Marquez solitario ad Austin

0

Gara solitaria per Marquez, Rossi a terra

Gara praticamente in solitaria per Marc Marquez in Texas fino al primo gradino del podio, davanti a Lorenzo e Iannone.
Partito bene lo spagnolo che mantiene la testa della gara fino a creare un grosso distacco con i suoi inseguitori per poi condurre una gara in solitoria e tagliare il traguardo con tutta calma. Quella di Austin può essere considerata in un certo senso la pista di Marc Marquez, infatti su quattro GP disputati, la vittoria è sempre andata allo spagnolo della Honda.
Se bene è andata a Marquez altrettanto non si può dire di Valentino Rossi che dopo una partenza altrettanto buona, era in palese difficoltà con la moto dovuto al surriscaldamento della frizione e conseguente difficoltà nel gistire il mezzo ma all’inizio del terzo giro, quando forse le cose stavano rientrando nella norma, forza il passo per recuperare ma perde l’anteriore e cade e per lui gara finita. “Con le Bridgestone non si cadeva si riusciva a recuperare l’errore, con le Michelin no”.
Sfortunatissimo dopo l’Argentina Andrea Doviszioso su Ducati che, trascinato in una caduta dal compagno di squadra Andrea Iannone lo scorso week end, ad Austin vede ripertersi il copione ma questa volta con Dani Pedrosa come protagonista, che dopo essere scivolato in entrata di curva va a colpire Dovizioso e cosi con lui cade anche la seconda possibilità di podio. Nobile gesto di Pedrosa che subito dopo la caduta va a scusarsi e a sincerarsi delle condizioni del pilota italiano. Gesto di scuse e spiegazioni che ripete poi anche al box Ducati.
Riscatto di Iannone dopo la catastrofica carambola dell’Argentina che riesce a piazzarsi sul terzo gradino del podio portando cosi punti preziosi alla Ducati.

La classifica piloto vede in testa Marc Marquez con 66 punti, suguito da Jorge Lorenzo con 45 punti e terzo posto per Valentino Rossi con 33 punti.

Prossimo appuntamrnto con la quarta prova del mondiale è il 24 aprile con il Gran Premio Red Bull di Spagna sul circuito di Jerez.