The Walking Dead 7: Gale Anne Hurd sul finale di mezza stagione e altro

The Walking Dead 7

The Walking Dead 7: Gale Anne Hurd parla del finale di mezza stagione, del premio di Jeffrey Dean Morgan ai Critics’ Choice Awards 2016 e altro

The Walking Dead 7 – Dopo una stagione iniziata con la morte di due personaggi principali, ieri sera è ondato in onda il midseason finale di The Walking Dead, che ha visto la morte del doppiogiochista Spencer e della spettatrice innocente Olivia. Nel finale di metà stagione c’è stata anche la volontà di Rick Grimes, Michonne, Daryl Dixon, Maggie e gli altri sopravvissuti di liberarsi delle catene di Negan. Il dramma più apprezzato della televisione si sta dirigendo verso la modalità battaglia che ha caratterizzato tutte e sette le stagioni del blockbuster AMC.


Ora che la stagione 7 è in post-produzione, il produttore esecutivo Gale Anne Hurd – nel corso di un’intervista rilasciata a DeadLine, ha dichiarato che con il discorso di incoraggiamento di Michonne e con Daryl Back, Rick sta trovando di nuovo il suo mojo. Non vuole essere il servitore volenteroso di Negan (ricordiamo che Jeffrey Dean Morgan ha vinto il premio della critica per il suo ruolo in TWD). Dal momento che la serie non andrà in onda fino a febbraio, è importante strutturare la posta in gioco per la seconda metà della stagione e l’unico modo per approfondirla era quello di svegliare Rick dal suo torpore attraverso la perdita.

La seconda metà della settima stagione di The Walking Dead 7

La seconda metà di stagione sarà incentrata sull’effetto che questi decessi avranno sui restanti membri del gruppo. “E’ vero che Spencer ha avuto una morte orribile, ma tutti sapevano che lui era piuttosto inaffidabile e stava complottando contro Rick. La sua scomparsa sembrava meritata, mentre quella di Olivia era diversa: lei era del tutto innocente. Questo non è il mondo in cui i sopravvissuti vogliono vivere”, ha aggiunto Hurd.

Hurd ha affermato di aver sempre considerato il fumetto originale di TWD e che la sua mente era proprio al fumetto quando avevano girato le sequenze: “è stata dura, perché tra questo e uccidere Olivia tutti erano piuttosto giù”. Tutti i fan facevano il tifo per la morte di Spencer. Lui era molto bravo a criticare gli altri, ma non riusciva a vedere i propri difetti. Negan è quel tipo di uomo che non rispetta le persone come Spencer perché sa che lui andrà in qualsiasi direzione soffia il vento.

Il premio di Jeffrey Dean Morgan ai Critics’ Choice Awards 2016

Hurd, inoltre, sostiene che il premio di Jeffrey Dean Morgan ai Critics’ Choice Awards 2016 sia davvero meritato. L’attore è molto diverso dal personaggio da lui interpretato, tranne per il fatto che lui sia una delle persone più affascinanti che si possano incontrare: Jeffrey è modesto, esilarante, si adatta facilmente ed è stato d’aiuto nel momento in cui Michael Cudlitz e soprattutto Steven Yeun sono usciti dallo show. Questo è un enorme fardello da portare avanti, oltre al fatto di aver portato Negan in vita e avere monologhi di più pagine. Questa è una delle cose più difficili per un attore che deve essere un cattivo, ma anche affascinante, sexy.

Durante la prima stagione di The Walking Dead erano stati nominati per un Golden Globe, ma – stando a quanto detto dal produttore esecutivo di TWD – la verità è che ci sono così tanti grandi spettacoli televisivi adesso che nessuno prende il fatto di non essere premiati come qualcosa di personale. Il feedback più importante è quello che ricevono da parte dei fans. “Sul set tutti nel cast guidato da Andy Lincoln sono entusiasti per il riconoscimento di Jeffery Dean Morgan. Non c’è nessun tipo di complimento falso. E’ puro e genuino ed è per questo che, quando le persone entrano nello show, nessuno vuole lasciarlo: questa è l’atmosfera che si respira sul set ogni giorno.