Dallas, si chiudono i cancelli del Ranch di Southfork

0

DALLAS

A più di un mese dalla cancellazione da parte della TNT (network cable americano), si affievolisce una volta per tutte l’idea che Dallas possa ritornare in tv dopo la sua prematura cancellazione. La saga degli Ewing quindi, riportata in tv da Cynthia Cidre, si ferma dopo 3 stagioni in un momento in cui la stessa narrazione era arrivata al suo punto massimo di espressione. 

[adsense]

A nulla è valsa la campagna di sensibilizzazione #SaveDallas, dove i fan, hanno cercato di raccogliere quante più firme possibili  e permettere allo show di traslocare su un altro network. Si è incominciato a parlare della Lifetime ed addirittura della CW, ma fino a che non c’era il benestare della TNT, non si poteva tirare un sospiro di sollievo. Poi ieri, grazie all’autorevole TVLine, la stessa creatrice e sviluppatrice dello show ha fatto trapelare una sua dichiarazione. Non c’è nulla da fare, nessun nuova rete è intenzionata ad acquistare i diritti di Dallas e, quindi, la moderna saga degli Ewing si conclude in maniera barbara e senza un segno finale.

Tralasciando per un attimo beghe contrattuali e trattative tra i network, i motivi per cui Dallas non è stato rinnovato per una quarta stagione, sono stati gli ascolti traballanti ed i ratings bassissimi. Nonostante la serie fosse stata trasmessa in un periodo poco competitivo, gli spettatori con il passar degli episodi, sono fuggiti verso altri lidi seriali impedendo a questa enorme macchina revival/commerciale di brillare per ilarità e scaltrezza. Sta di fatto che forse il successo della serie è stato minato da ben due fatti che, in un modo o nell’altro, hanno impedito alla famiglia Ewing di colpire il cuore dello spettatore.

dallas-i-due-nuovi-protagonisti

La morte di Jr: Nonostante l’uscita di scena – non voluta – del big bad della serie  sia stata gestita in maniera perfetta, in classico stile soap, molti hanno riscontrato un certo calo nella narrazione. Invece così non è stato, perchè Dallas, ha continuato a tessere un racconto trash, fracassone ma tanto coinvolgente, puntando sulla spettacolarizzazione degli eventi.

 Uno stile che ricorda alla lontana la narrazione di Revenge: i più attenti infatti avranno notato un  netto divario tra la prima e seconda stagione; nel senso che gli eventi si sono accorciati, lo stile è diventato intenso e frenetico e in ogni episodio, non sono mancati i rovesci di fortuna, In puro stile Revenge, Dallas, ha riportato in tv le soap.opera anni ’80. Un’operazione che forse al pubblico non è per nulla piaciuta. In questo escamotage andava comunque trovata la vera forza dello show.

Dunque la cancellazione lascia tutti con l’amaro in bocca, perchè se da una parte la serie poteva non essere la migliore in circolazione, era comunque un prodotto dignitoso e che invogliava a lo spettatore a seguire la vicenda passo dopo passo. E si chiudono così le porte del ranch di Southfork e, questa volta, non ci saranno ripensamenti: gli Ewing rimarranno tra le stelle delle serie tv per sempre.

Carlo e' un giovane ragazzo di Caserta cresciuto a pane libri, cinema e serie tv. Confusionario, autocritico ed affidabile, ha fatto delle sue passioni un lavoro e quest'ultima collaborazione, e' la riprova dell'irrefrenabile voglia di scrivere e parlare di tutto ciò che riguarda la cultura pop moderna. Per comunicati, info e news scrivete a c.lanna@dituttounpop.it