Hannibal cancellato da NBC. E se fosse Amazon a salvarlo? #saveHannibal

0
hannibal

La notizia è arrivata quando in Italia erano circa le 23 di ieri sera: NBC ha cancellato Hannibal. Le bacheche social degli appassionati di serie tv sono state invase di commenti, di articoli, di insulti contro la NBC dei fan disperati di tutto il mondo. 

Dopo il miracolo delle prime due stagioni che hanno battuto il Cancellation Bear (le previsioni annuali che fa il sito tvbythenumbers, ndr) che ogni anno lo dava per spacciato, come ha ricordato il creatore Brian Fuller, è arrivato il momento per la NBC di chiudere il capitolo Hannibal. La terza stagione è attualmente in onda sulla NBC, spostata in estate dopo le esperienze in inverno/primavera degli ultimi anni. Ma i risultati delle prime tre puntate, ambientate parzialmente in Italia, sono stati molto al di sotto delle aspettative, con numeri scesi sotto lo 0,5 di rating e i 3 milioni totali. Numeri che anche in estate non ne giustificano lo sforzo produttivo per NBC, nonostante i buoni risultati che la serie ottiene sui social media, con DVR e on-demand. La terza stagione resterà comunque in onda con i restanti 10 episodi e la partecipazione della serie al Comic-Con è confermata.

Guida ai rinnovi e cancellazioni

[adsense]

Se questi numeri giustificano la decisione presa dalla NBC, cui va aggiunta l’indiscrezione di The Hollywood Reporter secondo cui ci sarebbero grosse difficoltà per acquisire i diritti del personaggio di Clarice Sterling e introdurla nella serie, i fan di Hannibal si sono scatenati e al grido di #saveHannibal si sono riversati sui social media. I precedenti non mancano, come dimostrano Community salvata da Yahoo, Unforgettable da A&E, The Mindy Project da Hulu, ma non mancano anche le false speranze come quelle recenti per Constantine o la leggenda legata al salvataggio di Dracula da parte di Netflix.

Su twitter Martha De Laurentis, produttrice della serie, ha confermato che con la Gaumont TV stanno esplorando le alternative per trovare una nuova casa a Hannibal e, ovviamente, invita i fan a usare#saveHannibal per aiutarli. Una mossa necessaria per provare a fare pressioni su nuovi compratori, tra cui potrebbe esserci Amazon. Infatti con il suo servizio di streaming, Amazon ha già i diritti delle precedenti stagioni come parte di un accordo quadriennale con la NBCUniversal che scade tra due anni; quindi se da un lato questo ne favorisce un possibile approdo su Amazon, dall’altro rende complicate le contrattazioni con altri operatori, Netflix in primis, vista l’impossibilità di ottenere le precedenti stagioni.

Bryan Fuller, il visionario autore della serie, attualmente non ha grossi impegni in vista infatti non sarà lo showrunner di American Gods, recentemente ordinata da Starz, ma il compito sarà affidato a Michael Green. Inoltre Fuller è molto legato a Hannibal e ha dichiarato che aveva molte idee interessanti per la quarta stagione e che avrebbe portato il rapporto tra Hannibal e Will in terreni mai visti prima; quindi in caso di salvataggio di Hannibal farebbe sicuramente parte del progetto. C’è però da aggiungere che nella sua prima dichiarazione Fuller ha lasciato intendere la possibilità di nuovi progetti da “assaporare” con NBC.

Sicuramente gli altri 10 episodi in onda, le proteste dei fan che potranno sfogarsi nel corso del Comic-Con, potrebbero sicuramente aiutare il salvataggio della serie e Amazon (o chi per lei) potrebbe decidere di ordinare una nuova stagione ad una serie così amata e così apprezzata da fan e critica, ma che non riesce ad intercettare il pubblico “di massa” dei canali generalisti.

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it