Recensione 12 Monkeys: Syfy ci prova con l’usato sicuro

0

E’ tempo di premiere e adesso tocca ad una serie sci-fi andata in onda venerdì scorso su Syfy. Parliamo di 12 Monkeys, l’adattamento televisivo del film del 1995 dallo stesso titolo (in italiano l’Esercito delle 12 scimmie). La serie narra la storia di James Cole, un viaggiatore del tempo che arriverà dal 2043 per prevenire la diffusione di un virus che nel suo tempo ha distrutto la popolazione umana. Nel cast troviamo attori noti come: Aaron Stanford (Nikita) Amanda Schull (Suits), Kirk Acevedo (Fringe) e Noah Bean (Nikita). La serie è composta da 13 episodi che andranno in onda in america ogni venerdì su Syfy. recensione 12 monkeys

12 Monkeys, quanto la serie Syfy sarà diversa dal film?

Iniziare una serie Syfy ha i suoi rischi perchè ultimamente il canale sembra aver perso la strada proponendo dei drama fantascientifici molto brutti,  ma 12 Monkeys, almeno dal pilot, sembra non essere tra questi. La serie forse tratta dell’argomento più difficile della televisione: il viaggio del tempo, che se non è ben gestito potrebbe creare parecchia confusione. Ma al momento 12 Monkeys si comporta bene, nel pilot introduce la storia anche per chi non ha visto il film, non rivela troppi dettagli, ed è un fatto positivo visto che molte volte si concentrano troppe cose all’inizio e poi per il resto della stagione non succede nulla. Io non ho visto il film quindi non posso fare paragoni, ma la serie è molto interessante e la fine dell’episodio incuriosisce molto e ti spinge a guardare il successivo. Insomma, senza infamia e senza lode la serie si guadagna un posto tra le serie da vedere subito, e questo non è mica poco.” Voto: 7 Davide Allegra

“Eliminiamo subito il grosso elefante nella stanza: per parlare di 12 Monkeys non bisogna fare riferimento a L’esercito delle 12 scimmie (12 Monkeys in originale) visionario film di Terry Gilliam. L’ultima moda in fatto di serie tv (e i progetti per la prossima stagione lo dimostrano) è prendere spunto da vecchie pellicole, rubarne l’idea ma senza parlare di remake o reboot. Solo così si può parlare di questa nuova serie Syfy che ha costruito un venerdì sera infettivo tra l’epidemia di 12 Monkeys e quella della seconda stagione di Helix. Nel confronto con il film 12 Monkeys perderebbe, non c’è nulla di extra-ordinario qui, non c’è follia geniale. Presa come serie indipendente non è affatto malvagia e soprattutto ha una componente vincente dal mio punto di vista: una forte costruzione serializzata che crea dipendenza. Incuriosisce e ti lascia la voglia di vedere l’episodio successivo. Il che, in tempi di deriva procedurale, è sempre una cosa positiva per le serie tv. Voto 7- Riccardo Cristilli

recensione 12 monkey

Dire che amo le serie tv è abbastanza scontato visto che sono qui, è una passione che ormai è diventata quotidianità e che si è allargata pian piano, passando da 4-5 serie a circa 80 serie durante l'anno (ma saranno di più). Scrivo per passione, e soprattutto scrivo per dar sfogo alla mia ossessione per gli ascolti e le previsioni di rinnovo delle serie tv, ma questo lo sapete già. Per info: d.allegra@dituttounpop.it