The Bastard Executioner cancellato: ad annunciarlo è Kurt Sutter

0
The Bastard Executioner cancellato

The Bastard Executioner cancellato

Non tutte le ciambelle riescono con il buco e ad esserne consapevole per primo è lo stesso Kurt Sutter che ancor prima di sapere la decisione presa da FX e FOX 21 ha annunciato tramite un’inserzione su deadline e The Hollywood Reporter la chiusura di The Bastard Exectuioner, cancellato dopo una sola stagione da 10 episodi.

The audience has spoken and unfortunately the word is, ‘meh’. So with due respect, we bring our mythology to an epic and fiery close” “Il pubblico ha parlato e sfortunatamente la parola usata è ‘meh’. Per questo con tutto il rispetto dovuto, fieramente e in modo epico abbiamo deciso di chiudere la vicenda“. Con queste parole Sutter chiude il messaggio pubblicato, un modo per anticipare una chiusura annunciata a causa di uno scarso riscontro da parte del pubblico, dubbioso fin dalle prime puntate sulla nuova creatura dell’autore di Sons of Anarchy. 

The Bastard Executioner, un racconto epico ambientato in Galles, era troppo costoso per un così scarso riscontro e anche se FX ancora non si era pronunciata, forse per il rispetto dovuto all’autore, la cancellazione era nell’aria. Sutter resta comunque sotto contratto con FOX 21 di proprietà del 20th Century Fox e inizierà presto a lavorare all’annunciato spinoff di Sons of Anarchy che si concentrerà sul Mayan biker club, iniziando dall’assumere uno showrunner di origini Latine. E probabilmente dirigerà il film Delivering Gen della Cross Creek, con cui ha realizzato Southpaw diretto da Antoine Fuqua di cui era sceneggiatore.

Sul fronte spinoff di Sons of Anarchy Sutter ha dichiarato a deadlineFX è molto presa dal progetto Mayan e non sarò io a guidarlo. E’ importante trovare lo sceneggiature giusto e la cosa che farò sarà cercare uno scrittore sudamericano, qualcuno che capisce quel mondo e quella cultura. Non voglio semplicemente infilarci qualche ragazzo bianco a gestirlo“.

Sutter era ovviamente molto dispiaciuto per la chiusura di The Bastard Executioner un progetto sull’influenza che la religione ha avuto in passato nel creare guerre, rivalità, guidare popoli. Un progetto cui era/è molto legato e per questo ha voluto ringraziare con quella pubblicità tutti quelli che vi hanno partecipato. In particolare gli attori e tutto il gruppo inglese che ha lavorato al progetto con tanto impegno, come sottolinea Sutter e soprattutto per loro che sono un pò fuori dal mondo Hollywoodiano ha voluto comprare quella pubblicità e comunicare la chiusura del progetto.

Le buone recensioni e i premi sono meravigliosi, ma visto che io sono uno sceneggiatore, racconto storie, per me sono molto importanti gli ascolti, la capacità di entrare in relazione con il pubblico” ha detto Sutter “Questa serie ha iniziato con ascolti bassi e non sono cresciuti al punto di poter dire OK, abbiamo trovato il nostro pubblico“. Sutter ha proseguito facendo un discorso molto logico e realistico, utile anche per i fan delle serie tv di tutto il mondo, spiegando che per quanto si ami uno show, se non ci sono i numeri non si può andare avanti, se non si ha una base non si può vendere un prodotto ai pubblicitari perchè non si riesce ad identificare la tipologia di pubblico cui rivolgersi.

Sutter ha acquistato la pubblicità anche per questo per far capire che tutti hanno supportato lo show, che non è stato cancellato da un network cattivo, ma che non si poteva andare avanti. Anche per questo ha deciso di anticipare la rete.

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it