Mozart in the Jungle: sesso, droga e….musica classica! La comedy Amazon su Sky Atlantic e Sky Arte

0
mozart in the jungle

Quanti sentendo la parola musica classica stanno pensando “che noia!”. Ebbene Mozart in the Jungle arriva a ribaltare ogni pregiudizio legato alla musica classica, creando un mondo melodicamente visionario in cui spiccano le personalità istrioniche di Malcom McDowell e Gael Garcia Bernal. Mozart in the Jungle arriva da questa sera, martedì 14 luglio, ogni martedì in contemporanea su Sky Atlantic HD e Sky Arte HD con un doppio episodio. Inoltre in occasione del debutto i primi due episodi a partire dalle 21.10 saranno anche in onda su Sky Uno HD e il primo sarà anche online sul sito skyatlantic.it

Serie tv a luglio sui canali italiani

[adsense]

Prodotta da Amazon Prime Instant Video, la serie è ispirata a Mozart in the Jungle: Sex, Drugs, and Classical Music, scritto dall’oboista Blair Tindall nel 2005 sulla sua carriera professionale a New York, durante la quale ha preso parte a complessi musicali di alto profilo, tra cui la New York Philharmonic e le orchestre di numerosi spettacoli di Broadway.  Il lavoro è stato adattato per Amazon da Roman Coppola (figlio di Francis Ford Coppola ) e Jason Schwartzman (nipote di Francis Ford Coppola ). Coppola ha lavorato come sceneggiatore a molti film di Wes Anderson e in questa serie si è cimentato anche come regista. Anche Schwartzman ha partecipato come attore a molti film di Anderson (Rushmore, Il treno per il Darjeeling, Moonrise Kingdom). É inoltre famoso per aver partecipato alla serie HBO Bored to Death. Oltre a Coppola, dietro la macchina da presa anche Paul Weitz, noto per American Pie, About a Boy, In Good Company e Being Flynn.

 

La storia segue le vicende della giovane clarinettista Hailey (Lola Kirke, sorella della più nota Jemima Kirke di Girls), che sogna di entrare nella New York Symphony e per inseguire il suo sogno si ritrova nel mezzo di un rivoluzionario cambio generazionale dell’orchestra: fuori il vecchio e tradizionalista direttore di orchestra Thomas, che ha il volto e la voce di Malcolm McDowell (Alex DeLarge di Arancia Meccanica), dentro il giovane di talento nonché eccentrico maestro, Rodrigo De Souza, la cui figura si ispira a quella del direttore d’orchestra Gustavo Dudamel, ed è interpretato dall’attore messicano Gael García Bernal, già apprezzato nelle vesti del giovane Che Guevara ne “I diari della motocicletta” e in particolare ne “La Mala Educaciòn” di Pedro Almodovar. Accanto a loro anche Saffron Burrows e Bernadette Peters.

Sulle orme del suo eccentrico protagonista, Mozart in The Jungle è un continuo viaggio nelle emozioni della musica classica, declinata e adattata in diverse forme, luoghi, sostanze, momenti. I membri dell’orchestra non sono rigidi e bacchettoni, ma persone normali che combattono con i problemi di tutti i giorni: dalle rivendicazioni sindacali interne all’orchestra, alle questioni di cuore.

Nonostante qualche puntata, soprattutto nel mezzo, un pò sottotono, Mozart in the Jungle è una piacevole e godibile comedy, già rinnovata per una seconda stagione, l’unione, a volte perfetta, tra sarcasmo e gusto della risata, senza dimenticare la profondità del racconto che scava nelle viscere dei suoi personaggi, senza viaggiare sulla superficie. Un appuntamento assolutamente consigliato nell’estate di Sky Atlantic

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it