Diritti Serie A: calcio al cinema e in chiaro sempre più tardi (e 90° minuto?)

calcio in tv

Il Calcio al cinema e nei teatri: l’ultima novità per la Serie A

Dopo l’accordo tra DAZN e Mediaset Premium che permetterà agli abbonati Premium Calcio di accedere alla piattaforma di streaming (che ha tutta la serie B e tre partite di Serie A tra cui l’anticipo del sabato alle 20:30) e in attesa di un accordo simile con Sky che potrebbe essere annunciato lunedì, dalla Lega Calcio arrivano ulteriori novità in merito ai diritti della Serie A.

Come riporta Digital Sat, nell’ultima riunione la Lega ha stabilito ulteriori ed interessanti novità per la trasmissione delle partite, mentre ha ancora preso tempo per la scelta del title sponsor, ovvero della società che sponsorizzerà il campionato. TIM, il cui contratto era scaduto e che sembrava non essere più interessata, è tornata in corsa per la Serie A, mentre le Ferrovie dello Stato sarebbero interessate alla Coppa Italia (Coppa Italia FS?).

La grande novità sarà la Serie A al cinema. Infatti la Lega Calcio ha deciso di preparare all’unanimità un pacchetto per cinema e teatri che potranno trasmettere la partita live a patto che le sale si trovino a più di 80 chilometri di distanza dalla città della partita trasmessa (per es. un Roma Juve non potrà andare in un cinema o teatro di Roma ma di Torino si). Considerando che Aurelio De Laurentis (proprietario del Napoli) e Massimo Ferrero (Sampdoria) sono anche imprenditori cinematografici, il loro interesse non mancherà.

Secondo quanto trapela invece sui pacchetti relativi agli highlights in chiaro, 90° Minuto non sarebbe più così sicuro come sembrava nelle scorse settimane dopo le rassicurazioni della Lega Calcio a seguito del nuovo bando.

Il pacchetto approvato per le immagini degli incontri da trasmettere in chiaro avrebbe un embargo alle 19 di domenica per le immagini del sabato e dell’incontro delle 12:30 della domenica e alle 22:45 per tutte le altre partite del giorno, 22:45 del lunedì per il match del Monday Night. Ci sarebbe anche un altro pacchetto con embargo totale fino alle 22:45 di lunedì. Se fosse confermata la prima formula 90° minuto scomparirebbe e viene da chiedersi chi avrebbe interesse a creare una trasmissione con immagini vecchie di quasi 24 ore.

Infine il campionato Primavera sarà in esclusiva su una tv in chiaro, ma con la possibilità dei canali ufficiali delle squadre e dei loro social media di ritrasmettere le immagini, prodotte dalla Lega Calcio, in contemporanea.