Hell’s Kitchen Italia, chi vincerà?

- Pubblicità -

Hell’s Kitchen Italia su Sky Uno la finale venerdì 21 dicembre

Yannick Alléno e Andreas Caminada ospiti accanto al giudice supremo Carlo Cracco

Sono rimasti in quattro a contendersi la vittoria della nuova edizione di Hell’s Kitchen e venerdì 21 dicembre finalmente sapremo chi sarà il vincitore.

Nicola, Mayla, Michela e Ginevra si contendono il titolo e soprattutto il posto di Executive Chef presso uno dei ristoranti del J.W. Marriott Venice Resort & Spa sull’Isola delle Rose della laguna di Venezia. Senza più squadre è una battaglia infuocata quella che attende i 4 finalisti di Hell’s Kitchen  il cooking show più spietato della televisione prodotto da Dry Media e guidato da Chef Carlo Cracco. 

- Pubblicità -

L’appuntamento è su Sky Uno venerdì 21 dicembre alle 21:15 come al solito anche in streaming su SkyGo e NowTv e su Sky On Demand con tutte le curiosità e le informazioni sui concorrenti sul sito ufficiale http://hellskitchen.sky.it/

Hell’s Kitchen Italia gli ospiti della finale

Giudici ospiti della finalissima saranno gli Chef Yannick Alléno e Andreas Caminada, 9 Stelle Michelin in due, che avranno il compito di aiutare, con i loro preziosi consigli, i concorrenti a valorizzare al meglio i piatti dell’ultimo servizio nonché di aiutare Carlo Cracco a stabilire chi avrà meglio figurato, fra i due finalisti, durante il più importante servizio della gara.

Ad assistere Chef Cracco nella direzione della cucina anche per la finale, i due sous-chef Sybil Carbone (finalista della prima edizione del programma) e Mirko Ronzoni (vincitore della seconda), che coordineranno il lavoro dei finalisti. Il maître Luca “Luchino” Cinacchi sarà ancora una volta l’irreprensibile responsabile della gestione della sala.

Hell’s Kitchen Italia credits

HELL’S KITCHEN ITALIA è una produzione DRY MEDIA. Un programma di Paola Papa, Romina Ronchi, Luca Danesi, Ilaria Brosi, Jacopo Ghirardelli, Valentina Monti, Sergio Carfora, Vincenzo Maiorana, Mariachiara Salvi, Veronica Pennacchio, per la regia di Umberto Spinazzola.

- Pubblicità -