Intervista ad Elena Starace:”Adoro Downton Abbey e Game of Thrones”

0

Con la sua napoletanità verace, Elena Starace, ha conquistato proprio tutti. Dopo Benvenuti a Tavola ed il travolgente successo di Gomorra – la serie (serie tv prodotta da Sky Italia), per la giovane attrice partenopea, è tempo di voltare pagina e pensare ad una nuova “avventura” televisiva. Dal prossimo mese di Novembre infatti, Elena Starace, arriverà nella soap-opera Un posto Al sole, che da anni e con incredibile successo viene trasmessa su Rai 3. Noi di Dituttounpop abbiamo avuto modo di scambiare 4 chiacchiere con Elena che, con un po’ di emozione, ha raccontato il suo ultimo traguardo nel mondo dello spettacolo.

Come sei entrata in contatto con la grande Famiglia di Un Posto Al sole?

Dunque tramite il mio agente sono riuscita ad ottenere un provino. Tutto è andato alla perfezione, ed in realtà, all’inizio, mi ero proposta per un ruolo differente da quello che mi sto accingendo ad interpretare. Per questioni d’età la produzione ha poi deciso di modellare il personaggio.

[adsense]

Quindi chi sarà il tuo personaggio? 

Attualmente sono impegnata nelle riprese ed apparirò in tv dal prossimo 20 Novembre, data in cui entrò ufficialmente  nella soap.  Sarò Giada Ascione e lei sarà una ragazza che viene da una realtà molto difficile della città di Napoli, quella più tosta se così vogliamo etichettarla. Avrà un rapporto difficile con la sorella, e proprio da questo incipt, comincerà a districarsi la narrazione. Ci saranno tante sorprese che, però, non posso rivelare.

E la “tua” Giada avrà un legame amoroso con qualche personaggio della soap? 

Non lo so neanche io. Perché adesso sto scoprendo pian piano quello che accadrà alla mia Giada. Sto cercando di darle il giusto spessore per far colpo sul pubblico, perché come tutti sanno, i meccanismi di Un posto al sole sono molto diversi da un film o da una fiction. E’ tutto un work in progress quindi al momento non potrò sapere cosa accadrà al mio personaggio, se potrà piacere  oppure se qualche sfumatura del suo carattere dovrà essere limata. Non c’è quindi per adesso una storia predefinita, viviamo quasi in contemporanea alla vita vera e vedremo cosa ci riserverà il destino.

bjJEZ8Mc

Ti sei già integrata con il grande cast di un Posto Al sole? Sono nate per caso amicizie professionali? 

Per adesso ho girato poche volte, sarà più o meno la terza o quarta volta che metto piede sul set, e spero di continuare per molto tempo; le persone con cui sono entrata in contatto sono a dir poco spettacolari, amo lavorare alla Rai di Napoli, e soprattutto amo lavorare nel capoluogo perché fa piacere che si riesce a dare valore ad un luogo che conosci come le tue tasche, tutto sembra magico. Senza nulla togliere a Roma e Milano, ma Napoli ha un fascino diverso. 

E’ un periodo soddisfacente per la tua carriera? 

Quando lavoro sono sempre felice. Anche se a volte mi tocca alzarmi alle 4 di mattina per una ripresa, amerò sempre e comunque la scelta di vita che ho intrapreso. Arrivare ad Un Posto Sole per me è un grande onore e spero di poter essere all’altezza delle aspettative. Infatti prego che il pubblico si possa affezionare al mio personaggio, dato che nelle soap-opera, non sempre un nuovo personaggio è visto di buon occhio; e mi auguro perciò che Giada possa far breccia nei cuori di telespettatori,  perché mi piace molto la storia che, la giovane, poterà nel condominio più famoso della tv.

[adsense]

Attualmente segui con passione e dedizione qualche prodotto televisivo che sia italiano o americano?

Seguo con passione Dowton Abbey, la famosa serie inglese, poi mi piace particolarmente Game of Thones, The Vampire Diaries e The Originals.  Diciamo che, come voi, anche io  ne seguo molte contemporaneamente.

Tu cosa ne pensi della cultura pop moderna?

Non mi sono mai posta la domanda perché già il fatto di accostare l’idea di popolare alla cultura moderna suona un po’ strano. In genere io amo le tradizioni, la cultura pop e quella folkloristica ed il termine moderno, secondo me, cozza con il vero significato del termine. Perché essenzialmente le mode ritornano sempre e quindi accostare il pop al moderno, sta a significare come il voler adattare le tradizioni con un linguaggio più contemporaneo. E quindi fa piacere pensare come si può rielaborare un qualcosa che è stato già fatto in precedenza.

 

 

Carlo e' un giovane ragazzo di Caserta cresciuto a pane libri, cinema e serie tv. Confusionario, autocritico ed affidabile, ha fatto delle sue passioni un lavoro e quest'ultima collaborazione, e' la riprova dell'irrefrenabile voglia di scrivere e parlare di tutto ciò che riguarda la cultura pop moderna. Per comunicati, info e news scrivete a c.lanna@dituttounpop.it