie evento, remake dell’omonima miniserie del 1977, che in italia è andata in onda su Rai 2 con il titolo Radici. La serie era già in sviluppo per History da un anno, e adesso sarà trasmessa anche da Lifetime ed A&E contemporaneamente, per raggiungere più pubblico possibile (manovra già utilizzata da AMC Network per la premiere della terza stagione di Orphan Black che è andata in onda su AMC, SundanceTV, IFC, We TV e BBC America).

La serie è prodotta da Will Packer, LeVar Burton (uno dei membri originali del cast) e Mark Wolper (figlio di David L. Wolper, che era produttore della miniserie originale). Roots andrà in onda nel 2016 e si ispira ad un libro di Alex Haley’s, Roots: The Saga of an American Family, un ritratto della schiavitù americana del settecento che racconta di una famiglia che sopravviverà e resisterà alle varie difficoltà di quel periodo. La storia, che segue varie generazioni della famiglia, partirà dalla giovena Kunta Kinte che catturata in Gambia , sarà deportata in America. Durante la serie i protagonisti saranno testimoni e contribuiranno agli eventi che hanno segnato la storia americana, dalla Guerra d’Indipendenza alla Guerra Civile, alle rivolte degli schiavi e la loro emancipazione.

War and Peace, un adattamento dal romanzo storico di Tolstoy, Guerra e Pace.

I tre canali Lifetime, A&E e History fanno squadra con la The Weinstein Co. e BBC per una serie limitata in sei parti, che adatterà Guerra e Pace di Leo Tolstoy. La serie debutterà a fine anno e andrà in onda contemporaneamente in tutti e tre i canali. War and Peace avrà come protagonisti Lily James, la star di Cinderella e Downton Abbey, che interpreterà Natasha Rostova, mentre Paul Dano interpreterà Pierre Bezukhov, nel cast troviamo anche Gillian Anderson, James Norton e Jim Broadbent.

Il romanzo di Tolstoy è ambientato nel 1805 in Russia durante il regno di Alessandro I e l’invasione della Russia da parte di Napoleone nel 1812, ed ha come protagonisti i componenti di cinque famiglie aristocratiche.

Dire che amo le serie tv è abbastanza scontato visto che sono qui, è una passione che ormai è diventata quotidianità e che si è allargata pian piano, passando da 4-5 serie a circa 80 serie durante l'anno (ma saranno di più). Scrivo per passione, e soprattutto scrivo per dar sfogo alla mia ossessione per gli ascolti e le previsioni di rinnovo delle serie tv, ma questo lo sapete già. Per info: d.allegra@dituttounpop.it