PS Matricole: Bad Teacher, opinioni contrastanti per la nuova comedy della CBS

0

bad-teacher-promoGiovedì 24 aprile sulla CBS nello spazio post Due Uomini e Mezzo (occupato precedentemente da The Crazy Ones) è sbarcato Bad Teacher, una nuova comedy tratta dal film omonimo con Cameron Diaz. Tratta, perchè ovviamente Cameron Diaz non c’è e tutto il cast è stato rivoluzionato con l’innesto di diversi volti noti della tv. Protagonista è Meredith, interpretata da Ari Graynor, una fresca divorziata che decide di spacciarsi per un’insegnante per trovare il suo nuovo marito tra i divorziati della scuola, trovando la sponda del preside interpretato da David Alan Grier, dell’insegnante di ginnastica e suo ex compagno di scuola Joel (Ryan Hansen) e della timida Irene (Sara Gilbert), mentre l’unica che prova a remargli contro è la vice preside Ginny (Kristin Davis).

Come è andata la premiere?

“Far ridere non è mai semplice. Le idee originali latitano. Non è più semplice trasformare un film di successo in una comedy, riprendendo formule e situazioni già viste? E’ più semplice certo, ma non è detto che sia più efficace. E questo è il caso di Bad Teacher che prende una finta prof sboccacciata, provocante e provocatoria, la circonda di bravi caratteristi e la infarcisce di battute semplici, prevedibili e banali. L’ennesima occasione sprecata per una comedy CBS che continua a riempire il proprio palinsesto di comedy che sanno di vecchio. Per 20 minuti Bad Teacher ci presenta la protagonista, i vari comprimari caratterizzati molto grossolanamente, la nerd, la precisina “bossy”, il bell’atleta, e le dinamiche scolastiche “looser” contro “vip”, con la protagonista che rivolge la sua cattiveria contro quest’ultimi. Dinamiche arci-note fin dai tempi della prima (gloriosa) stagione di Glee e trattate quasi alla perfezione in  Suburgatory (ABC). Difficilmente la CBS rinnoverà la serie (a meno di un clamoroso successo), sia per la rischiosa ripetitività della formula (quanto può fingersi una persona professoressa?) sia per non rubare spazi sfruttabili per lanciare potenziali nuve serie”. Riccardo Cristilli

[adsense]

badteach

       [adsense]

“Premetto che io e le comedy, soprattutto quelle della CBS, non abbiamo mai avuto un rapporto duraturo. Sono un amante dei drama, quelli complessi, sfaccettati e che creano dipendenza, ma fin da quando è trapelata la notizia che Bad Teacher il divertentissimo film con Cameron Diaz sarebbe stato adattato per la tv, ho aspettato con molta curiosità il giorno in cui venisse trasmesso il pilot.  Si deve ammettere però che la comedy non brilla per originalità e scaltrezza, le battute sono graffianti ma non fanno ridere di gusto, eppure Bad Teacher mi ha colpito tanto da essere invogliato a gustarmi il prossimo episodio. Ari Grayonor seppur non ha lo charme e la bellezza della magnetica Cameron Diaz, funziona alla perfezione nel ruolo di una professoressa arrivista, sboccata ma dal cuore teneoe. L’attrice è camaleontica, calata nella parte e riesce a convincere pienamente, un po’ meno il resto del cast.  Quindi nonostante non sia la comedy più brillante e divertente della primavera, Bad Teacher ha la stoffa (secondo il mio modesto parere) per guadagnarsi un posto d’onore tra le serie più anti-convenzionali del panorama seriale”. Carlo Lanna. 

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it