Roma Fiction Fest 2014, American Crime un’anteprima mondiale targata ABC

0

Il secondo regalo in anteprima mondiale per i fan delle serie tv americane, del Roma Fiction Fest, è stato il pilot di American Crime, una serie che dovrebbe andare in onda tra gennaio e febbraio 2015 sulla ABC negli USA (mentre per la data e il canale italiano bisognerà aspettare qualche altro mese per scoprirli). American-crime

Prodotta dalla ABC Studios, di proprietà Disney, American Crime è il primo progetto seriale realizzato da John Ridley, autore del film 12 Anni Schiavo e ha come protagonisti Timothy Hutton e Felicity Hauffman. L’attento e appassionato spettatore seriale guardando i prodotti televisivi, spesso è in grado, anche senza saperlo, di riconoscere il canale tv che l’ha mandato in onda, o come minimo, di identificare se si tratta di un prodotto in onda sui canali cable o su una generalista. Con American Crime questo non succede. La nuova serie ABC sembra il tentativo dei canali broadcast come ABC, di ribellarsi al predominio delle cable, non tanto sul fronte degli ascolti, ovviamente, quanto da un punto di vista qualitativo e dei riconoscimenti ottenuti.

Trailer American Crime
[adsense]

Dopo aver raccontato l’America del periodo della schiavitù, John Ridley sposta la sua attenzione sugli Stati Uniti di oggi, in particolare di una città come Modesto in California, un centro relativamente piccolo, dove droga, disperazione e violenza non mancano. Il brutale omicidio del figlio porterà Timothy Hutton e Felicity Huffaman, una coppia da tempo separata, a ricongiungersi, nonostante tutti i problemi vissuti in passato. Differenze razziali e sociali, droga, rave incontrollati, violenza e disperazione, vengono alla luce come corollario all’omicidio al centro della scena.american crime

Lasciate a casa i buoni sentimenti, gli intrighi da soap opera, la ABC si evolve e trasmette una serie televisiva senza speranza, a tratti brutale ed esplicita, come raramente si vede sulla televisione generalista americana. Se da un lato bisogna riconoscere alla ABC il coraggio di cercare di ampliare lo spettro narrativo dei propri prodotti, dall’altro esiste il rischio che su un canale generalista un prodotto di questo genere venga svalutato dal basso riscontro di pubblico, finendo per non ricevere la considerazione che meriterebbe.

American Crime sarà composto da undici episodi e è pensato come una serie limitata, quindi l’eventuale seconda stagione potrebbe raccontare un’altra vicenda.  ed è possibile che la ABC decida di mandarlo in onda nel periodo di pausa invernale di una delle sue serie tv, che anche quest anno saranno divise in due blocchi autunnale e primaverile.

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it