Alessandro Borghese 4 Ristoranti – Si riparte da questa sera su Sky Uno

Alessandro-Borghese-4-Ristoranti

Alessandro Borghese 4 Ristoranti – Lo show on te road con Alessandro Borghese riprende dalla sua città di adozione: Milano. In onda questa sera, martedì 12 gennaio 2016, alle ore 21.10 su Sky Uno HD

Dopo la pausa natalizia, riprende l’appuntamento del martedì con le puntate inedite di Alessandro Borghese 4 RistorantiPer la prima puntata del nuovo anno – martedì 12 gennaio alle 21.10Alessandro Borghese 4 Ristoranti ha scelto di fare tappa nella città di adozione dello chef: Milano.

Il capoluogo lombardo, che recentemente ha ospitato Expo, si è interrogato sull’importanza di un’alimentazione sana, sostenibile e ovviamente buona, diventando un importante laboratorio ristorativo. La varietà culinaria in città non manca e, anche i palati più esigenti, riescono ad essere sempre soddisfatti. E, la sfida tra i 4 ristoranti lombardi, quindi, non poteva che assegnare il titolo di miglior ristorante sano, buono ed eco sostenibile di Milano tra: Capra e cavoli, Shaolin state of harmony, Ghea e Bottega Ghiotta Gourmet.

In ogni puntata chef Alessandro Borghese mette a confronto 4 ristoratori di una stessa area geografica su altrettanti aspetti fondamentali per un ristorante: la location, il servizio, il conto e, infine, il menù. I ristoratori invitano nel proprio locale i rispettivi “avversari” e colleghi che, accompagnati dallo stesso Alessandro, per prima cosa ispezionano da cima a fondo ogni angolo del ristorante ed esaminano con attenzione la cucina e il personale che vi opera. A seguire, inizia la cena vera e propria, dall’antipasto al dolce, nel corso della quale non mancheranno critiche e commenti pungenti. Alla fine ognuno assegna il proprio voto sui quattro aspetti fondamentali del locale, ma l’ultima parola spetta solo ed esclusivamente a Chef Borghese: la sua opinione, infatti, è decisiva per eleggere il migliore ristoratore della puntata. Le ultime 3 puntate di “Alessandro Borghese 4 Ristoranti” porteranno poi lo chef a Napoli, nell’antica regione dell’Etruria e, infine, a Catania.