Lato destro del cuore – Il nuovo singolo di Laura Pausini.

0

“Lato destro del cuore” è il titolo del nuovo singolo di Laura Pausini.

Allo scoccare della mezzanotte, appena entrati nel 25 settembre, Laura Pausini ha aggiornato tutto il suo web world per presentarci “Lato destro del cuore”, il primo singolo estratto da “Simili”.  Ho seguito con molto interesse questo debutto perché mai come questo album la Pausini lo ha condiviso con i fan (non che prima non volesse farlo, ma adesso con i social molti passaggi diventano più semplici da condividere).

Sappiamo che a Miami, mentre era impegnata con “La Banda”, lavorava alla chiusura di “Simili”, che ha sicuramente girato un video lì ecc. Ma se ci leggete queste cose ve le abbiamo già dette.

Torniamo al singolo. L’ho ascoltato volutamente su Spotify – è presente su iTunes e in tutte le maggiori piattaforme e in radio- chiudendo gli occhi e lasciandomi ammaliare da una Laura Pausini più matura, dalla sua inconfondibile voce che però ora ha delle sfumature diverse. Da un lato riesce a trasmettere tutta l’atmosfera della bellissima ballad, scritta da Biagio Antonacci e arrangiata da Paolo Carta, Davide Rossi e Rik Simpson, produttore dei ColdPlay -giusto per citare un nome-, senza essere stucchevole o zuccherosa. Dall’altro porta con sè, o almeno a me è arrivata così, una vena di allegria. Sarà che nonostante sia riuscita a conservare lo spirito della Pausini a cui in tempi non sospetti diedi un grande sì per “La solitudine”, ormai è più sicura, trasmette maggiore euforia e sempre più sincerità. La Pausini è un’artista che ha fatto dell’onestà intellettuale la sua cifra stilistica. Ai fan non promette giri della morte o cose fuori dal mondo per poi deluderli. Lei gli chiede fiducia, gli chiede di seguirla in piccole evoluzioni che fanno crescere l’artista, che non tradiscono o stravolgono il loro rapporto. Lei stessa lo canta in “lato destro del cuore”: “Per natura mi spingo per vedere se vinco”.

Bentornata Laura

Secondogenito e gemelli: questo la dice lunga sul mio carattere. “Ottantologo”, Pop addicted,nel corso degli anni ho collaborato con diverse testate, tra cui L@bel, Progress e Aut. La moda è la mia passione più grande perché è cultura, è visione sociologica della vita e del mondo. La Rete è la mia seconda casa. Sono dieci anni che il mio avatar è Psikiatria80, nome del mio primo blog, ma anche di tutti i miei profili sui tanti social network.