Toyota #Areyoufun? – Quando il “Sacro e Profano” si incontrano ad un party

1

 

toyota

A distanza di qualche settimana dalla fine di uno degli eventi più attesi nel panorama meneghino (e del mondo) è tempo di fare le stime su quello che è stato, o non è stato, per molti il Fuorisalone 2014. Questa edizione è stata particolarmente ricca di eventi, molti dei quali sono serviti come campagna promozionale per il lancio nuovi prodotti; tra food ricercato e location particolari, le varie aziende hanno fatto a gara per creare il party più cool ed divertente.

Toyota, in occasione del lancio sul mercato del nuovo modello di Aygo, ha organizzato il party #Areyoufun, un evento di presentazione nell’insolita location del Conservatorio di Milano, un luogo istituzionale che per qualche ora si è trasformato nel fulcro del divertimento.

La serata si è svolta con l’arrivo degli invitati alle 19, dove ad attenderli c’era un concerto di musica classica. Il melodico suono prodotto dai violini creava perfettamente il clima che ci si attende entrando in un prestigioso istituto di formazione musicale.

Tra un bicchiere di spumante e l’alternarsi di strumenti musicali classici, tra cui flauti, il tempo veniva scandito da un countdown proiettato sulla parete della sala, il quale fungeva da sfondo agli invitati.

Quello che sembrava un normale (e noioso?) party, allo scadere dei 20 minuti si è trasformato completamente, esplodendo letteralmente. Una pioggia di coriandoli ha investito gli ospiti; i violini sono stati sostituiti da Dj che “pompavano nelle casse” musica elettronica; dei personaggi totally crazy di ispirazione giapponese (Ganguro, lottatori di wrestling) hanno improvvisato un karaoke.

La cura e l’originalità dell’eventi si respirava anche nell’area food and drinks. Tra Mojito molecolari, marmellate incapsulate e cocktail stick, sembrava di essere in un laboratiorio del gusto.

Musica, divertimento e colori, da condividere sui vari social network con l’hashtag #Areyoufun. Quello che sembrava essere un azzardo, per via della location, si è rivelata invece una piacevole sorpresa, dimostrando come il “sacro e profano” riescono a coabitare perfettamente nello stesso luogo.

 

Beh, che dire... Amo le Serie tv, il Cinema e il Design... ah, anche mangiare, ma questo è un altro discorso. Scrivevo, scrivo e penso che continuerò comunque a farlo nonostante il tempo tiranno. Sono ovunque, in ogni sezione c'è del mio, come una pianta infestante in pratica. In passato, come molti colleghi presenti su dituttounpop, ho preso parte al progetto editoriale "Un anno con il Serial Club". Membro fondatore della #bandadellapellicola Non siate timidi e per comunicati, eventi, news scrivetemi! l.lemma@dituttounpop.it