Fiorella Mannoia festeggia i quarant’anni di carriera all’Arena di Verona

0

Lunedì 7 settembre all’Arena di Verona Fiorella Mannoia ha invitato tantissimi amici e colleghi per festeggiare i suoi quarant’anni di carriera e i cinquant’anni dell’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Lunedì  7 settembre all’Arena di Verona Fiorella Mannoia festeggierà i quarant’anni di carriera e i cinquant’anni dell’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Sul palco Fiorella Mannoia ospiterà tanti colleghi, da anni legati alla cantante per l’amicizia, i progetti e le collaborazioni.

Da Loredana Berté, a Noemi,  Alessandra Amoroso, Emma, Loredana Berté, J-AX, Niccolò Fabi, Enrico Ruggeri, per citarne qualcuno.

Sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un video in cui invita il pubblico e ricorda l’importanza che la ricerca sul cancro ha nella prevenzione e cura di tumori femminili.

Uno dei commenti mi ha colpito e mi ha fatto riflettere. Una sua fan l’ha “rimproverata”così: “ma perchè ti ostini a voler mischiare la tua meravigliosa carriera artistica (fine e di classe) con gente come Emma o Alessandra??? A te loro nn servono…sei tu che servi a loro!

Ovviamente l’artista le ha risposto in maniera pacata:

Nessuno serve a nessuno. Non vedo perchè si debba essere spietati con giovani cantanti e fargli pagare di essere usciti dai talent, in fondo è solo questo che non gli si perdona. Possono non piacere, c’è tanta gente a cui non piaccio io o Morandi….ma sono solo gusti personali. Diamo il tempo a questi giovani cantanti di crescere come hanno fatto con noi. Non credi?

Quello che ho sempre apprezzato della Mannoia è proprio essere amica delle colleghe.

La sua carriera si basa sulle collaborazioni perché, prima di scrivere alcuni pezzi di “Sud”, ha sempre cantato brani pensati per lei da altri.

Quello che le donne non dicono è che spesso tra loro sono rivali, si osteggiano, ma lei no! ama fare “squadra” e in questo si trova molto affine a Laura Pausini che, non a caso l’ha voluta nel progetto “Amiche per l’Abruzzo”, spesso ricorda quanto siano prima amiche che colleghe.

Perché da noi in Italia un evento con ospiti, collaborazioni, duetti ecc non viene accolto come un occasione, ma deve avere queste retro letture? Perché invece di dire: “non ti servono” non diciamo: “è bellissimo che una che ha una carriera così importante dia spazio e fiducia a nuove voci”.

Da poco a Roma ho visto un suo concerto e tra un momento emozionante come “In viaggio” a momenti di vero divertimento come “Il cielo d’Irlanda” e quando sono uscito avevo più la sensazione di aver incontrato un’amica che di essere stato ad uno show.

Sono sicuro che all’Arena saprà essere una grande padrona di casa. Il concerto si potrà ascoltare in diretta su RTL 102.5, ma ovviamente lei ha già promesso che farà video in diretta per Facebook.

Tanti Auguri Fiorella!

Secondogenito e gemelli: questo la dice lunga sul mio carattere. “Ottantologo”, Pop addicted,nel corso degli anni ho collaborato con diverse testate, tra cui L@bel, Progress e Aut. La moda è la mia passione più grande perché è cultura, è visione sociologica della vita e del mondo. La Rete è la mia seconda casa. Sono dieci anni che il mio avatar è Psikiatria80, nome del mio primo blog, ma anche di tutti i miei profili sui tanti social network.