Fratelli di Crozza, i monologhi e le imitazioni della puntata del 10 maggio 2019 su Nove (VIDEO)

Fratelli di Crozza - Monologo 10 maggio

Fratelli di Crozza, i monologhi e le imitazioni della puntata del 10 maggio in onda su NOVE. La corruzione, Salvini e la cannabis, Toninelli e Conte (VIDEO)

Come ogni settimana è andato in onda il nuovo appuntamento live con Fratelli di Crozza, in onda ogni venerdì su Nove alle 21.20 (qui gli ascolti). Ieri gli argomenti da trattare erano tantissimi visto che i partiti sono alle prese con la campagna elettorale per le Europee, le cose su cui scherzare sono tantissime. Vediamo quindi sono stati gli argomenti trattati in puntata e soprattutto quali personaggi hanno ricevuto il trattamento “imitazione”.

Nella puntata di ieri, in uno dei suoi monologhi Maurizio Crozza ha parlato della corruzione, un argomento che nelle ultime settimane è stato nei titoli dei giornali. Ovviamente si è toccato il caso della Presidente della regione Umbria Catiuscia Marini che si è dimessa, e i casi Siri e Fontana. Vi lasciamo al video:

Nella puntata di ieri Maurizio Crozza è tornato a interpretare Matteo Salvini con uno dei suoi soliti video in formato “portrait storto”, dove ha trattato del tanto discusso provvedimento per chiudere i negozi di cannabis legale. Il video potete guardarlo a seguire.

Nella puntata Maurizio Crozza nella puntata di ieri ha anche il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. I video potete guardarli tutti a seguire:

Come rivedere la puntata

Oltre alla diretta live sul sito dplay.com (o anche su App Store o Google Play), il servizio OTT di Discovery Italia, è possibile riguardare la puntata di Fratelli di Crozza anche on demand, nella pagina dedicata al programma, inoltre se abbonati a dplay Plus la visione sarà anche senza interruzioni pubblicitarie.

Il programma Fratelli di Crozza è prodotto da ITV Movie per Discovery Italia. È un programma di Maurizio Crozza, Andrea Zalone, Francesco Freyrie, Vittorio Grattarola, Alessandro Robecchi, Alessandro Giugliano, Claudio Fois e Gaspare Grammatico. La regia è di Massimo Fusi,  scenografia di Marco Calzavara e fotografia di Daniele Savi.