Romics 6-9 aprile 2017: verso il fumetto e oltre al Romics

romics aprile 2017

Romics 6-9 Aprile 2017: novità e conferme per la XXI edizione della fiera del fumetto della capitale. Yoshiyuki Tomino, Sharon Calahan, Giuseppe Camuncoli, Matteo Casali, Igort Romics d’Oro.

Romics 6-9 aprile 2017. Sarà un’edizione veramente crescente anche ad ambiti nuovi che andremo a toccare quella della Fiera del Fumetto della capitale, oramai appuntamento fisso due volte l’anno per migliaia di appassionati, come ha ricordato il direttore artistico Sabrina Perucca in conferenza stampa oggi 22 marzo a Roma.


E’ intervenuto anche l’ingegner Piccinetti, amministratore della Fiera di Roma che oramai da un po’ di anni ospita la manifestazione. Si è complimentato con tutti i partner e soprattutto con Castelli Animati e la creatività dei ragazzi. “Fiera di Roma non è solo un contenitore, ma un co-organizzatore a tutti gli effetti oramai. Questo grazie anche agli accordi con MIUR e MiBACT, che si sono resi conto del fatturato che portano le manifestazioni fieristiche a Fiera Roma, parliamo di 60 miliardi l’anno. Offriremo da quest’anno anche un nuovo servizio di spostamento per chi ha problemi di mobilità. La fiera è per tutti quindi dev’essere davvero per tutti.”

Venendo al programma, i Romics d’Oro sono oramai quasi 70 in 21 edizioni, e comprendono ambiti sempre più variegati e soprattutto trasversali. Quest’edizione saranno cinque i premiati: Yoshiyuki Tomino, ovvero il papà di Gundam (proprio a un anno da Go Nagai, il creatore di Goldrake, come ha sottolineato la Perucca); Sharon Calahan della Disney Pixar, da Nemo all’ultimo arrivato Arlo; il disegno e la scrittura fumettista di Giuseppe Camuncoli e Matteo Casali e il loro Bonerest, la continuazione del progetto di Pratt e il book a fumetto La neve se ne frega di Ligabue; infine Igort illustratore e fumettista italiano conosciuto in tutto il mondo.

Tra le tantissime special guest – se ne contano oramai circa 200 a ogni edizione: Naohiro Ogata il producer di Gundam; Rafan Sandogan (per la Marvel su X-Men e Avengers e ora a cura del progetto Rinascita DC su Hal Jordan e Green Lantern Corps); il Romics d’Oro delle precedenti edizioni Leo Ortolani che presenterà in anteprima per il Romics il suo prossimo progetto post Rat-Man che si concluderà a settembre.

Per la terza edizione consecutiva vi sarà Meeting&Lab, ovvero lo spazio dedicato a Regione Lazio. Gian Paolo Manzella il Consigliere della Regione Lazio Commissione Cultura conferma che “la Regione partecipa al Romics credendoci, in fondo attira 200.000 persone l’anno.” Vi sarà un’apertura all’editoria per ragazzi in quest’edizione e la presentazione di un libro che stanno curando sulla scena del fumetto oggi in Italia.

“Bisogna promuovere la scena del fumetto in sé, che è una realtà importantissima oggigiorno. Non solo Zerocalcare divenuto un vero e proprio fenomeno, ma tutto un sottobosco di talenti che lavorano a Roma pur non essendo romani come il toscano Gipi.” In piedi anche un concorso lanciato in tutte le scuole del Lazio con il tema della violenza sulle donne e una proposta di legge che per prima in Italia valorizzi la promozione del settore culturale e creativo per sostenere i giovani e il fumetto, e aiuti a far dialogare la pubblica amministrazione con le giovani aziende creative e coi privati cittadini.

Ma anche il Concorso libri a fumetti con in giuria il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bologna Enrico Fornaroli, assieme a Pietro Melati e alla new entry Romano Montroni. Ha parlato in conferenza anche Assunta di Febo del MiBACT – Centro per il libro e la lettura, che porterà ancor di più al Romics la narrativa con il Maggio dei Libri. Senza dimenticare Io Scrittore il concorso fra gruppo editoriale e Romics che tra fumetto e scrittura che si concluderà nell’edizione di ottobre della manifestazione, che si definisce quindi oramai un circuito che va oltre le due edizioni l’anno. Lo testimonierà il premio – per ora sconosciuto – dei tre disegnatori vincitori, che cureranno la parte grafica dei corrispettivi di Io Scrittore, che sono una decina l’anno. Ci sarà anche una special guest: l’astronauta Paolo Nespoli in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana, che di recente ha presentato Life – Non oltrepassare il limite, e di cui sapremo di più venerdì 7 aprile.

A proposito di libri e narrativa anche il progetto “I linguaggi dell’immaginario” con il MIUR – per il quale ha parlato la professoressa Maria Costanza Cipullo. “Il concorso si è rivelato un successo enorme e inaspettato: più di 100 elaborati sono arrivati e continuano ad arrivare anche fuori termine. Noi crediamo nei giovani e il progetto continuerà. Sabrina e una che trascina. Nella vita aiuta sognare, se ci si crede veramente.”

Appuntamento tra le mostre e gli eventi con C’era una volta Coco Bill per i 60 anni del pistolero di Jacovitti. E siccome il fumetto in diretta piace molto al Romics sabato 8 ci saranno disegni live con la Scuola Romana di Fumetto.

Per quanto riguarda il padiglione cinema e l’oramai tradizionale MovieVillage come al solito è stato Max Giovagnoli a presentare i numerosissimi contenuti “per un’edizione veramente d’autore”. Ha iniziato con la già citata Sharon Calahan, che da 20 anni lavora alla Pixar ed ha inventato un nuovo metodo di direzione della fotografia per l’animazione, al Romics terrà una masterclass e vi sarà una mostra in 70 tavole in collaborazione proprio con la Pixar. Ci saranno poi i 75 anni di Wonder Woman con una mostra di 75 copertine speciali scelte con RW Lion e un po’ di dialogo sul film con Gal Gadot in uscita a giugno, e addirittura nell’area entertainment saranno presenti il lazo e la corona originali dal set.

Si passa poi ai grandi maestri Oscar come Carlo Rambaldi al cui nome sarà intitolato un Museo quest’anno, tramite la figlia: si celebreranno le sue tre “creature” Alien, E.T. (di cui ricorrono i 35 anni e di cui verranno presentati in anteprima gli extra dell’uscita home video a maggio) e King Kong. Il due volte vincitore del David l’anno scorso Simone Cruciano, a capo di una factoy tutta italiana che unisce effetti digitali e speciali. Spazio anche alle serie web migliori dell’anno in collaborazione con il Roma Web Fest: verrà presentata in anteprima La scuola della notte in onda prossimamente su Rai4 che unisce motion graphic e live action con la regia di Alessandro D’Alatri.

Non dimentichiamo l’isola dedicata ad Animali fantastici e dove trovarli e l’anteprima dell’edizione home video con gli extra e il backstage originale inedito di Assassin’s Creed, che è passato dal mondo videoludico a quello cinematografico. Universal sarà presente con gli attesi Ghost in the Shell, Fast and Furious 8, il remake de La Mummia e l’edizione del ’32. Tra i partner ricordiamo quello importantissimo per l’audiovisivo e l’animazione di VIEW Conference.

Quarta edizione collaborazione con Filatelia, per la quale è intervenuto Corrado Di Rito a ricordare i due speciali folder a tema E.T. e King Kong che verranno svelati e un annullo giornaliero con Gundam.

La conferenza ha chiuso il percorso di presentazione di Romics Aprile 2017 con le Mostre che raddoppiano nel padiglione 9 per il cinema e nel padiglione 5 per il fumetto e derivati. Il PalaGame nel padiglione 6 è cresciuto molto in questi anni con una diversificazione delle proposte tra tornei e giochi in singola. Ci saranno le fasi finali di League of Legends e la presentazione in anteprima al Romics Father.io il videogioco in realtà aumentata di un’azienda italiana che solo 120 fortunati potranno provare. Gli YouTuber saranno tradizionali ospiti della manifestazione, così come i cosplayer famosi e il contest dedicato e i doppiatori italiani più conosciuti delle serie tv e del cinema.

Che dire se non mai come quest’anno, vista la trasversalità delle proposte: “Ci vediamo al Romics… verso il fumetto e oltre!”