Riccanza, la vita di sette ragazzi italiani ricchi: da questa sera su MTV.

Riccanza, sette ragazzi italiani e le loro vite da “nativi ricchi”: da questa sera, alle 22.50 solo su MTV (in esclusiva su Sky al canale 133)

In occasione della premiere del programma oggi Martedì 29 novembre su MTV sarà “Riccanza Day” a partire dalle 15.00: una programmazione speciale con gli show del canale dedicati al lusso e alla ricchezza


 Da oggi, martedì 29 novembre su MTV (in esclusiva su Sky al canale 133) alle 22.50, farà irruzione la vita dorata dei “nativi ricchi” con #RICCANZA, il nuovo programma che svelerà nei lati più curiosi e impensabili la quotidianità, lo stile di vita e la personalità di 7 ragazzi italiani che condividono il fatto di essere giovani, estremamente ricchi e con una grande passione per i social network. 

Nelle sue 14 puntate, 12 puntate e 2 episodi speciali, #RICCANZA ci introdurrà con tocco ironico e leggero nelle avventure e nell’agiatezza vissuta con disarmante naturalezza dai 7 protagonisti: giovani dai 19 ai 26 anni cresciuti in una ricchezza no-limits che li ha resi precocemente proprietari di auto di lusso, ville e appartamenti nelle mete turistiche più mondane, frequentatori assidui dei ritrovi della vita notturna e clienti di riguardo negli showroom delle maggiori griffe.

Riccanza: I protagonisti.

Tra location esclusive, vetture sportive, sedute in palestra, cura della visibilità social e guardaroba ipertrofici, le vite glamorous di Elettra, Farid, Gian Maria, Nicolò, Tommaso, Anna e Cristel si dipaneranno in una narrazione che, con lo stile proprio del docu reality e con la leggerezza e l’ironia che contraddistinguono le produzioni di MTV, descriverà la straordinaria normalità con cui vivono la loro vita da #RICCANZA.

Situazioni, dialoghi e vezzi dei protagonisti, infatti, raccontano di esistenze a loro agio in una dimensione che scorre a parte, sovrapposta alla vita reale dei loro coetanei. Perché anche il neologismo #RICCANZA è simbolo di un modo di interpretare la vita che, almeno per il metro di giudizio comune, è fuori dall’ordinario ma che, in fondo, ognuno vorrebbe permettersi il lusso di poter vivere anche per un solo giorno.