ABC rinnova The Rookie, Stumptown, A Million Little Things, sorprendono le cancellazioni di Single Parents e Schooled

ABC Stumptown
STUMPTOWN - ABC's "Stumptown" stars Camryn Manheim as Lieutenant Cosgrove, Adrian Martinez as Tookie, Michael Ealy as Detective Miles Hoffman, Cobie Smulders as Dex Parios, Jake Johnson as Grey McConnell, Cole Sibus as Ansel Parios, and Tantoo Cardinal as Sue Lynn Blackbird. (ABC/Matthias Clamer)

Le decisioni ABC: rinnovate A Million Little Things, Stumptown e altre, chiudono Emergence, Bless this Mess e Schooled

Ogni anno ABC arriva a ridosso degli upfronts con diverse serie in bilico, qualche certezza e molti dubbi. E nonostante un’annata particolare vista la pandemia e l’assenza di veri e propri upfronts, le decisioni sorprendenti non sono mancate.

La rete che nonostante tutte le difficoltà della tv generalista, senza sport riesce a risultare la più vista tra i 18-49 anni al pari di Fox, ha alcuni punti fermi rappresentati dai già rinnovati Grey’s Anatomy, al suo spinoff Station 19, a The Good Doctor e agli show American Idol e America’s Funniest Home Video, aggiunge altri 13 rinnovi arrivando così a 22 show già confermati per il prossimo anno comprese le serie ordinata Big Sky e Call Your Mother e lo show Supermarket Sweep. E da ben 10 settimane è la rete numero 1 tra i 18-49 anni.

Ma ABC non ha ancora rivelato il suo palinsesto o i piani per la stagione post-Covid per quello dovremo aspettare probabilmente il prossimo mese. “La nostra priorità è collaborare con i nostri studi (ricordiamo che Disney ha ABC Studios e Fox TV Studios, ndr) partner per cercare di tornare in produzione il prima possibile” ha aggiunto Karey Burke presidente di ABC Entertainment.

Le Serie Tv ABC rinnovate…

Avranno così una seconda stagione Stumptown con Cobie Smulders e mixed-ish, arriveranno alla terza stagione la sorprendente A Million Little Things (che finalmente sembra questa estate riusciremo a vedere anche in Italia su Rai 1) e The Rookie il procedurale della domenica.

Grazie all’accordo con il cast avrà una terza stagione The Conners, mentre The Goldbergs arriva all’ottavo anno, inseguita a breve distanza da black-ish arrivata al settimo. Sul fronte show torneranno The Bachelor, Shark Thank, Dancing with the Stars e Who Wants to Be A Millionaire.

Nessuna decisione è stata invece presa per For Life e The Baker and the Beauty rilasciate in queste ultime settimane e di cui a fronte di risultati poco esaltanti nei Live, ABC sta aspettando i dati +35, i risultati di streaming e on demand nei 35 giorni successivi, numeri spesso usati dalla rete Disney per valutare l’operato delle proprie serie. Dati che hanno salvato The Rookie e A Million Little Things arrivati nella Top Ten delle serie più visti sui 35 giorni.

…e le cancellate

4 le serie tv cancellate da ABC: Emergence, Bless This Mess, Single Parents e Schooled. Probabilmente le ultime due sono le cancellazioni più sorprendenti. ABC elimina una novità e 3 seconde stagioni, tre comedy.

Probabilmente in vista della prossima stagione ABC deciderà di togliere un’ora comedy dal suo palinsesto. Ricordiamo che in questa stagione ABC aveva 2 ore comedy (4 serie tv) al martedì e al mercoledì e in autunno anche 1 ora al venerdì. Oltre a quella del venerdì è probabile che finalmente decida di toglierne una anche al martedì o al mercoledì. Infatti la due ore comedy “uccide” i rating live e non è un caso che nelle ultime stagioni a esser cancellate siano spesso le serie tv del martedì e mercoledì alle 10 pm (The Rookie, A Million Little Things e Stumptown sono eccezioni fortunate salvate dai dati +35).

E’ il mio Red Wedding” ha scherzato Liz Meriwether co-creatrice sia di Single Parents e di Bless This Mess “Ho ricevuto il messaggio ABC” e considerando che ha un accordo con il gruppo non è da escludere che nella prossima stagione (2021-22) tornerà con un nuovo progetto. Taran Killam di Single Parents ha commentato la cancellazione dicendo comunque di esser soddisfatto e che “hanno fatto 45 episodi 17 stagioni su Netflix” ha scherzato.

La cancellazione di Emergence non sorprende. La serie, inizialmente sviluppata per NBC, poi presa dopo il loro mancato ordine, oltre al nome di Allison Tolman aveva ben poco da raccontare, pessimo esempio di tentativo di normalizzare i mystery drama soprannaturali con elementi infantili e familiari.