Le Parole della Settimana e Sapiens sabato 14 novembre su Rai 3, ospiti e tema

le parole della settimana

Le Parole della settimana sabato 14 novembre ospiti e anticipazioni. A seguire la nuova puntata di Sapiens dedicata ad Atlante

Le Parole della settimana continua a raccontare l’Italia e il mondo con Massimo Gramellini attraverso il linguaggio, nuova puntata sabato 14 novembre caratterizzato dal collaudato alternarsi di ospiti noti e non per scoprire, approfondire, comprendere, e spingere a riflessione sui principali fatti della settimana che va a concludersi.

A seguire alle 21:45 la linea passa a Sapiens – Un solo pianeta il programma di approfondimento scientifico di Mario Tozzi che si occuperà dell’isola di Atlante, recuperando la puntata non andata in onda la scorsa settimana.

Le Parole della settimana anticipazioni del 14 novembre

Appuntamento alle 20:20 su Rai 3 con Le Parole della settimana sabato 14 novembre tra ospiti e presenze fisse come Veronica Pivetti e Roberto Vecchioni. Il “Professore” che con le sue opere ha emozionato milioni di italiani, è il nostro “signore delle parole” giocando con conduttore, ospiti e pubblico attraverso alcuni enigmi. Veronica Pivetti, volto amato dal pubblico televisivo, è invece protagonista di un monologo semiserio dedicato all’attualità. In chiusura di puntata Massimo Gramellini con il suo monologo Buonasera dedicato all’attualità.

Ospiti della puntata Giuseppe Fiorello attualmente su Rai 1 con Gli Orologi del Diavolo, Corrado Augias, torna la virologa Alessia Viola, poi Daria Bignardi e Umberto Galimberti.

Sapiens il tema

Il mito di Atlante è al centro della puntata di sabato 14 novembre di Sapiens alle 21:45. Una città mitologica incredibilmente avanzata, perfetta e superba che, nel racconto di Platone viene punita dagli Dei, travolta dalle onde del mare e cancellata in un solo giorno. Un mito, quello di Atlante forte e suggestivo nonché oggetto di studi scientifici tra i più completi: un vero e proprio giallo della storia e del nostro immaginario.

Sapiens cercherà di fare ordine, e di seguire il racconto di Platone con il rigore del metodo scientifico. Mario Tozzi analizzerà sul campo prove geologiche, archeologiche e geografiche per tentare di rispondere alle grandi domande sull’Isola di Atlante e sul mito della perduta Atlantide. La ricerca si concentrerà su due possibili ipotesi, entrambe nel Mediterraneo: la prima fa coincidere Altante con l’Isola di Santorini, l’antica Thera dei minoici, distrutta da una devastante eruzione vulcanica, mentra la seconda, nata grazie all’intuizione di un ricercatore “outsider”, il giornalista Sergio Frau, pone l’isola del mito nella Sardegna nuragica, poi cancellata da una gigantesca onda di tsunami.