Game of Thrones News: Arya Stark diventa un villain?

0
Game of Thrones - Quarta stagione

Game of Thrones: Aria Stark sarà un villain nella quarta stagione?

[SPOILER ALERT] Questo articolo contiene spoiler sulla terza e quarta stagione di Game of Thrones

Se fino adesso avete considerato Arya Stark uno dei vostri personaggi preferiti, nella quarta stagione di Game of Thrones, in partenza domenica 6 aprile, dovrete ricredervi, parola di Maisie Williams.

La giovane ereditiera di Grande Inverno ha sempre mostrato spina dorsale, coraggio da vendere e una spiccata attitudine a dire quello che pensa, senza troppe cerimonie. E’ stato facile farsela piacere. Ma qualcosa in lei è cambiato nella scorsa stagione: dopo aver visto gli Stark venire massacrati uno dopo l’altro, dopo il tradimento di Walder Frey, l’abbiamo vista uccidere a sangue freddo i soldati dello stesso Frey, stupendo anche il Segugio, il suo compagno di viaggio.

Nella quarta stagione, questa oscurità improvvisamente sbocciata dentro Arya, continuerà a crescere. Sempre secondo le parole della Williams, il suo personaggio entrerà in una spirale di eventi che non avranno assolutamente un buon esito.

“Metterà sé stessa in un sacco di situazioni difficili, ma saranno delle buone occasioni per lei. La vecchia Arya si sarebbe innervosita, spaventata, e non si sarebbe spinta così al limite come invece farà la nuova Arya. Non sarà capace di tenere la bocca chiusa, molto più del solito, e troverà il coraggio di dire parecchie delle cose che prima avrebbe solo pensato. Pensavate che la vecchia Arya fosse brusca, ma la nuova Arya sarà peggio e molto meno consapevole della cosa perché, semplicemente, non gliene importerà niente. Penso che questa sia l’unica cosa che toglierei al suo personaggio quest’anno, il fatto di non riuscire più a provare nulla: non sarà felice, non sarà triste, non soffrirà, non vorrà vendicarsi… Non riuscirà a sentire più niente.”

Maisie Williams, interpreta Arya Stark in Game of Thrones
Maisie Williams

Queste le parole della Williams, intervistata da Zap2it. L’attrice racconta che il suo personaggio rinuncerà a cercare di ricongiungersi con la sua famiglia. Uno dei suoi obiettivi, infatti, dopo la fuga da Approdo del Re in seguito alla morte del padre, Ned Stark, era quello di trovare Catelyn e Robb o di incontrare Jon Snow, il suo fratellastro, alla Barriera. Ma smetterà questa estenuante ricerca.

“Arya ha completamente rinunciato a quest’impresa, ma soprattutto sente che anche la sua famiglia lo ha fatto. E’ arrabbiata, continua a chiedersi ‘Dov’erano quando avevo bisogno di loro?’, pensa di essere l’unica che ci abbia veramente provato. Si chiede dove sia la spedizione di ricerca che avrebbe dovuto trovarla, è furiosa perché nessuno la riconosce. E’ arrabbiata, o meglio, era arrabbiata per averci provato così tanto, ma soprattutto perché nulla sarà più come prima.
‘Dov’è Jon? Perché lui non è tornato?’ si chiede. E ovviamente nessuno sa dove lei si trovi, ci sono buone ragioni per questo, ma nella sua testa pensa ‘Siete tutti egoisti e io sono l’unica ad averci provato, ma ora lascerò perdere. Buona fortuna, divertitevi, spero non muoia nessuno’. E sarà così. ‘So che posso farcela da sola’ si dice ‘Guardate quanto sono arrivata lontano senza di voi. Chiunque eravate, ora non vi conosco più. Ho cercato di aiutarvi. Ho cercato di tornare con voi, ma…”
[alza le spalle].

Questa mentalità potrebbe essere uno shock per i fan che consideravano Arya uno dei personaggi di “Game of Thrones” per cui avrebbero potuto continuare a fare il tifo. Ma Maisie Williams vuole che la gente inizi a vedere Arya per chi è realmente in questa quarta stagione.

“Voglio che alla gente smetta di piacere il suo personaggio. O quasi. Voglio che le persona capiscano che non è più la stessa persona, che non è più possibile fare sempre il tifo per lei perché non è nella serie solo per essere considerata uno dei personaggi preferiti. Non è quello il motivo. Arya è reale. Le persone, nella loro vita, prendono strade sbagliate insieme a pessime decisioni, ma nella loro testa c’è sempre una giustificazione. Voglio che il pubblico sia in grado di capirlo e non pensi invece: ‘Oh, è Arya, come fai a non volerle bene?’. Perché finalmente vedrà cosa sarà in grado di fare Arya. Sarà divorata dall’oscurità dall’interno, e non la fermerà’.

La Williams confronta la spirale discendente di Arya a quella di una persona che si ritrova improvvisamente a essere tossicodipendente senza rendersi conto della strada che ha intrapreso.

“Arya sta facendo tutto per le ragioni giuste. Lei non vuole assolutamente essere cattiva, ma uccidere è un male… Nessuno nasce malvagio, sono le scelte che uno fa che lo rendono tale. E a voi può sembrare una brutta cosa da fare, – questa è Maisie che parla, non Arya – ma questo non vuol dire che lei diventi una cattiva persona, un personaggio malvagio. Sta solo facendo quello che deve fare, però questo non significa che sia la cosa giusta da fare”.

Quindi Arya potrebbe diventare, un giorno, un villain in Game of Thrones? Maisie Williams pensa di sì.

“Penso sia fatta. Sono così stufa dei red carpet dove continuano a chiedermi: ‘Così quest’anno Arya sta cercando di tornare a casa. Oh, cominciamo a vedere un cambiamento in lei, è più determinata a tornare a casa’. Non ne posso più. Voglio che il suo personaggio cominci a pensare solo a sé stesso, perché non ha bisogno di nessun altro. Perché sta finalmente iniziando a capire che, a questo mondo, se vuoi vincere, devi fare tutto ciò che è in tuo potere”.

La première della quarta stagione di Game of Thrones andrà in onda negli Stati Uniti, alle 9 p.m. ET/PT, Domenica 6 aprile su HBO. Nel frattempo, se non l’avete ancora visto, godetevi gli entusiasmanti trailer della nuova stagione che abbiamo raccolto qui sotto.

Game of Thrones – Stagione 4 – Trailer 1

Game of Thrones – Stagione 4 – Trailer 2 “Vengeance”

Game of Thrones – Stagione 4 – Trailer 3 “Secrets”