Gomorra La Serie stagione 2: tutte le info dalla conferenza stampa

0
gomorra 2

Gomorra La Serie stagione 2: la serie più vista di Sky dal 10 Maggio 2016 su Sky Atlantic HD

“Lo sapete come si chiama questa parte qui in alto del palcoscenico? Boccascena! Una bocca grande che grida una parola. Portare questo tipo di progetto in questo spazio è molto importante. Vuol dire mescolare bello e brutto ed alto e basso.”

Queste le belle parole di Marco D’Amore (Ciro Di Marzio), tra i protagonisti di Gomorra La Serie, sulla location utilizzata da Sky per presentare la seconda stagione, in onda dal 10 Maggio 2016 su Sky Atlantic HD e Sky Cinema con doppio episodio settimanale per un totale di 6 settimane e 12 episodi, come il ciclo inaugurale. Il luogo prescelto è stato infatti il prestigioso Teatro dell’Opera di Roma il 9 Maggio 2016: una commistione di arti, di generi, di emozioni.

Tantissimi ospiti all’evento come potete vedere dalla gallery sottostante, non solo il cast artistico ma anche quello tecnico e quello produttivo di Sky. Nils Hartmann, responsabile delle produzioni originali Sky Italia, ha parlato del lungo percorso evolutivo che ha portato a Gomorra 2. D’altronde Gomorra La Serie è il telefilm più visto di sempre su Sky – solo nella prima settimana ottenne più di un milione di spettatori, solo la metà seguono House of Cards per capirci – ed è inoltre il serial più downloadato sul recente servizio Sky Box Sets.

Dopo (Romanzo Criminale e) Gomorra la prossima serie tv Saviano / Sollima sarà 000

gomorra 2Il prossimo progetto sarà internazionale, sempre creato dall’accoppiata Roberto Saviano / Stefano Sollima e sempre su un suo romanzo 000: “The next big thing” come ha detto Hartmann, che ha anche dichiarato scherzando:

“La migliore serie sarà probabilmente quella che decideremo di non fare.”

Riccardo Tozzi, presidente di Cattleya che produce la serie, la definisce “il romanzo del terzo millennio” e dichiara che ha sicuramente creato una spinta e un fermento creativo notevoli. Non è la prima – c’era Romanzo Criminale da cui è partito tutto – ma Gomorra La Serie ha le caratteristiche per segnare il passaggio di cui beneficerà tutta la produzione italiana, non solo di Sky. E’ simile a ciò che fece Rossellini col neorealismo, sbattendo in faccia al pubblico la realtà, anche se scomoda.

Roberto Saviano, scrittore del romanzo omonimo che ha dato vita prima al film di Matteo Garrone e poi al serial tv di Sky Atlantic, proprio dieci anni raccontò con coerenza quasi filologica la realtà napoletana di Scampia e dintorni, tra polemiche e una vita oramai sotto scorta. La capacità principale di Gomorra La Serie è stata quella di “sparigliare” rispetto al crime internazionale, non solo italiano; fare ciò che di solito non si fa, ovvero raccontare i meccanismi dello spaccio e dell’appalto. Solitamente si comprime e si sintetizza invece in Gomorra hanno voluto fin dall’inizio seguire non solo la storia familiare, relazionale e quindi emotiva dei personaggi, ma anche quella “lavorativo-commerciale”.

Saviano, reduce da polemiche vecchie e nuove, dichiara che la sfida più grande per Gomorra La Serie è stata quella che di aver paura di raccontare male il proprio paese, mentre l’intento può assumere una veste quasi educativa; tant’è che il problema di girare nei luoghi che si raccontavano è stato reale fino ad un certo punto gli fa eco Tozzi, dato che spesso i giornali hanno nominato location mai volute utilizzare nello show. Come dice Saviano: “Non bisogna stranirsi se è bello – a livello di recitazione, regia, fotografia – un prodotto artistico che racconta una realtà negativa” come quella di Gomorra 2: l’arte può essere anche denuncia, una non prescinde l’altra.

“Ci si emancipa dal giudizio morale, non si denuncia ma si racconta. Si racconta una storia di potere, di famiglie, di un’economia che si forma.”

gomorra 2
I registi di Gomorra 2

Stefano Sollima, co-creatore, regista e showrunner di Gomorra 2, assieme al cast tecnico ha deciso di ignorare le aspettative di pubblico e critica, “facendo finta di niente” e cercando di considerare gli elementi rischiosi che erano anche quelli della prima stagione come il realismo, il linguaggio ecc. Lui e la produzione sono in realtà partiti con maggior sicurezza grazie al successo del ciclo inaugurale, stando attenti però ad alzare l’asticella della qualità da raggiungere per non dormire troppo sugli allori.

Francesca Comencini, come fu per la prima stagione con Maria Pia Calzone e la sua Donna Imma, è la regista degli episodi dedicati alle due new entry femminili Cristina Donadio (Scianèl, che si vede già nei primi due episodi mostrati in anteprima alla stampa) e Cristiana Dell’Anna (Patrizia). Per lei è stato un privilegio non dover mai girare altrove ma proprio nei luoghi che si raccontano, poiché la violenza nell’aria era unita al sentimento forte sia suo che delle protagoniste. Le registe donne sono il 7% del mercato cinematografico italiano e le interpreti femminili di solito recitano in funzione di quelli maschili, quindi questa serie è un’eccezione anche in questo senso.

“Dal romanzo capolavoro al bellissimo film alla serialità: l’uno ha bisogno dell’altro.”

Claudio Cupellini è ritornato sul set immergendosi completamente per un anno nel tessuto cittadino e crescendo anche senza accorgersene, proprio come era successo con la stagione 1. Per la new entry registica Claudio Giovannesi era la prima volta in una serie tv ed è stata un’esperienza intensa, poiché arrivava in un team già collaudato ed affiatato che però l’ha accolto ottimamente.

“La parte più emozionante è stata l’inizio: affacciarmi sul set per raccontare quella realtà entrando a farne parte era imprescindibile.”

Stefano Bises e Leonardo Fasoli, autori del soggetto e della sceneggiatura di Gomorra 2, rispetto a Sollima erano più intimoriti dal successo clamoroso del ciclo inaugurale: volevano raccontare tutto quello che non eravano riusciti a fare nella prima stagione, col timore di non essere all’altezza delle aspettative del pubblico. Fondamentale è stata come nel primo ciclo una grande ricerca sul territorio e uno studio pedissequo di inchieste, ecc. su questo sottomondo criminale, parlando sia con magistrati che con i criminali.

Gli attori di Gomorra 2 raccontano i nuovi episodi di Gomorra La Serie

gomorra 2
Produttori e cast di Gomorra 2

Per Fortunato Cerlino tornare sul set è stato come tornare in famiglia, dato che per gli attori è anche una grande esperienza emotiva. “Pietro è ora un uomo sconfitto, devastato, che deve trovare un equilibrio nel privato e nell’ambito “lavorativo”.

“Don Pietro guarderà in faccia alla parte più nera di se stesso.”

Marco D’Amore ha avuto il privilegio e l’ingratitudine di recitare una scena molto forte alla fine del primo episodio di Gomorra 2, che segnerà sicuramente un “cambio di rotta” del suo personaggio da cui non potrà più tornare indietro.

Salvatore Esposito, sempre umile, si riconosce non tanto il talento ma soprattutto la grande fortuna di aver incontrato delle persone che gli hanno una possibilità, che spera di aver sfruttato appieno (e noi diciamo di sì). Genny Savastano sarà come una fenice risorta dalle ceneri in questa stagione, dopo il destino in bilico del personaggio in cui lo avevamo lasciato alla fine del ciclo inaugurale.

Marco Palvetti è tornato dalla Spagna per creare un’alleanza con Ciro e nei nuovi episodi avremo modo di approfondire maggiormente la storia del suo personaggio, il boss Salvatore Conte.

Veniamo alle new entry. Patrizia è un personaggio complesso, una donna forte capace dell’atto d’amore più grande e allo stesso tempo del male più assoluto. La sua interprete Cristiana Dell’Anna l’ha amata nonostante tutto il male che può rappresentare ed è stato catartico interpretarla.

“Scianèl: un nome, una storia.”

Cristina Donadio ha dichiarato: “A teatro nella mia carriera ho trattato Medea o Clitemnestra come archetipi. Scianèl è disposta a tutto pur di conquistare il potere, senza guardarsi mai indietro o fermarsi davanti a niente e nessuno. E’ una donna in un mondo di uomini. I grandi personaggi sono fatti da piccoli dettagli ed è così che ho cercato di caratterizzarla. Scianèl è un regalo per un’attrice da interpretare: parla solo quando è necessario, è soprattutto una grande ascoltatrice”.

Come racconta sempre la Donadio, le donne oramai sono parte di quel mondo criminale e del tessuto del sistema della Camorra, perché gli uomini spesso sono in carcere e tocca a lavoro mandare avanti la famiglia e soprattutto l’attività. Scianèl invece fa proprio questa scelta e una donna rispetto ad un uomo quando scende in campo è più diretta più feroce. A chi le ha detto che il suo personaggio è l’erede della compianta Donna Imma risponde:

“Tutto quello che c’è è il prodotto di ciò che c’è stato. Scianèl non è una nuova Imma. Lei era una leonessa, che doveva proteggere il proprio nido, mentre Scianèl è una iena solitaria.”

Le fanno eco Dell’Anna, dicendo che la donna completa il discorso narrativo di Gomorra La Serie come di qualsiasi serial tv, e Fortunato Cerlino, che ha detto:

“Interpretando Pietro Savastano ho capito quant’è importante avere una Imma Savastano accanto.”

Gomorra La Serie già rinnovata per le stagioni 3 e 4 prima di Gomorra 2

Era già nell’aria comunque è stato confermato dai produttori che Gomorra La Serie è stata già rinnovata per le stagioni 3 e 4 in modo che arrivi a distanza di meno di un anno il terzo ciclo e non quasi due come è stato per l’attesa (estenuante) di questa seconda stagione.

Su Sky Atlantic nei prossimi mesi arriveranno Billions, The Affair e House of Lies

Inoltre Sky Atlantic ha approfittato dell’occasione per pubblicizzare le serie tv in arrivo nei prossimi mesi sul canale. Oltre alle prevedibili nuove stagioni di Masters of Sex, Mozart in the JungleFortitude e Aquarius e alle serie già annunciate a Maggio ovvero i nuovi episodi di Transparent, la produzione nostrana di e con Corrado Guzzanti Dov’è Mario e il cult Twin Peaks, verrà riproposto anche tutto True Blood (immaginiamo anche sul Box Sets) e arriveranno (finalmente e alcune a sorpresa) le serie tv targate Showtime Billions, The Affair e House of Lies.

Non perdete domani la nostra recensione dei primi due episodi in anteprima e sintonizzatevi la sera alle 21.10 su Sky Atlantic HD e Sky Cinema per Gomorra 2!