Shark Tank – Il business format arriva su Italia1 da questa sera.

0

Italia 1 investe sul futuro con il business format Shark Tank.

Debutterà questa sera, su Italia 1, “Shark Tank“, uno dei programmi della Nuova Italia 1, diretta da Laura Casarotto. Dopo il successo di Fronte dal Palco, Notorius e Fattore Umano, e dopo l’insuccesso di About Love, programma di Fdercio Moccia, Shak Tank, trova la collocazione nel palinsesto della rete giovane di Mediaset, in due serate: la prima puntata andrà in onda questa sera 21 Maggio, mentre la seconda il 28 Maggio, ma comunque sempre di Giovedì.

Shark Tank è nato in Giappone (su NTV) e attualmente è prodotto in più di 20 Paesi, tra cui il Regno Unito (BBC), USA (ABC), Canada e Australia, vedrà il tentativo di giovani startupper di convincere cinque shark, ovvero cinque imprenditori, della qualità del loro progetto in modo da farselo finanziare.

Shark Tank – Il meccanismo della trasmissione

Il meccanismo della trasmissione è semplice ma avvincente, le regole ferree. Cinque importanti imprenditori italiani metteranno i loro capitali a disposizione di persone dalla personalità forte e affidabile che, presentando la propria startup, un’idea innovativa e il business plan più efficace, riusciranno a indurli a investire su di loro e sui loro progetti.

Cosa vorranno i magnati in cambio del denaro? Che percentuale della nuova società? Che percentuale dei profitti? Quanto saranno disposti a concedere i candidati? Quale dei diversi investitori saprà sconfiggere i colleghi nella trattativa per accaparrarsi un buon affare?

La trattativa con gli aspiranti imprenditori sarà rapida e intensa e si svolgerà interamente davanti alle telecamere.

Alla fine di ogni puntata, se l’aspirante imprenditore e almeno uno dei cinque investitori raggiungeranno un accordo, le parti stipuleranno un autentico contratto legale, a telecamere spente.

I magnati sono pronti a finanziare solo le idee più valide e convincenti, sono veri e propri squali che investiranno i propri capitali solo per guadagnare.  

I cinque businessman, Fabio Cannavale (presidente di lastminute.com group), Mariarita Costanza (direttore tecnico Macnil–Gruppo Zucchetti), Luciano Bonetti (presidente Foppapedretti), Gianluca Dettori (presidente e fondatore Venture Capital pixel) e Giampietro Vigorelli (pubblicitario), hanno ben chiaro in mente cosa funziona e cosa è destinato al fallimento. Non si faranno scrupoli a mettere a nudo i punti deboli di un’idea o di una persona, se non saranno convinti della proposta.

Le premesse, per un programma che dovrebbe riuscire ad intrattenere, sembrano esserci tutte, ma vi sapremo dire di più dopo la prima puntata che, vi ricordiamo, andrà in onda da questa sera su Italia 1.